6.8

HTC Desire 310, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione HTC Desire 310

Tutte le aziende hanno almeno uno smartphone di fascia bassa, con un prezzo quindi inferiore ai 200€, ma HTC ha sempre fatto un po’ storia a parte, facendo pagare sempre un po’ più della media anche i suoi smartphone di fascia bassa. Per questo, questo HTC Desire 310, in vendita a meno di 150€ ha un “sapore” particolare e nuovo. Cosa c’è di buono in questo piccolo HTC? Scopriamolo insieme.

7.5

Confezione

La confezione di HTC Desire 310 è esattamente come ci aspetteremmo. Abbiamo l’alimentatore da parete, il cavo USB-microUSB e anche un paio di cuffie stereo con controllo sul filo per rispondere alle telefonate. Considerando le confezioni sempre più scarne dei low cost siamo soddisfatti del contenuto.

7.0

Costruzione ed Ergonomia

HTC Desire 31010

Dal punto di vista costruttivo Desire 310 è sicuramente un buon smartphone, proprio come ci si aspetterebbe da un dispositivo che porta il nome HTC. La scocca è interamente in plastica e la cover è removibile permettendo di sostituire la batteria (e anche di inserire SIM in formato standard e la microSD). La cover posteriore, nel nostro caso blu, non arriva fino allo schermo che invece è contornato da un bordo in plastica nera. Nel complesso quindi abbiamo uno spessore abbastanza consistente, anche per la fascia di prodotto. Si poteva fare di meglio, rispetto ai 11,3 mm di spessore. Il peso è anche questo non trascurabile, 140 grammi, ma dona comunque una buona sensazione di solidità. La forma abbastanza stondata permette di utilizzare lo smartphone con estrema semplicità anche con una mano. La disposizione del tasto di accensione e del bilanciere del volume, tende a farci confondere, specialmente nel primo periodo di utilizzo.

6.5

Hardware

HTC Desire 31011

Dal punto di vista hardware la scelta fatta da HTC è “bizzarra” e, come poi vediamo, si ripercuoterà anche sul software. HTC sceglie per questo HTC Desire 310 un processore MediaTek quad core da 1,3 GHz, solitamente utilizzato per gli smartphone dual SIM (non per altro esiste anche in questa configurazione). La RAM è da 1 GB e la memoria interna si ferma a 4GB, espandibile però tramite microSD. La connettività è HSUPA fino a 21 Mbps, la Wi-Fi è “standard” (la ricezione ci è sembrata un po’ sottotono), mentre il bluetooth supporta la connessione a basso consumo energetico. Manca NFC, mentre il GPS funziona senza particolari problemi. Nel complesso l’hardware non è certo di qualità, ma è perfettamente in linea per il tipo di prodotto e anche per il suo prezzo.

SCHEDA: HTC Desire 310

5.5

Fotocamera

La fotocamera, nonosatnte sia da 5 megapixel offre un risultato tutt’altro che interessante. Il motivo principale non è l’assenza del led flash (che comunque nella nostra esperienza viene usato solo una piccola parte delle volte che si scatta con un telefono), quanto l’assenza dell’autofocus, che ci impedisce di fare foto a breve distanza e sopratutto che restituisce foto panoramiche senza alcuna profondità di campo. La qualità è quindi appena decente. Un po’ meglio per i video HD (non Full HD), che comunque non hanno autofocus.

SAMPLE: FotoVideo

6.0

Display

HTC Desire 31008

Lo schermo da 4,5 pollici ha una risoluzione più che accettabile, ovvero 480 x 854 pixel. Accettabile ovviamente per questo tipo di smartphone, ma non aspettatevi di non riuscire a scorgere i pixel, perché non è questo il caso. La luminsità è buona, ma non è presente il sensore che permette di regolarla in automatico, costringendoci a tenere spesso la luminosità alta. Questo però a discapito del contrasto dei colori, già basso di per sé. Non è insolito comunque avere la sensazione di guardare uno schermo un po’ “slavato”, cosa non inusuale per uno smartphone di questa fascia. Un problema più serio sono gli scarsi angoli di visione, specialmente se incliniamo lo smartphone in verticale.

6.5

Software

Screenshot_2014-04-30-10-28-49Screenshot_2014-04-30-10-29-09

Torniamo sul punto relativo all’impronta che MediaTek lascia su tutti gli smartphone in cui viene adottato. Desire 310 non è un eccezione. Nonostante non sia un dual SIM, le personalizzazioni MediaTek relative alla gestione della SIM sono sempre presenti, così come la possibilità di gestire i profili audio e di accendere (e spegnere) il telefono ad orari prestabiliti. Tutte funzionalità molto apprezzate, ma che lasciano intuire uno scenario abbastanza desolante: di HTC troviamo ben poco in questo software. Per fortuna BlinkFeed è al suo posto e funziona bene (è comunque una versione precedente a quella che troviamo nella Sense 6), ma mancano gli widget HTC e sopratutto le sue app. La galleria, il browser e la fotocamera sono stock (quest’ultima però “stock MediaTek”). È presente un’app dal nome Video Highlights, che colma in parte la mancanza di Zoe, ma la realtà è che oltre a realizzare il video riassuntivo, poco altro è messo a nostra disposizione. Non fraintendeteci, lo smartphone funziona bene e le poche aggiunte di HTC sono gradite, ma a primo impatto si rimane un po’ delusi dall’assenza della cura che solitamente HTC ha per il suo software.

Software: Browser

Il browser scorre in modo molto fluido, grazie al processore MediaTek, ma è del tutto assente il ridimensionamento del testo alla colonna, essendo il browser non personalizzato da HTC.

Software: Multimedia

“Vedi sopra”, con la differenza che il comparto multimediale è quello che ne risente di più. Il lettore audio è quello (orrendo) di Android, ma per fortuna è anche presente Google Play Music (allora perché installarli entrambi?), mentre il player video supporta ogni tipo di formato, benché non offra nessuno spunto aggiuntivo.

7.5

Autonomia

L’autonomia di questo smartphone gode però di benefici di un hardware non da fuoriserie. Non abbiamo avuto problemi in nessuno dei giorni di test ad arrivare a sera, anche se ovviamente l’uso è commisurato alle possibilità offerte, essendo uno smartphone che non si presta particolarmente a scattare foto o eseguire giochi molto pesanti.

Prezzo

Il prezzo a cui viene venduto questo HTC è tutto sommato buono, anche se la concorrenza è sempre più spietata nella fascia bassa. Parliamo di 159€ ufficiali per il mercato italiano, che scendono a 147€ negli store online.

Acquisto

È disponibile in blu su ePRICE a 147€. Bianco a 158€. Arancione solo con garanzia europa ad un prezzo più alto.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

HTC Desire 310

6.8

HTC Desire 310

HTC Desire 310 è un telefono onesto. Il prezzo è interessante e quello che otterremo è un telefono elegante, giovanile e solido. Non bisogna però essere interessati alla fotografia o aspettarsi un software come i top di gamma, pena rimanere delusi. Se le aspettative però sono commisurate, vi troverete bene con questo Desire 310.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Prezzo interessante
  • Sistema fluido
  • Schermo generoso
  • BlinkFeed e Video Highlights presenti
Contro
  • Fotocamera scarsa
  • Bassi angoli di visione
  • Wi-Fi sottotono
  • Esperienza HTC non completa
HTC Desire 310

HTC Desire 310

confronta modello

Ultime dal forum: