8.3

Recensione ASUS Zenfone Max Pro (M2): unico. Di nuovo (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione ASUS ZenFone Max Pro (M2)

Il primo ZenFone Max Pro ci aveva stupito in positivo. Era il primo smartphone dell’azienda ad arrivare con Android stock e questo era sicuramente qualcosa che non ci saremmo aspettati prima. Scopriamo insieme se questo ASUS ZenFone Max Pro (M2) ha mantenuto le aspettative del suo predecessore.

LEGGI ANCHE: Recensioni ASUS

7.5

Confezione

All’interno della confezione di questo Max Pro (M2) troviamo un alimentatore 5V/2A, un cavo USB-microUSB, un paio di cuffie stereo e anche una cover in silicone per proteggerlo. In sostanza tutto ciò che si desidererebbe “per partire”.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

ASUS ZenFone Max Pro M2 ha un design decisamente più elegante e ricercato rispetto alla concorrenza nella sua fascia di prezzo. Ha un bel profilo lucido in metallo che lo rende robusto e resistente e un retro curvo ai lati che genera dei bei giochi di luce. In mano è gradevole ed è bello notare come il retro non trattenga molto le impronte. Il tutto poi in una scocca sottile (8,5 millimetri) ed in un peso sorprendentemente leggero (175 grammi). Se questi numeri non vi sembrano poi così contenuti è solo perché ancora non sapete la dimensione della batteria di questo smartphone. Per ottenere questo risultato l’azienda ha però dovuto utilizzare un materiale plastico per la scocca posteriore. I vantaggi sono la leggerezza e la resistenza alla rottura, mentre gli svantaggi sono una leggera flessione premendo forte con la mano e l’essere meno resistente ai micrograffi. Pro e contro di un bilanciamento che ci è comunque sembrato intelligente.

8.0

Hardware

Snapdragon 660 è il processore che spinge questo smartphone. Si tratta di un processore non recentissimo, ma ancora molto valido (e fra i migliori della sua fascia). È una CPU octa core da 1,95 GHz, con il supporto della GPU Adreno 512. In questo specifico smartphone abbiamo poi ben 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile, utilizzando una microSD che non va ad occupare lo spazio della seconda nanoSIM che ha un suo slot dedicato. Sono pochissimi gli smartphone con caratteristiche simili nella fascia di prezzo. Meno esaltante la parte della connettività, che è comunque più che sufficiente. Abbiamo la connettività LTE fino a 150 Mbps e il Wi-Fi a/b/g/n monobanda. Abbiamo però il Bluetooth aggiornato alla versione 5.0 e l’NFC per abilitare i pagamenti mobili (e non solo). Presenti infine la radio FM e il jack audio da 3,5 millimetri. Sul retro troviamo un preciso lettore di impronte digitali e lo speaker, pur essendo mono, è uno dei migliori nella sua categoria.

SCHEDA: ASUS ZenFone Max Pro M2

7.0

Fotocamera

Questo smartphone è dotato di una doppia fotocamera principale. La prima è una 12 megapixel ƒ/1.8 e la secondaria è una 5 megapixel ƒ/2.4 per il calcolo della profondità. Si tratta di un’accoppiata interessante, capace di scattare discrete foto, sopratutto nella fascia in cui si vuole inserire. Migliora sensibilmente quanto visto in Max Pro M1 e adesso abbiamo un dispositivo che in condizioni di buona o discreta luce riesce comunque a realizzare scatti decisamente buoni. Con poca luce invece l’assenza di stabilizzazione la penalizza e così anche il software sembra non gestire alla perfezione le forti luci, con HDR non troppo incisivo. L’intelligenza artificiale riconosce poi 13 scene e applica dei miglioramenti: niente di rivoluzionario, ma per fortuna neanche niente che possa peggiorare la qualità del vostro scatto. Anzi. Nel complesso una fotocamera degna di questo prodotto e con non molte modalità di scatto da cui attingere. Buono l’effetto di sfocatura (quando selezionato) e discreti anche i selfie che, grazie alla fotocamera frontale da ben 13 megapixel ƒ/2.0 (con tanto di led flash), sono ben definiti e se farete attenzione a scegliere la luce giusta saranno meglio di quello che speravate (al netto di qualche esagerazione nella nitidezza) I video si registrano fino alla risoluzione del 4K. Sono discreti ma un po’ tremolanti. La cosa migliora con i video in Full HD stabilizzati elettronicamente.

8.0

Display

ASUS ZenFone Max Pro M2 è uno smartphone con un display da ben 6,3 pollici. Non è però enorme, grazie al formato in 19:9 e al fatto che il display arriva vicino ai bordi, posizionando sensori frontali e fotocamere in un notch frontale superiore non troppo esteso. Si tratta di un buon pannello con risoluzione FullHD+ (2280 x 1080 pixel) e colori ben tarati. Supporta l’ambient display alla ricezione delle notifiche ed è protetto da un vetro Gorilla Glass 6 ed è solo il secondo smartphone sul nostro mercato (dopo ROG Phone) ad arrivare con questa tecnologia. Il notch non essendo troppo esteso non ruba troppo spazio alle notifiche e tutto sommato è un disturbo tollerabile. Non è però possibile nasconderlo via software.

8.0

Software

Proseguendo sulla strada intrapresa da ASUS anche per la variante M1 di questo smartphone, anche ZenFone Max Pro M2 ha all’interno una versione stock di Android, in questo caso basata su Android 8.1 Oreo (patch di dicembre 2018). Verrà rilasciato Android Pie entro fine mese (gennaio 2019). Noi abbiamo provato una versione molto beta di questo firmware ma abbiamo scelto di realizzare la recensione sulla versione stabile (questa definizione non è un caso).

Il sistema non offre alcun tipo di personalizzazione se non un menù dove abilitare il doppio tocco per bloccare e sbloccare lo schermo. Per il resto ASUS ha preinstallato una calcolatrice, una radio FM e un registratore vocale, lasciando il resto esattamente come Google l’aveva pensato. Avevamo definito M1 come un piccolo Pixel e confermiamo questo parere, ricordando come però questo dispositivo non faccia parte della linea Android One. Il sistema è estremamente reattivo ed è proprio quello che vi aspettereste da uno smartphone così (e forse anche qualcosa in più).

8.5

Autonomia

ASUS ZenFone Max Pro M2 mantiene l’enorme batteria da 5000 mAh che è oggettivamente il punto forte di questo dispositivo. Con questo smartphone è possibile arrivare a due giorni di autonomia anche con un utilizzo più intenso e arrivare anche a quasi tre giorni con utilizzo blando. Con un utilizzo molto intenso forse potreste dover caricare la batteria prima della fine del secondo giorno, ma mai alla fine del primo giorno. Notevole il lavoro che è stato fatto per tenere lo smartphone leggero e compatto, nonostante la grande batteria.

7.5

Prezzo

Lo smartphone viene commercializzato in un unico taglio di memoria (finalmente!) a 299€. Si tratta di 50€ in più del modello precedente, un aumento ancora accettabile e nel complesso un buon prezzo. Si tratta comunque di un prezzo destinato (lievemente) a scendere nei prossimi mesi.

Tutte le migliori offerte per ASUS ZenFone Max Pro M2

Foto

Giudizio Finale

ASUS ZenFone Max Pro (M2)

8.3

ASUS ZenFone Max Pro (M2)

ASUS ZenFone Max Pro (M2) è uno smartphone perfetto per chi vuole spendere poco e non avere rinunce. Schermo ampio, software pulito, ottima autonomia, una fotocamera che non faccia schifo e un bel design. In realtà le rinunce ci sono (retro in plastica, microUSB o Wi-Fi monobanda), ma non sono poi veramente influenti per buona parte di chi cerca in questa fascia.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Display ampio
  • Ottima autonomia
  • Doppia SIM + microSD
  • Software stock
Contro
  • Porta microUSB
  • Wi-Fi monobanda
  • Retro in plastica
  • Android Pie solo dopo aggiornamento