7.7

Recensione Huawei Mate 20 X 5G: la velocità ha dei compromessi (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Huawei Mate 20 X 5G

Huawei non si ferma e anzi la percezione del suo brand è in crescita. Mate 20 X era stato annunciato assieme al resto della famiglia Mate 20, come il phablet che in tanti aspettavano, ma non era poi arrivato nel nostro paese. Lo fa adesso, in una versione leggermente rivista e con a bordo, per la prima volta per l’azienda, la connettività 5G. Scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone 5G

7.5

Confezione

La confezione di Mate 20 X 5G contiene al suo interno un alimentatore da ben 40W, un paio di cuffie stereo di buona qualità (e connettore USB-C) e un cavo USB/USB-C. Estremamente gradita la presenza della cover trasparente in silicone.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Huawei Mate 20 X 5G condivide molto dal punto di vista di design e qualità costruttiva con l’ottimo Mate 20 Pro. Il profilo è realizzato in metallo lucido (verde nella nostra versione) e sul retro troviamo una fantastica copertura in vetro zigrinato. Al tocco offre quel qualcosa in più che ad oggi è sufficiente per distinguersi da una massa di smartphone troppo simili fra loro. Abbiamo poi al centro (in alto) dello smartphone il blocco delle fotocamere, leggermente sporgente ma mai un vero problema. Quello che invece è un limite oggettivo di questo smartphone è la sua dimensione ed il suo peso. È uno smartphone enorme, un vero phablet, che fa sembrare tutti gli altri smartphone grandi dei dispositivi compatti. In più pesa 233 grammi e vi possiamo garantire che in tasca a lungo andare si sente eccome. Questi sono ovviamente avvisi per chi magari non aveva colto quando più grande fosse questo Mate 20 X 5G rispetto alla media, ma verranno probabilmente ignorati da chi invece era proprio alla ricerca di un dispositivo enorme, che ovviamente ha un pregio: la dimensione del display.

8.5

Hardware

Lo smartphone Huawei è un vero top di gamma e come tale ha un hardware simile a quello di Mate 20 Pro. Abbiamo un processore HiSilicon Kirin 980 octa core da 2,6 GHz, una GPU Mali G76 MP10 e anche il nuovo chip Balong 5000 per quanto riguarda la possibilità di connettersi in 5G. Questo chip è il primo a potersi connettere standalone alle reti 5G senza necessità del 4G. Rimane comunque un tecnicismo, visto che in questa prima fase in Italia non è una tecnologia ancora implementata. Abbiamo poi 8 GB di RAM e ben 256GB di memoria interna. Rinunciando alla seconda nanoSIM è possibile inserire una nanoSD per espandere la memoria dello smartphone. Abbiamo poi il supporto alle reti 4.5G fino a 1400Mbps, il Wi-Fi dual band e il Bluetooth 5.0. Infine è presente il chip NFC e la porta ad infrarossi, così come sul retro è posizionato un comodo lettore di impronte digitali classico. La porta USB-C supporta poi l’uscita video. Fra le mancanza segnaliamo invece purtroppo la radio FM e il jack audio da 3,5 millimetri. L’audio è invece stereo.

SCHEDA: Huawei Mate 20 X 5G

8.0

Fotocamera

Anche su questa variante X 5G rimane il vanto delle lenti Leica sulla famiglia Mate 20. Qui abbiamo un sensore principale da 40 megapixel (che scatta a 20 in modalità automatica) ƒ/1.8, un sensore da 8 megapixel ƒ/2.4 zoom 3x stabilizzato e una fotocamera grandangolare da 20 megapixel ƒ/2.2. Si tratta di un ottimo trittico, che vi permetterà di sfogare la vostra fantasia e che sopratutto in viaggio darà il meglio di sé. È presente l’opzione per attivare l’intelligenza artificiale che va a migliorare la resa dei colori e del contrasto in base alla scena inquadrata. Funziona bene, ma purtroppo non è possibile rimuovere i miglioramenti dopo lo scatto della foto, quindi usatelo con parsimonia. Le foto sono molto godibili in praticamente ogni condizione di luce e sono quindi al pari di quello che abbiamo visti sugli altri top di gamma Honor/Huawei. Zoom e grandangolo offrono sempre una prospettiva in più, anche se ovviamente soffrono maggiormente la poca luce, rispetto al sensore principale. Non stupisce la resa al buio, anche se la modalità notte è presente e migliora notevolmente lo scatto, pur senza arrivare ai livelli degli altri top Huawei.

Buoni anche i video, realizzabili anche in 4K, sufficientemente stabilizzati e con la possibilità di passare fra le tre videocamere senza necessità di interrompere la registrazione. Discreta anche la fotocamera frontale da 24 megapixel ƒ/2.0.

8.5

Display

Più che il supporto alle reti 5G è indubbio come il motivo principale per cui acquistare questo smartphone sia la dimensione del display. Come detto in precedenza è la ragione per cui chi acquista un prodotto simile supporta di buon grado il peso e le dimensioni di questo prodotto. Si tratta di un 7,2 pollici (sì, davvero) con risoluzione di 1080 x 2244 pixel, ovvero FullHD+, e tecnologia OLED. Abbiamo tra le opzioni la possibilità di avere un always-on che mostri anche tutte le icone di notifica e anche la protezione occhi per usare lo smartphone la sera senza affaticare la vista. Si tratta di un bel display, dai colori ben calibrati, dalla buona luminosità e sopratutto con una diagonale da “tablet”, perfetto per vedere filmati in mobilità. Lo schermo è interrotto da un piccolo notch per la fotocamera frontale, ma considerando la dimensione del display è un dettaglio che passa quasi inosservato.

8.0

Software

Mate 20 X 5G arriva sul mercato con Android 9.0 aggiornato con le patch di giugno e con l’interfaccia EMUI 9.1.1. Non ci sono vere novità e i punti di forza, così come quelli di debolezza, rimangono in sostanza invariati. Abbiamo la possibilità di modificare l’aspetto con i temi, l’optimizer per migliorare le prestazioni dello smartphone, le gesture di navigazione (tutto sommato comode anche su queste dimensioni), la gestione digitale per controllare come usate lo smartphone, il tema scuro e anche la modalità ad una mano, che però non riduce abbastanza le dimensioni dello schermo pere renderlo davvero utilizzabile. L’intero sistema non mostra evidenti rallentamenti e anzi risulta molto fluido in ogni occasione. Rinnoviamo a Huawei un appello ad oggi mai ascoltato, ovvero quello di rinnovare e ringiovanire l’aspetto dalla sua interfaccia, che rimane però completa e semplice da utilizzare.

7.5

Autonomia

Huawei ha dotato il suo smartphone top di gamma di una batteria da 4.200 mAh, decisamente meno dei 5.000 mAh che troviamo nella versione “classica” di questo smartphone. I risultati sono discreti, ma non entusiasmanti. Grazie ad un software poco energivoro si riesce ad arrivare a fine giornata in quasi ogni occasione, ma l’utilizzo della rete 5G sembra avere un impatto non proprio nullo sulla batteria (rispetto al 4G). Una batteria più capiente ci avrebbe sicuramente reso più tranquilli.

5.5

Prezzo

Huawei Mate 20 X 5G ha un prezzo di lancio di 1099€. Non ci saremmo aspettati di meno, considerando il fatto che si tratta per vari aspetti di un Mate 20 Pro con l’aggiunta dell’esclusivo 5G. Rimane però un prezzo estremamente alto e non per tutti. Sicuramente non per quelli che aspettavano un phablet e che non sono interessati, magari perché non coperti, dalla nuova rete 5G.

Tutte le migliori offerte per Mate 20 X 5G

Potete acquistare Mate 20 X 5G su Amazon al prezzo di lancio, ma controllate spesso il box sotto per eventuali abbassamenti di prezzo.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Huawei Mate 20 X 5G

7.7

Huawei Mate 20 X 5G

Huawei Mate 20 X 5G è un prodotto pensato per una nicchia di utenti. La presenza del 5G è una bella novità, ma porta a dei compromessi a cui forse chi cercava un phablet potrebbe non essere disposto a sopportare. Su design, fotocamere e display però, siamo sempre al top.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima qualità costruttiva
  • Display enorme
  • Hardware al top
  • Compatibile 5G (anche standalone)
Contro
  • Batteria sottotono
  • Ergonomia scarsa
  • Manca il jack audio
  • Prezzo molto alto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.