Recensione Google Pixel 6A: Tensor si fa più piccolo

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Google Pixel 6A

Il medio gamma di Google per il 2022 è finalmente arrivato. Torna lo smartphone dalle dimensioni contenute che tanti chiedono, con tutta l'esperienza del software Google e ora anche dell'hardware.

PRO

  • Software Google
  • Ottime fotocamere
  • Impermeabile IP67
  • Compatto

CONTRO

  • Niente ricarica rapida
  • Prestazioni limitate con utilizzo intenso
  • Niente fotocamera zoom
  • Memoria non espandibile

Confezione

La confezione di Pixel 6A è la "classica" povera delle ultime generazioni di smartphone. All'interno infatti troviamo solo il cavo USB-C/USB-C e un pur sempre comodo adattatore da USB-A a USB-C.

Costruzione ed Ergonomia

Pixel 6A ha esattamente lo stesso linguaggio di design di Pixel 6 e 6 Pro. Svogliatamente è difficile riconoscere a prima vista di quale dei tre modelli si tratti. Rispetto agli altri due è però più compatto nelle dimensioni, ha uno sbalzo della fotocamera più ridotto e il retro è realizzato con un materiale plastico, benché di ottima qualità e quasi indistinguibile dalle versioni in vetro. Il profilo è invece sempre in metallo. Lo smartphone è poi ancora resistente ad acqua e polvere, anche se con lo standard IP67 e non IP68 dei fratelli maggiori. Considerando le dimensioni più contenute sul lungo periodo è sicuramente Pixel 6A quello che sceglieremmo, se dovessimo tenere conto solo di questo "capitolo" della recensione.

Hardware

Proprio come la versione top anche qui abbiamo il processore Google Tensor a 5 nanometri, il primo realizzato home made proprio da Google. Il processore è un octa core fino a 2,8 GHz con GPU Mali G78 MP20 con a supporto 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna UFS 3.1, quindi velocissima, seppur non espandibile. Le prestazioni offerte allo smartphone sono discrete ma sia i nostri stress test che il nostro utilizzo nella quotidianità hanno dimostrato che il dispositivo tende rapidamente a contenere la prestazioni per favorire la batteria e tenere a bada le temperature. A volte si possono notare dei micro lag in alcune operazioni, soprattutto quando si stressa molto il telefono, per esempio con la fotocamera. Discreto l'audio stereo.

Per quanto riguarda la connettività abbiamo il 5G, il Wi-Fi 6E e il Bluetooth 5.2. C'è anche la porta USB-C 3.1. Manca invece quest'anno il jack audio per le cuffie.

Fotocamera

In questa fascia di prezzo, se escludiamo ovviamente smartphone più vecchi proposti in offerta, questo Pixel 6A è indubbiamente forse una delle migliori scelte in termini di qualità. Certo, il sensore della fotocamera non è quello di Pixel 6 ma quello di Pixel 5 (e 4, e 3 e anche 2), ma il processore e il software di Google fanno la vera magia, restituendo scatti al top in qualsiasi situazioni. Entrambe le fotocamere (principale e grandangolare) sono da 12 megapixel. Al netto di alcuni casi particolari (come per esempio il buio estremo) è difficile notare la differenza con i concorrenti premium. Ho però sentito seriamente la mancanza di una fotocamera zoom nel mio viaggio in Scozia per le ferie. Solo per questo non mi sento di definirlo un camera phone, ma per il resto è indubbiamente uno dei migliori smartphone per le foto in assoluto. Più che discrete anche le foto dalla grandangolare, che perdono però ovviamente in definizione. Molto bene anche i video, che possono essere registrati in 4K a 60fps dalla fotocamera principale. La selfie camera realizza buoni scatti anch'essa, pur fermandosi a 8 megapixel come risoluzione.

Display

Google Pixel 6A è dotato di un display OLED da 6,1 pollici piatto. Lo schermo ha una risoluzione Full HD+ (1080 x 2400 pixel), è protetto da Gorilla Glass 3 e supporta l'HDR10. È un discreto display, seppur abbia delle tinte leggermenti verdognole inclinando lo schermo. In molti hanno fatto già notare come il refresh rate da soli 60 Hz sia un po' anacronistico. Lo è se confrontiamo lo smartphone nella sua fascia di prezzo, ma onestamente non è un motivo per cui vi diremmo di non considerare lo smartphone. La luminosità massima è molto buona, anche nelle giornate più soleggiate.

Software

Come sempre Google dota i suoi smartphone Pixel del suo software "magico", ovvero un'esperienza che va oltre quella classica di Android ma che incorpora all'interno chicche come il registratore vocale che trascrive il testo o la traduzione in tempo reale dell'audio delle varie app, molto comodo nei social network. Abbiamo poi un gran numero di gesture e ora anche il doppio tocco sul retro per eseguire un'azione (per esempio lo screenshot). Nel complesso è la classica esperienza Pixel che tutti si aspettano, sempre con le ultime novità all'interno e aggiornato di frequente (anche se per qualche ragione il nostro sample per la stampa è fermo alle patch di sicurezza di aprile 2022).

Autonomia

Sarà forse lo schermo a 60 Hz o il processore Tensor ma l'autonomia garantita dalla batteria da 4.410 mAh di questo Pixel 6A è decisamente buona e nella mia esperienza ha superato la giornata piena di utilizzo in praticamente ogni caso. E questo è fondamentale visto che lo smartphone si carica al massimo a 18W, non certo un fulmine. Più che della ricarica rapida ho sentito forse più la mancanza della ricarica wireless. Sarà la forte somiglianza estetica con i fratelli maggiori e l'esperienza d'uso così simile che mi ha reso questa mancanza più pesante.

Prezzo

Google Pixel 6A ha un prezzo di 459€ e per la prima volta è disponibile da subito anche su Amazon, tra l'altro con un'ottima promozione che lo abbina alle cuffie Pixel Buds-A, che vengono date in omaggio. Un prezzo forse un po' alto per il mercato della fascia media, ma bisogna considerare anche il momento storico con i prezzi in rialzo e anche la presenza del processore Google di fascia alta.

Foto

Giudizio Finale

Google Pixel 6A

Google Pixel 6A è uno smartphone estremamente valido, pensato per chiunque voglia uno smartphone durevole, con un'ottima fotocamera e con ultime funzoini di Google sempre a portata di mano. Molti però potrebbero trovare ragioni per non acquistarlo, come l'assenza del refresh rate aumentato, la ricarica rapida, l'espansione di memoria o la ricarica wireless. Concretezza vs completezza.

Sommario

Confezione 5.5

Costruzione ed Ergonomia 9

Hardware 8

Fotocamera 8.5

Display 7.5

Software 8.5

Autonomia 7.5

Prezzo 7

Voto finale

Google Pixel 6A

Pro

  • Software Google
  • Ottime fotocamere
  • Impermeabile IP67
  • Compatto

Contro

  • Niente ricarica rapida
  • Prestazioni limitate con utilizzo intenso
  • Niente fotocamera zoom
  • Memoria non espandibile

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Google Pixel 6a

Google Pixel 6a

  • Display 6,1" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 12,2 MPX ƒ/1.7
  • Frontale 8 MPX ƒ/2.0
  • CPU octa 2.8 GHz
  • RAM 6 GB
  • Memoria Interna 128 GB Espandibile
  • Batteria 4420 mAh
  • Android 12
Mostra i commenti