Huawei Mate S press touch, la recensione (foto e video)

Force TouchHuawei Mate SHuawei Mate S Force Touchvideo Emanuele Cisotti -




Recensione Huawei Mate S press touch

In realtà questo Huawei Mate S press touch si chiamerebbe Limited Edition, ma l’azienda ha deciso di promuoverlo in rete come press touch. Questo perché questa tecnologia è il fulcro di questa nuova versione di Mate S, presentato a Berlino lo scorso settembre anche con questa tecnologia, arrivata però in Europa solo ora.

8.5

Confezione

Huawei Mate S Limited Edition - 1

La confezione di Huawei Mate S Limite Edition è identica all’altro modello: alimentatore 5V/2A, cavo USB-microUSB, cuffie standard (stile Apple) di buona qualità e una flip cover con finestra, comoda per proteggere il telefono ma che non aggiunge particolari funzionalità.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Huawei Mate S Limited Edition - 5

Huawei Mate S, in questa sua variante Limited Edition, è disponibile solo nella colorazione oro, particolarmente elegante, anche se forse non adatta a tutti. La presa è buona, anche se lo smartphone risulta un po’ scivoloso. Rimane comunque uno dei dispositivi più belli e meglio costruiti del 2015, con dettagli curati (come il tasto di accensione o la griglia dello speaker.

7.5

Hardware

Huawei Mate S Limited Edition - 7

Quasi del tutto immutato anche l’hardware di questo Mate S. Processore HiSilicon Kirin 935 octa core da 2,2 GHz, GPU Mali T628Mp4 e 3 GB di RAM. Aumenta in modo sostanzioso invece la memoria interna che arriva a ben 128 GB diventando al momento quasi l’unico smartphone sul mercato italiano con questo taglio di memoria assieme a Nexus 6P e iPhone, ma questi con memoria non espandibile. La connettività è LTE fino a 150 Mbps e la Wi-Fi purtroppo solo b/g/n e non supporta quindi le reti a 5 GHz. Presente invece il chip NFC e la radio FM. Lo smartphone offre poi supporto a due SIM in contemporanea, andando però a perdere l’espansione di memoria (sicuramente meno utile in questo dispositivo).

Sul retro troviamo poi un buon lettore di impronte digitali che ci permette di sbloccare il telefono con un solo tocco senza premere altri tasti. Sulla parte frontale è invece posizionato un led di notifica.

SCHEDA: Huawei Mate S press touch

7.0

Fotocamera

La fotocamera principale, nonostante sia da 13 megapixel e sia dotata di stabilizzazione ottica dell’immagine non è il punto più forte di questo smartphone. Le immagini infatti sono genericamente buone, ma sono spesso più “calde” di quanto si vorrebbe nei colori e più scure del voluto con poca luce, dove però possono intervenire i due led flash. Buona la fotocamera frontale da 8 megapixel supportata anche dal led flash. Moltissime le possibilità offerte dal software, che permette anche di attivare la modalità pro, scattare foto ai documenti (e raddrizzarli in automatico) e fare selfie panoramici. I video si registrano alla risoluzione massima di 1080p.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

Huawei Mate S Limited Edition - 3

Il display è sostanzialmente identico, se non fosse per la novità che da il nome al telefono. È un 5,5 pollici in tecnologia AMOLED, con ottimi angoli di visione, buona luminosità e ottima regolazione automatica della stessa. Solo i colori tendono leggermente a virare inclinando lo smartphone, problematica comune a molti display AMOLED. Supporta la funzionalità Knukle 2.0 per eseguire alcune funzionalità con le nocche e il doppio tocco a schermo spento.

Questo è poi il primo smartphone in Europa a supportare la tecnologia comunemente conosciuta come Force Touch e che qui porta il nome di Press Touch. Si tratta della possibilità di premere più forte sul display per avere nuove funzioni (che è ben diverso dal tenere premuto a lungo). Al momento sono poche le implementazioni software interessanti realizzate da Huawei e speriamo quindi in aggiornamenti futuri (visto che non abbiamo trovato informazioni di API per gli sviluppatori).

8.0

Software

Android è alla versione 5.1.1 Lollipop, personalizzata con l’interfaccia Emotion UI 3.1 di Huawei. Le funzionalità sterminate e ne elenchiamo qui alcune: possibilità di aprire due app contemporaneamente sul display (solo quelle Huawei), gestione dei temi, applicazione per la gestione della sicurezza sul telefono, possibilità di gestire le singole notifiche e accesso ai dati e utilizzo ad una mano, attivabile con una comoda gesture. Le funzioni quindi sono molte, ma a volte risultano un po’ invasive, sopratutto quelle dei permessi e dell’autonomia, che potrebbero portare l’utente meno esperto in errore attivando restrizioni importanti su app che invece non dovrebbero averne.

Per il resto il software si comporta bene e di base offre un gran numero di funzionalità che permetteranno a quasi qualsiasi tipo di utente di ambientarsi rapidamente. Poche però le implementazioni del press touch e anche dei comandi rapidi attivabili dalle icone sulla home, poche sono le app che supportano tale funzionalità.

7.0

Autonomia

La batteria da 2700 mAh non fa miracoli, ma permette comunque di farvi arrivare quantomeno a fine della vostra giornata lavorativa, anche con un utilizzo intenso, ma senza permettervi di iniziare anche la giornata successiva.

6.5

Prezzo

Huawei Mate S Limited Edition è in vendita in Italia a 799€, non certo un prezzo popolare, ma comunque 50€ meno del suo concorrente più diretto (Nexus 6P da 128 GB).

Acquisto

Huawei Mate S press touch è disponibile su vMall a 799€.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Huawei Mate S press touch

Huawei Mate S press touch

Huawei Mate S Limited Edition è il buon phablet che era anche nella sua versione originale. Non è cambiato quasi nulla ed è difficile consigliarlo (a 150€ in più) sulla versione base (che ormai si trova a prezzi inferiori). Da scegliere se volete un dispositivo esclusivo, la novità del momento o semplicemente 128 GB di memoria espandibili.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo schermo
  • Software ricco di dettagli
  • Ottima qualità costruttiva
  • 128 GB di memoria espandibili
Contro
  • Il software non è per tutti
  • Manca la Wi-Fi a 5 GHz
  • La fotocamera può migliorare
  • Il force touch è poco implementato nel sistema