7.8

Recensione Fossil Gen. 5: eleganza e completezza (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Fossil Gen. 5

Il mondo degli smartwatch è ancora abbastanza florido, ma lo stesso non si può dire di quelli con Wear OS di Google. La nostra frequenza di recensioni di questi prodotti è crollata drasticamente e sempre meno produttori sembrano interessati a produrre orologi di questo tipo. Se c’è un’azienda che invece non ha nessuna intenzione di rallentare è Fossil che con i suoi molteplici brand è ancora molto aggressiva a riguardo. Noi oggi vi parleremo del Fossil Generation 5 (o Gen. 5) il modello di partenza all’interno della famiglia smartwatch di Fossil.

LEGGI ANCHE: Migliori smartwatch

7.0

Confezione

La confezione è molto semplice. Abbiamo all’interno l’orologio con un cinturino di una singola misura e il caricabatteria magnetico con il filo integrato. È sempre un peccato quando il filo non è separato, perché non ci permette di sostituirlo rapidamente in caso di rottura.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Il Fossil di quinta generazione è un orologio indubbiamente elegante e si vede come alle spalle ci sia un’azienda che da sempre produce orologi. Il design è un ottimo mix di classico e moderno con cassa in acciaio e vetro a filo. Sul lato destro troviamo tre tasti, di cui uno, quello centrale, è anche una ghiera girevole per scorrere nei menù, anche se probabilmente non userete quasi mai questa funzione. È poi abbastanza compatto con la sua cassa da 44 millimetri e lo spessore è di soli 12 millimetri. Peccato solo che il cinturino in silicone in dotazione non sia adatto ai polsi più esili. La misura più stretta era comunque troppo larga e personalmente ho dovuto usare un altro cinturino: la misura è quella standard da 22 millimetri. Lo smartwatch è poi resistente all’acqua fino a 3 atmosfere.

9.5

Hardware

Questo Fossil Gen. 5 è solo il secondo prodotto che proviamo con Snapdragon Wear 3100 di ultima generazione. Questo processore è poi accorpato con 1 GB di RAM e 8 GB di memoria interna. Due valori ampiamente più che sufficienti per un utilizzo soddisfacente nel quotidiano e garantiscono all’orologio prestazioni ottime in termini di velocità e reattività. Abbiamo poi il Bluetooth 4.2 low energy, il Wi-Fi b/g/n, il GPS assistito, l’NFC, l’accelerometro e l’altimetro. Dal punto di vista della connettività è quindi uno dei prodotti più completi in circolazione. Questo anche a fronte dell’aggiunta di microfono e speaker, assenti nelle generazioni precedenti.

SCHEDA: Fossil Gen. 5

8.0

Display

Fossil Gen. 5 è dotato di un display AMOLED da 1,3 pollici. Non è stata annunciata una risoluzione, ma dovrebbe aggirarsi attorno ai 320×320 pixel. Si tratta di uno schermo ad alta densità e comodamente leggibile, oltre che molto luminoso. Peccato per le cornici nere attorno al display che non permettono al display di coprire una superficie frontale più ampia. I quadranti digitali neri si confondono con questa cornice e probabilmente sono i migliori. Un punto debole è purtroppo l’automatismo della luminosità automatica. Risulta spesso troppo bassa e alla fine abbiamo deciso di regolarla manualmente su un valore più consono. La scelta è probabilmente dovuta ai consumi energetici, ma non fa veramente onore ad un display di questa qualità.

8.0

Software

Questo smartwatch Fossil arriva sul mercato con l’ultima versione di Wear OS, ovvero la 2.9 (al momento con le patch di aprile 2019). Non ci sono novità in come è stato implementato il software. Tenendo premuto sul quadrante è possibile cambiarlo con uno dei moltissimi messi a disposizione da parte di Fossil. Potrete anche personalizzarli e salvarli in categorie diverse all’interno di una voce apposita, per avere quindi una serie di quadranti personalizzati subito a disposizione. Scorrendo a sinistra aprirete invece l’assistente Google (richiamabile anche con una pressione prolungata del tasto centrale) a cui chiedere di eseguire un po’ tutte le operazioni che gli chiedereste da smartphone. Verso destra invece potrete inserire dei widget, fino a 5, come quello dell’attività giornaliera, il meteo, il calendario, le news e ancora altri.

Scorrendo verso il basso accederete ai comandi rapidi, fra cui quello del non disturbare o dell’attivazione dello speaker (che suonerà indipendentemente dalle impostazioni sullo smartphone). Verso l’alto accederete alle notifiche. Wear OS è come sempre probabilmente la miglior piattaforma per gestire le notifiche su Android. Le notifiche sono perfettamente sincronizzate con lo smartphone e vengono mostrate esattamente allo stesso modo, con la stessa possibilità di interazione. Potrete quindi vedere le foto ricevute nei messaggi di chat, rispondere rapidamente ai messaggi o espandere per leggere più testo. Le risposte possono essere scritte su una piccola tastiera o dettate a voce. Infine potrete rispondere alle telefonate scegliendo se farle partire sullo smartphone o sullo smartwatch.

Direttamente dall’orologio potrete poi accedere al Play Store e installare le vostre app preferite. Non sono poi tantissime, l’universo Wear OS non è mai esploso, ma ce ne sono abbastanza per renderlo davvero l’orologio smart più completo per Android. Qualche nome sparso: Spotify, Google Keep, Telegram, IFTTT, Uber, Todoist, Adidas Runtastic e tantissime app per il fitness.

Parlando di fitness, al netto dell’utlizzo di app di terze parti qui si fa affidamento su Google Fit. Funziona bene e ci sono molti sport fra cui scegliere, ma si capisce che non è questa la vocazione dell’orologio. Con una corsa all’aperto senza smartphone al seguito siamo rimasti molto soddisfatti dalle performance generali, anche se esistono smartwatch/sportwatch che hanno un fix GPS ancora più rapido e abbiamo notato un leggero ritardo nel notare rapidi aumenti del battito cardiaco (poi però tracciati alla perfezione).

7.0

Autonomia

La batteria da 400 mAh fa quello che può, ma Wear OS si è dimostrato ancora una volta avido di batteria. Con una singola carica si arriva sempre a fine giornata con la modalità energetica standard e a fine giornata si mette in carica l’orologio con circa un 20-30% di batteria, che però potrebbe anche essere totalmente esaurita se la vostra giornata di lavoro è iniziata particolarmente presto. Ci sono altre modalità energetiche di cui una personalizzabile. Disattivando l’always-on si può arrivare a due giorni con un utilizzo normale, considerando però di spegnerlo la notte. L’assenza di una funzione di tracciamento del sonno è a nostro parere indicativa.

6.5

Prezzo

Fossil Gen. 5 viene venduto a 299€, un prezzo un po’ alto per il mercato smartwatch attuale, ma allineato al listino di un brand come Fossil. Lo smartwatch è disponibile su Amazon al prezzo di lancio.

Foto

Giudizio Finale

Fossil Gen. 5

7.8

Fossil Gen. 5

Fossil Gen 5 è un prodotto elegante ed estremamente completo. Forse si poteva osare di più con display e autonomia, ma indubbiamente è il prodotto più completo per chi cerca un prodotto smart da usare con uno smartphone Android.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Elegante e comodo
  • Ottima gestione delle notifiche
  • Hardware completo
  • Perfetta integrazione con Android
Contro
  • Autonomia di solo 1 giorno
  • Luminosità automatica al ribasso
  • Cinturino un po' largo
  • Non costa poco

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.