8.2

ASUS ZenFone 5, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione ASUS ZenFone 5

ZenFone 5 non è certo un nome nuovo in assoluto. Era il 2014 quando l’azienda lanciava uno smartphone dallo stesso nome, ma la cui cifra indicava la diagonale del display e non, come in questo caso, la generazione della famiglia ZenFone. Scopriamo se questo #BackTo5 è realmente il punto di svolta come ASUS spera.

LEGGI ANCHE: Recensioni ASUS

Video

8.0

Confezione

All’interno della confezione troviamo un alimentatore 5V/2A, un cavo USB/USB-C, e un paio di buone cuffie in-ear con gli adattatori. In omaggio troviamo poi anche una cover in silicone trasparente per proteggere il dispositivo. L’azienda ha poi garantito una cover personalizzata in omaggio a chi acquista uno ZenFone 5.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

ASUS ZenFone 5 è realizzato, come già le precedenti generazioni, con un retro in vetro totalmente piatto, interrotto solo dalle due fotocamere poste in un angolo, leggermente sporgenti. Dietro il vetro un effetto cangiante circolare che riflette la luce. Il profilo è opaco e con delle fresature lucide sui bordi, Nel complesso lo smartphone è molto rifinito nel design, che però è sicuramente non il più originale del mercato e che scimmiotta un po’ altri dispositivi sul mercato. Lo smartphone è comunque abbastanza compatto considerando la dimensione del display e abbastanza comodo nell’uso quotidiano. Unica nota per i più precisi: i tasti fisici sul lato destro hanno un buon click, ma si muovono leggermente dentro la loro sede.

8.0

Hardware

ASUS ZenFone 5 nella variante ZE620KL, ovvero quella venduta in Italia, ha un hardware da buon medio gamma. Abbiamo un processore Snapdragon 636 octa core da 1,8 GHz, con GPU Adreno 509, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile utilizzando una microSD. Lo slot per l’espansione di memoria è ibrido e quindi dovrete scegliere fra questa possibilità o quella della seconda nanoSIM. La connettività LTE permette di navigare in 4G fino a 600 Mbps, mentre abbiamo poi anche il Wi-Fi ac a doppia banda, il Bluetooth 5.0, l’NFC e la radio FM. Presente poi anche il led di notifica e il jack audio da 3,5 millimetri per collegare un paio di cuffie “classiche”. Per fortuna. L’audio è stereo ed ha tutto sommato una buona qualità ed un buon volume. Sul retro troviamo infine un buon lettore di impronte digitali per uno sblocco rapido e preciso.

SCHEDA: ASUS Zenfone 5

8.0

Fotocamera

Questo smartphone è dotato di un interessante sistema di doppia fotocamera. La prima fotocamera è una 12 megapixel ƒ/1.8 stabilizzata otticamente, mentre la seconda fotocamera è una 8 megapixel ƒ/2.0 con apertura grandangolare da 120 gradi. Il software di scatto è abbastanza intuitivo, anche se non porta in dote grandi novità rispetto alla scorsa generazione. Anche le modalità di scatto sono simili e includono funzionalità come la modalità manuale, la super risoluzione (da 48 megapixel) e la modalità sfocatura, che sfrutta entrambi i sensori. Fra le novità troviamo però un sensore di spettro colore per il calcolo del colore della scena e un AI scene detector che va a capire cosa stiamo inquadrando e apporta delle modifiche migliorative. Purtroppo non è possibile disattivarlo nel caso il risultato non ci soddisfi. La fotocamera è veloce, ma non un fulmine. Nel complesso la fotocamera ci ha convinto e la seconda fotocamera grandangolare è un’ottima gradita sorpresa, che apprezziamo spesso più di altre soluzioni differenti.

Se nel complesso le foto sono buone, non neghiamo di aver trovato un po’ di rumore digitale in più rispetto a quello che avremmo gradito, ma nel complesso, e sopratutto su schermi più piccoli, è difficile notarlo. Dove invece si può fare meglio è all’aperto con le forti luci, dove a volte l’HDR fa il suo dovere e altre volte meno. In alcune circostanze poi non c’è molta coerenza nell’impostazione cromatica fra una foto scattata con la fotocamera classica e quella grandangolare.

Non male i video grazie alla stabilizzazione ottica. Fino alla risoluzione di Full HD a 30 fps entra in gioco poi anche una buona stabilizzazione elettronica, che seppur non eliminando al 100% le vibrazioni nel video, rende i video godibilmente stabili. La risoluzione di Full HD è poi la risoluzione massima per la registrazione con la fotocamera grandangolare, mentre si può arrivare al 4K con quella principale. Curiosa la possibilità di fare video a 120 fps con la fotocamera principale in Full HD.

Bene la fotocamera frontale da 8 megapixel ƒ/2.0 che realizza buone foto, ha un buon HDR e ci ha permesso anche di registrare buoni video in Full HD.

SAMPLE: FotoVideo

8.5

Display

ASUS ZenFone 5 (2018) porta in dote un ampio 6,2 pollici FullHD+ (2246 x 1080 pixel) in tecnologia Super IPS. Si tratta di un buon pannello, luminoso e ben tarato nei colori. Apprezzabile il lavoro fatto nella taratura con un 95,4% del color gamut NTSC e il supporto al DCI-P3. Nelle impostazioni è poi a disposizione una opzione per far sì che si adatti in automatico ai colori ambientali. Comoda anche l’opzione per risvegliare lo schermo sollevando lo smartphone, anche se non abbiamo trovato questa opzione molto precisa. La luminosità automatica lavora poi bene nelle varie condizioni di luce.

Dal punto di vista della realizzazione questo display con un vistoso notch nella parte superiore è forse uno dei migliori nel panorama Android per quanto riguarda l’ottimizzazione degli spazio sul pannello frontale con bordi abbastanza ridotti ai lati e solo uno spessore più ampio nella parte inferiore.

8.0

Software

ASUS ZenFone 5 arriva sul mercato aggiornato alla versione 8.0 di Android Oreo con la ZenUI 5 al suo interno. L’interfaccia, seppur secondo noi ancora non perfetta, è decisamente migliorata negli anni e dopo il grande passo con il software dello scorso anno, abbiamo trovato anche quest’anno qualche miglioramento. Abbiamo come al solito l’implementazione dei temi, la possibilità di salvaguardare i file in un archivio nascosto, un Page Maker che estende le funzioni di Google Chrome, la possibilità di sdoppiare alcune app, il Game Genie e la modalità ad una mano. Troviamo poi alcune interessanti implementazioni dell’intelligenza artificiale, come alcuni consigli su quando attivare una modalità chiamata AI Boost per massimizzare le prestazioni o una funzionalità AI suoneria che adatta il volume della suoneria in automatico in base al rumore ambientale.

Molto poco convincenti le Zenimoji, simpatiche faccine che si animano con la nostra faccia e non del tutto perfetto lo sblocco facciale, che seppur funzioni nella maggior parte dei casi non è sempre impeccabile nella velocità di risposta e in alcuni casi richiede la pressione del tasto per “tentare di nuovo”. L’interfaccia è nel complesso fluida in quasi ogni occasione, ma ci sono degli antipatici lag in alcune precise circostanze, come l’apertura del drawer o l’apertura della tenda delle notifiche se sono presenti delle notifiche. La specificità di questi vistosi rallentamenti ci fa pensare che tutto possa essere risolto in un futuro aggiornamento.

La domanda che molti si faranno: qual è la gestione del notch da parte di ASUS? Di per sé gli indicatori stanno ai lati del notch mentre le notifiche vengono genericamente mostrate con dei tre puntini. Ticcandoli la barra si ingrandisce di una riga per mostrare le varie icone. Simpatico, ma non sempre comodissimo. Nelle app invece, essendo lo schermo in 19:9 appare una barra nera che copre l’intero spessore del notch nascondendo l’effetto. Curiosamente fa eccezione YouTube: quando guardiamo i video in 18:9 questi vanno in parte a finire dietro al notch.

7.5

Autonomia

Buona l’autonomia offerta dalla batteria da 3300 mAh. Si riesce ad arrivare con un utilizzo abbastanza intenso alla fine della giornata, seppur non con abbastanza autonomia da evitarci di caricarlo durante la notte, dove entra in gioco una modalità AI ricarica che dilata il tempo di ricarica imparando dalle nostre abitudini in base a quando ci svegliamo la mattina. È presente la ricarica rapida, utilizzabile anche con l’alimentatore in dotazione.

7.5

Prezzo

ASUS ZenFone 5 ZE620KL viene lanciato in Italia a 399€, un prezzo adeguato per questo prodotto che, seppur con un hardware da medio di gamma, vuole “giocare” con i grandi. Al momento non è però disponibile in negozi online differenti dallo store ufficiale di ASUS.

Potete però comprarlo su Gearbest che lo vende a 367€, un prezzo molto interessante, considerando anche che si tratta della versione globale, la stessa che comprereste nello store ASUS.

Confronti

ASUS ZenFone 5 vs Nokia 7 Plus: il confronto (foto e video)

Foto

Giudizio Finale

ASUS ZenFone 5

8.2

ASUS ZenFone 5

ASUS ZenFone 5 colpisce prima di tutto per il suo design, non forse originale, ma sicuramente molto bello. In più offre un buon display, delle discrete fotocamere e un software in evoluzione. Anche dal punto di vista hardware è poi un dispositivo completo (beh, c'è anche il jack audio!). Ci sono ancora delle piccole sbavature, ma gli aggiornamenti software potrebbero correggerle.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Design accattivante
  • Buon display
  • La seconda fotocamera grandangolare è divertente
  • Hardware completo
Contro
  • Sblocco facciale non sempre perfetto
  • Qualche sbavatura software nelle fotocamere
  • Si deve scegliere fra seconda SIM e microSD
  • Qualche lag nell'interfaccia