8.9

Recensione ASUS ROG Phone II: come si migliora il miglior gaming phone? (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione ASUS ROG Phone II

ASUS ROG Phone lo scorso anno era stato uno dei dispositivi che più ci aveva stupito. Le attese per ROG Phone II, ampiamente svelato nella nostra anteprima, erano quindi alte. Scopritelo nella nostra recensione completa.

LEGGI ANCHE: Migliori gaming phone

Confezione

Non abbiamo potuto provare la confezione finale di ROG Phone II e non possiamo quindi esprimere un giudizio. Possiamo però elencare il contenuto che ci è stato raccontato: alimentatore da 30W, cavo di ricarica, auricolari, ventola esterna AeroActive Cooler II (4 volte più silenziosa) e bumper di protezione.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

La variante “2” di ROG Phone non fa passi indietro in termini di design e anzi si spinge leggermente in avanti. La finitura è ora specchiata e rimangono tutte le venature geometriche che fanno un bell’effetto arcobaleno quando la luce di batte sopra. Sempre sul retro è ancora presente un vistoso led RGB con il logo ROG che si illumina durante le sessioni di gioco. Il vetro posteriore è incorniciato in un frame metallico opaco e i tasti fisici di accensione e del volume sono sul lato destro. Offrono un ottimo click alla pressione e si raggiungono abbastanza bene. Se ROG Phone era grande ASUS ROG Phone II è ancora più grande. Lo spessore arriva a 9,5 millimetri e il peso a 240 grammi. Non è un telefono per tutti e usato a lungo il peso si fa sicuramente sentire. Il motivo lo potete immaginare, ma ne parliamo più avanti. Ottima la protezione oleofobica sul retro: è uno degli smartphone che si sporca meno tenendolo in mano tutto il giorno. Sul design non c’è molto da dire: è eccessivo, perché pensato per i gamer. O piace o non piace.

10.0

Hardware

ASUS ha inserito in questo smartphone tutta la tecnologia a disposizione. Abbiamo, per la prima volta il processore Snapdragon 855+ octa core da 2,96 GHz con GPU Adreno 640 a clock maggiorato e ben 12 GB di RAM. Il tutto è accompagnato da ben 512 GB di memoria interna ora UFS 3.0, sempre non espandibile. Rimane il supporto doppia SIM. Ottima la connettività: Wi-Fi ad (per l’utilizzo dello streaming video WiGig), Bluetooth 5.0, NFC, uscita video USB-C 3.1, radio FM e anche l’amatissimo jack audio. Nello specifico le antenne Wi-Fi sono ben quattro, per non essere mai coperte durante le sessioni di gioco. Parlando di connessioni anche quest’anno ROG Phone ha a disposizione ben due porte USB-C, in modo da collegare il cavo a piacimento in base a se e come si sta usando lo smartphone. Geniale. Ottima la presenza del led di notifica, ormai scomparso sui dispositivi della concorrenza. Ancora stereo i due speaker frontali. Probabilmente nessun altro smartphone ci ha dato la stessa ottima sensazione stereo di questo ROG Phone II e la pressione sonora è eccellente, aumentabile ancora (a scapito della qualità) tramite la relativa opzione nelle impostazioni. Una chicca: i motorini (sì, al plurale) della vibrazione offrono un feedback aptico eccellente, sicuramente uno dei migliori nel panorama Android. Ve ne accorgerete non solo giocando, ma anche semplicemente utilizzando la tastiera virtuale. Il lettore di impronte digitali è sotto al display: preciso e abbastanza veloce, quantomeno nella media dei migliori lettori ottici.

SCHEDA: ASUS ROG Phone II

8.0

Fotocamera

Le fotocamere sono quelle di Zenfone 6. Abbiamo una 48 megapixel ƒ/1.8 (purtroppo non più stabilizzata) e una 13 megapixel grandangolare ƒ/2.4. Si tratta di una coppia di buone fotocamere che renderanno giustizia ad uno smartphone che è pur sempre un vero top di gamma. La fotocamera scatterà di base a 12 megapixel interpolando 4 pixel in uno e dandovi la possibilità di sfruttare il buon HDR automatico. Le immagini hanno molto dettaglio, buoni colori e un buon bilanciamento della luce in praticamente ogni situazione. Anche con poca luce le immagini sono molto buone, anche se ci sono delle discrepanze con quelli che si considerano i veri camera phone. La stessa considerazione vale anche con poca luce, dove la grandangolare, molto divertente di giorno, diventa decisamente meno interessante e introduce decisamente troppo rumore digitale. Non sono molte le modalità di scatto ma fra queste troviamo anche la modalità ritratto, il panorama, la modalità notte e la modalità manuale.

Bene i video in 4K, anche a 60fps. È uno dei pochissimi dispositivi che offrono la stabilizzazione elettronica anche in questa combinazione, garantendo immagini fluide in ogni occasione. Veramente niente male. Peccato che non sia possibile passare fra le due fotocamere durante la registrazione video (al massimo in 4K a 30fps con la grandangolare). Buona la fotocamera frontale da 24 megapixel ƒ/2.2. Curioso che sia leggermente decentrata, probabilmente per favorire la ripresa di sé stessi durante le sessioni di gioco a distanze più ravvicinate.

9.5

Display

ASUS ROG Phone II ha a disposizione un pannello da 6,59 pollici AMOLED FullHD+ (1080 x 2340 pixel). Questo pannello è luminoso e dai colori tarabili in 5 modalità diverse (di cui una personalizzabile). Offre una latenza inferiore al millisecondo ma sopratutto permette di essere impostato a 60, 90 o 120 Hz per quanto riguarda la frequenza di aggiornamento, rendendo di fatto la fluidità di tutta l’interfaccia (oltre che dei giochi) impagabile. Presente anche la possibilità di riaccendere il display sollevando lo schermo e anche un always-on che però non mostra le notifiche (solo chiamate perse e SMS). Lo schermo è ancora HDR 10-bit. Ricordiamo poi che il display non ha interruzioni: niente notch e niente fori.

9.0

Software

Lo smartphone ASUS ROG arriva sul mercato con Android 9.0 Pie aggiornato alle patch di giugno 2019 (non le ultime, ma durante il test si è aggiornato spesso). Partiamo dal lato gaming. Abbiamo una sezione Armory Crate che raccoglie all’interno tutte i giochi installati e tutte le impostazioni, anche in termini di potenza hardware per i singoli giochi. Da qui potrete anche gestire le opzioni generali del telefono per quanto riguarda i giochi. Avviando un gioco da qui potrete attivare un pannello laterale comodissimo che vi aprirà molte strade: registrare lo schermo, fare uno streaming su YouTube o Twitch, svuotare la memoria, disattivare le notifiche, attivare delle macro di gioco e configurare gli Air Trigger. Avrete poi rapidamente anche il controllo della luminosità, della connessione e potrete attivare un piccolo pannello in sovrimpressione che mostra lo stato dello smartphone. Non dimentichiamoci poi la possibilità di personalizzare il led RGB con il logo ROG sul retro. Molte di queste non sono opzioni rivoluzionarie, ma che faranno però al felicità di chi gioca molto allo smartphone, offrendo il massimo controllo. Quello che davvero rivoluziona l’esperienza di gioco a nostro parere sono gli accessori, che però non sono oggetto di questa recensione (li potete vedere qui nel video di anteprima).

Ma se leviamo la parte di gaming a questo ROG Phone II cosa gli rimane? Moltissimo. Molto più di quello che avremmo immaginato. Sopratutto per un’apertura rinnovata verso chi vuole tutta la potenza di questo smartphone ma non è poi così interessato ai giochi. Abbiamo ora un tema stock che tramuta l’interfaccia fino a farla diventare simile a un Pixel, o quasi. Nelle impostazioni abbiamo poi una moltitudine di impostazioni (troppe potrebbe dire qualcuno). Abbiamo la possibilità di sdoppiare le app (e anche alcuni giochi), le gesture di navigazione, la modalità ad una mano e ancora molto altro. Il sistema è fluidissimo e se attiverete lo schermo a 120 Hz questo aumenterà la percezione di fluidità: mai vista così su di uno smartphone con interfaccia stock.

9.0

Autonomia

Se c’è un punto su cui ROG Phone II ha fatto un balzo in avanti incredibile passando da 4.000 ad addirittura 6.000 mAh, diventando ufficialmente il top di gamma dalla batteria più capiente, superando il neo-eletto ASUS Zenfone 6. Come abbiamo visto il peso ne ha risentito, ma l’impatto sulla batteria è notevole (il 50% in più dicono i numeri). Anche giocando con lo smartphone è impossibile terminare l’autonomia prima di fine giornata e con un utilizzo medio o anche medio intenso potreste arrivare a due giorni pieni di autonomia. Non solo è l’unico top di gamma ad esserne capace, ma è anche uno dei pochi smartphone in generale a potersi vantare di ciò. La ricarica rapida è quella a 30W (60%, ovvero 4.000 mAh, in un’ora di carica), mentre manca sempre la ricarica wireless.

Ricordiamo infine come anche la porta USB sul lato lungo può essere usata per caricare lo smartphone, liberandovi dall’intralcio del filo sul “lato” quando usate lo smartphone in orizzontale per giocare. Una nota: l’impatto dei 120 Hz sulla batteria è reale, ma difficilmente vi impedirà di arrivare a fine giornata. Se contate quindi di caricare lo smartphone ogni giorno potrete tranquillamente godervi lo smartphone a 120 Hz senza pensieri.

Accessori

Dal punto di vista puramente gaming una delle più grandi novità sono i suoi accessori ripensati, come i nuovi controller Kunai (che lo fanno sembrare un po’ una Nintendo Switch), il nuovo (e più smart) TwinDock II, oltre che i dispositivi già esistenti per collegarlo al monitor (con gli accessori cablati) o a una TV (wireless).

Nell’attesa di una prova completa potete guardarli nella nostra video anteprima:

7.5

Prezzo

Non aumenta il prezzo di ROG Phone II. Un risultato incredibile al giorno d’oggi (anche aziende come OnePlus ormai spingono verso l’alto anno dopo anno). Il prezzo di ROG Phone II nella versione Elite (lucida) è quindi di 899€. Si sale a ben 1.199€ per il modello Ultimate con la finitura Matte Black e ben 1TB di memoria interna. Quest’ultimo sarà disponibile a partire da fine settembre, mentre Elite è già disponibile sul sito ASUS.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

ASUS ROG Phone II

8.9

ASUS ROG Phone II

ASUS ROG Phone II è il miglior smartphone gaming. E non di poco. Ma non era un compito difficile, visto che oggi ROG Phone (2018) era ancora il migliore in tal senso. E allora ASUS ha fatto ciò che doveva: ha migliorato il telefono sotto ogni aspetto, rendendolo un top di gamma goloso per molti, anche non gamer. Sempre che il design aggressivo faccia per voi.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Potentissimo
  • Tante soluzioni intriganti
  • Batteria strepitosa
  • Refresh rate di 120 Hz
Contro
  • Non impermeabile
  • Memoria non espandibile
  • Manca la ricarica wireless
  • Il design non è per tutti