8.0

Honor Play, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Honor Play

Honor è solo l’ultima azienda a lanciarsi nel mondo del gaming da smartphone. Questo Honor Play introduce per la prova volta l’idea di GPU Turbo in uno smartphone, pensato per le migliori performance grafiche e i minori consumi. Ma riuscirà a tenere testa alla concorrenza?

LEGGI ANCHE: Recensioni Honor

7.0

Confezione

La confezione di Honor Play (con tanto di AI indicato frontalmente) ha un contenuto abbastanza classico per l’azienda: cover in silicone trasparente, cavo USB/USB-C e un alimentatore 9V/2A.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Honor Play non è uno smartphone compatto, ma non poteva essere altrimenti con un display di queste dimensioni. È però interamente realizzato in metallo ed è abbastanza elegante. Non sarà il più fantasioso degli smartphone in circolazione, il suo design infatti ricalca quello di tanti altri Honor/Huawei, ma dobbiamo riconoscergli che sia comunque uno dei migliori nell’ampio listino dell’azienda in termini di design, qualità costruttiva ed ergonomia. Sempre in rapporto alle dimensioni. I tasti fisici sulla destra si premono bene e benché il retro trattenga un po’ le impronte, è estremamente facile da pulire.

8.0

Hardware

Non brilla certo per l’originalità del design e non brilla neanche per l’originalità dell’hardware. Abbiamo difatti un processore HiSilicon Kirin 970 con NPU per l’intelligenza artificiale. Si tratta di un processore octa core da 2,4 GHz, con GPU Mali G72 MP12. Il tutto è accompagnato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile. Nonostante questa combinazione si sia già vista in altri dispositivi dell’azienda, rimane comunque (quasi) il top che questa possa offrire e le prestazioni lo dimostrano. Il concetto di GPU Turbo permette di ottimizzare le prestazioni e contenere i consumi grazie all’intelligenza artificiale addestrata sui singoli giochi (al momento che noi sappiamo solo PUBG nel nostro mercato). Promettente, ma con ancora ampissimi margini di sviluppo. Buona la connettività: Wi-Fi ac, Bluetooth 4.2, NFC e supporto dual SIM (rinunciando alla microSD).

Vale la pena poi specificare che Honor Play non rinuncia al jack audio da 3,5 millimetri e che il lettore di impronte digitali è sempre presente sul retro dello smartphone. L’audio è mono e viene garantito dallo speaker inferiore. Il volume è nella media per questa tipologia e così anche la qualità, che non riesce a stupire rispetto ad altri dispositivi.

SCHEDA: Honor Play

7.0

Fotocamera

Honor Play è dotata di una doppia fotocamera da 16 megapixel ƒ/2.2 e una 2 megapixel ƒ/2.4. A darci supporto troviamo l’intelligenza artificiale (quella di Honor 10) che riconosce molto bene le scene e che aiuta a compensare la foto finale donando più contrasto e colore. Il risultato è apprezzabile in molti casi, anche perché la doppia fotocamera Honor non riesce in molti contesti a creare foto davvero interessanti. Le immagini sono un po’ smorte, benché comunque la risoluzione sia discreta con una buona illuminazione. Le modalità di scatto sono le classiche Honor, che includono anche la modalità ritratto e la possibilità di aggiungere dei simpatici effetti in realtà aumentata. Presenti anche le foto animate e la scansione dei prodotti vista anche in Huawei P Smart+. I video vengono registrati fino alla risoluzione di 4K. Non sono sorprendenti, ma sono comunque accettabili, condividendo in buona parte i difetti delle foto. La fotocamera frontale da 16 megapixel si difende nel complesso, ma anche rispetto ad altri smartphone Huawei/Honor non spicca.

SAMPLE: Foto – Video

8.0

Display

All’interno di questo Honor Play troviamo un display da 6,3 pollici di diagonale TFT con risoluzione Full HD+ (1080 x 2340 pixel). Benché non sia un display SuperAMOLED è senza ombra di dubbio uno dei display più “carichi” e contrastati che abbiamo trovato nella fascia media. Forse il contrasto potrebbe essere anche leggermente sopra al desiderato, ma rimane il fatto che lo schermo è sicuramente sopra la media, anche in termini di luminosità. La regolazione automatica poi funziona bene e modifica il settaggio molto rapidamente con il cambio di luce ambientale. Nelle impostazioni è poi possibile nascondere la tacca (facendola semplicemente diventare nera, niente di più), abilitare la rotazione smart che impedisce rotazioni del display involontarie e disattivare la risoluzione automatica, che può abbassare la risoluzione del display quando non richiesto per risparmiare batteria.

7.5

Software

Veramente poche novità nel software di questo Honor Play. Si tratta della EMUI 8.2 basata su Android 8.1 Oreo. Troviamo quindi tutte le classiche funzionalità Huawei, come i temi, le gesture (non quelle di navigazione), la modalità ad una mano, lo sblocco con il volto, il gestore dei permessi e la possibilità di registrare lo schermo. È possibile poi sostituire i tre tasti touch con un unico tasto di navigazione touch multifunzione. Parlando di funzioni “esclusive” per questo Play abbiamo il party mode per farlo suonare in contemporanea con altri dispositivi compatibili e un presunto 4D audio che dovrebbe sfruttare la vibrazione ma che non siamo riusciti a testare. Le performance sono nel complesso buone, nonostante qualche problema evidente con i benchmark. Per quel che abbiamo potuto vedere in ogni caso non sembra riuscire a distinguersi in tal senso rispetto alla concorrenza. Honor Play fa bene come gli altri smartphone Huawei/Honor con stessa CPU, ma non trova davvero una sua connotazione specifica nelle performance e nel gaming.

7.5

Autonomia

Come un po’ tutti gli altri smartphone con hardware simile anche Honor Play si difende bene quando si tratta di autonomia. La batteria è una capiente 3750 mAh, che vi permette senza grossa fatica di arrivare in ogni caso al termine di un’intera giornata di lavoro. Con un utilizzo medio potreste avvicinarvi al secondo giorno di carica completa, ma difficilmente riuscirete a completarla.

8.0

Prezzo

Considerando che l’azienda ha già altri smartphone in listino con un hardware simile, il prezzo di lancio di 329€ risulta sicuramente molto interessante. Si pone esattamente alla stessa cifra di POCOPHONE, diventando un suo concorrente diretto.

Acquisto

È possibile acquistare Honor Play sul sito ufficiale dell’azienda al prezzo pieno, oppure su Amazon, dove al momento è scontato a 292€. Continuate a seguire futuri ribassi di prezzo nel box qui sotto.

Potete anche aquistarlo con un forte sconto (sotto i 280€ spesso) su Gearbest.

Foto

Giudizio Finale

Honor Play

8.0

Honor Play

Honor Play è un buon smartphone, simile per molti versi ad altri dell'azienda (o di Huawei) con hardware simile, ma con un prezzo inferiore. Buona la qualità costruttiva e buono il display. Non ci sono spunti particolari per cui sceglierlo rispetto agli altri prodotti, ma il prezzo è sicuramente molto allettante.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Prezzo contenuto
  • Schermo "esplosivo"
  • Presenti NFC e jack audio
  • Buona qualità costruttiva
Contro
  • Fotocamere sottotono
  • Le performance non stupiscono più di altri prodotti simili
  • Nessun particolare spunto software

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.