7.9

Huawei P Smart Z, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Huawei P Smart Z

Forse non sentivate il bisogno di un nuovo medio di gamma Huawei, ma è indubbio che l’arrivo dei nuovi display con sempre meno bordi abbia spinto tanti a interessarsi a soluzioni alternative per il posizionamento della fotocamera frontale. Fra questo la fotocamera popup che esordisce per la prima volta nel mondo Huawei proprio su questo P Smart Z.

LEGGI ANCHE: Recensioni Huawei

7.5

Confezione

Nella confezione di questo smartphone troviamo un paio di cuffie stereo “classiche”, un alimentatore 5V/2A e un cavo USB/USB-C. In più veniamo anche omaggiati di una comoda (seppur non bellissima) cover in silicone.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

P Smart Z è prima di tutto uno smartphone dalle dimensioni veramente importanti. Abbiamo uno spessore di 8,8 millimetri, ma sopratutto quasi 200 grammi di peso che rendono lo smartphone un prodotto veramente corposo: quello che un tempo avremmo chiamato phablet, ovvero una soluzione non proprio per tutti. È realizzato in plastica, ma nel complesso non tradisce fragilità e anzi sembra decisamente di fascia superiore quando lo si prende in mano. I tasti fisici sul lato destro si premono bene ed hanno un buon feedback alla pressione.

8.0

Hardware

Ci sono pochissime novità dal punto di vista hardware per questo smartphone. P Smart Z è dotato di un processore HiSilicon Kirin 710 octa core da 2,2 GHz, GPU Mali-G51 MP4 e 4GB di RAM. La memoria interna è da ben 64 GB, espandibile utilizzando una microSD, ma rinunciando alla possibilità di utilizzare una seconda nanoSIM. Discreta la connettività: Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 4.2 e connessione alle reti 4G LTE fino a 600 Mbps. Non manca l’NFC e abbiamo già citato il supporto dual SIM. Presente la radio FM e assente invece il led di notifica. Il lettore di impronte digitali sul retro è presente ed è preciso e rapido, mentre non c’è modo di utilizzare la fotocamera a scomparsa per lo sblocco facciale. Non è così sorprendente considerando che il meccanismo popup non è particolarmente rapido. L’audio è mono e viene fornito dal singolo speaker inferiore.

SCHEDA: Huawei P Smart Z

7.0

Fotocamera

 

La fotocamera principale è una 16 megapixel ƒ/1.8, accompagnata da un secondo sensore da 2 megpaixel ƒ/2.4 per l’effetto sfocatura, realizzato tutto sommato in modo abbastana preciso. I risultati con buona luce sono davvero notevoli e il bilanciamento dei colori ed il dettaglio è molto buono. La messa a fuoco è poi precisa e lo scatto è rapido. Quando le condizioni di luce iniziano a peggiorare però la situazione cambia radicalmente. E non parliamo di situazioni notturne (in cui la modalità “notte” peggiora ancora la situazione) ma di semplici situazioni al chiuso di giorno, dove il dettaglio dell’immagine diminuisce notevolmente. La fotocamera frontale da 16 megapixel ƒ/2.0 è poi anch’essa poco convincente, restituendo spesso foto un po’ impastate o addirittura mosse. Anche i video sono poco emozionanti: tremolanti e con l’immagine che sembra sempre poco nitida. Peccato perché i video in Full HD venivano registrati anche a 60fps.

7.5

Display

P Smart Z ha a disposizione un display davvero enorme: parliamo di un 6,59″ FullHD+ (1080 x 2340 pixel) realizzato in tecnologia LTPS IPS. È nel complesso un buon display, anche se è diverso in particolari modi rispetto a quello di tutta la fascia media Huawei se non, appunto, per le sue dimensioni generose. Possiamo modificare temperatura e colore dalle impostazioni e c’è un’opzione che abbassa automaticamente la sua risoluzione quando non serve per risparmiare batteria.

8.0

Software

Lo smartphone Huawei ha all’interno Android 9.0 Pie aggiornato alle patch di marzo (al momento della recensione) e personalizzato con la EMUI 9.0.1. Il software è ancora una volta lo stesso visto in ogni smartphone dell’azienda e senza particolari novità. Le sue peculiarità sono le stesse: il software è completo, non velocissimo, ma sopratutto con una grafica che necessiterebbe di una svecchiata. Sono presenti le gesture di navigazione, comode nonostante le dimensioni generose di P Smart Z. Presente anche la gestione digitale per monitorare l’utilizzo che si fa dello smartphone e i temi per personalizzare la grafica (ma non abbastanza da risolvere il bisogno di novità). Ma non fraintendeteci: l’assenza di vere novità non fa della EMUI un cattivo software. C’è quello che serve e anche di più.

8.5

Autonomia

Le generose dimensioni hanno permesso a Huawei di includere una batteria da 4000 mAh. Forse potevano essere anche di più considerando appunto le dimensioni, ma i risultati non mancano. Abbiamo ottenuto risultati fantastici, riuscendo sempre a finire la giornata con molta batteria residua. E una volta è successo anche di arrivare a pranzo con il 94% di batteria e domandarsi come sia possibile che anche in standby non abbia consumato più del 6% di batteria.

7.5

Prezzo

Huawei P Smart Z costa 279€, un prezzo tutto sommato onesto e correttamente allineato alla lineup dell’azienda e anche della concorrenza. Lo trovate disponibile su Amazon al prezzo di lancio. Controllate il box a seguire per verificare eventuali sconti.

Tutti i prezzi per Huawei P Smart Z

Benchmark

Foto

Nota: Nella recensione non si è fatto cenno alla situazione attuale di Huawei e del ban imposto dagli USA nei suoi confronti. Poiché la situazione è molto mutevole abbiamo scelto di non farci condizionare nel giudizio, ma è importante che ciascuno valuti attentamente in base alle proprie necessità.

Giudizio Finale

Huawei P Smart Z

7.9

Huawei P Smart Z

Huawei P Smart Z è un phablet come ormai non se ne vedevano da tempo. Grande, pesante, con un display ampio e un'ottima autonomia. In un mondo di smartphone di fascia media tutti uguali questo trova in qualche modo un suo spazio.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Buon hardware
  • Ottima autonomia
  • Buon prezzo
  • Display con pochi bordi
Contro
  • Pesante e grande
  • Simile ad altri prodotti Huawei
  • Fotocamera frontale poco interessante
  • Nessuna novità software

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.