8.8

Recensione ASUS ROG Phone 3: senza rivali (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione ROG Phone 3

ROG Phone II del 2019 era stato non solo il miglior gaming phone dell’anno ma anche uno dei migliori smartphone in assoluto a essere rilasciati sul mercato. Per questo l’attesa per ROG Phone 3 è sempre stata alta. Oggi è arrivato il momento di scoprire tutto quello che c’è da sapere sul nuovo top di gamma dell’azienda taiwanese.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone gaming

8.5

Confezione

La confezione di ROG Phone 3 (adesso in numeri arabi e non più romani) è un prisma a base triangolare. Le due estremità scivolano una dentro all’altra e aprendo la confezione si accede ai vari accessori. All’interno della confezione troviamo un cavo USB-C/USB-C (bene!), l’alimentatore da 30W, un bumper nero in plastica e anche l’AeroActive Cooler 3, ovvero l’accessorio da agganciare sul retro per raffreddare più rapidamente lo smartphone e aggiungere anche una porta jack audio da 3,5 millimetri. Abbiamo poi anche un adattatore da USB-C a jack audio da 3,5 millimetri e dei gommini sostitutivi per coprire le porte USB-C che non si usano. I più veloci avranno in omaggio anche un paio di cuffie Cetra / Cetra Core (vedi capitolo del prezzo).

8.0

Costruzione ed Ergonomia

ROG Phone 3 dal punto di vista costruttivo ricorda in modo molto marcato il suo predecessore. Il retro è sempre in vetro lucido e adesso questo vetro copre anche la parte metallica a triangolo che sovrasta tutto il sistema di raffreddamento GameCool 3. Lo smartphone rimane comunque grande (9,85 millimetri di spessore) e pesante (240 grammi), ma come vedremo l’hardware e la batteria di questo smartphone hanno il loro peso (letteralmente) in termini di spazio occupato. Lo smartphone si impugna bene, ma non è uno di quei telefoni che si può usare agevolmente anche con una mano. Come dichiarato anche da ASUS questo è uno smartphone pensato per essere usato anche e sopratutto in orizzontale e quindi con due mani. Il design, non essendo cambiato, strizza ancora l’occhio ai gamer e per qualcuno potrebbe ancora essere un po’ eccessivo.

9.5

Hardware

Dal punto di vista hardware ASUS ha messo all’interno di questo ROG Phone 3 tutto il meglio in circolazione. Non solo in termini di potenza pura, ma anche di dettagli. Andiamo con ordine: è il primo ad utilizzare il nuovo Snapdragon 865 Plus octa core da 3,1 GHz. Questa CPU è supportata dalla GPU Adreno 650 e da 12 o 16 GB di RAM LPDDR5 (noi abbiamo provato quest’ultima versione). La memoria interna ammonta a 512 GB ed è ora nella velocissima tecnologia UFS 3.1. L’azienda rilascerà poi immediatamente anche una versione “Strix Edition” con il processore Snapdragon 865, 8 GB di RAM LPDDR5 e 256 GB di memoria UFS 3.1. In tutti i casi la memoria non è espandibile. Lo smartphone è poi dotato di un’eccellente connettività: 5G Sub6, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1 e pieno supporto dual SIM (nanoSIM). La porta è ancora una volta USB-C 3.1 e supporta l’uscita video. Il GPS infine è dual band. Sul lato lungo abbiamo ancora una volta altre due porte USB-C, per la ricarica e per gli accessori.

Ricordiamo ancora quanto eravamo rimasti stupiti da potenza e qualità audio di ROG Phone II. Ora con ROG Phone 3 siamo stati nuovamente stupiti, con un volume ancora superiore e una qualità audio impareggiata dagli altri smartphone nel 2020. L’audio è stato tarato dall’azienda svedese Dirac e include una funzionalità che aumenta di 2 ottave i toni bassi per renderli percepibili, cosa altrimenti impossibile vista la dimensione fisica ridotta degli speaker degli smartphone. Specificatamente al mondo del gaming abbiamo poi ancora gli Air Trigger su uno dei due lati lunghi, che permettono di attivare comandi quando premuti con le dita. Adesso questa terza versione supporta anche lo scorrimento laterale e la pressione prolungata, abilitando nuove funzionalità per il giocatore. In più il sistema di raffreddamento GameCool 3 include ora una piastra in rame grande 6 volte la precedente, una camera di vapore ridisegnata e un foglio di grafite più grande. L’unica novità negativa è che il nuovo modem 5G (così ci è stato detto) ha richiesto più spazio e in quest’ottica è sparito anche qui il jack audio da 3,5 millimetri. Per fortuna la ventola in dotazione lo aggiunge nuovamente.

SCHEDA: ROG Phone 3

8.0

Fotocamera

ASUS ha optato per un sistema a tre fotocamere per il suo ROG Phone 3. Abbiamo una fotocamera principale da 64 megapixel ƒ/1.8, una 13 megapixel grandangolare ƒ/2.4 e una 5 megapixel macro ƒ/2.0. La qualità fotografica di questo ROG Phone 3 è stata superiore alle aspettative, come già successo lo scorso anno. Niente a che vedere con gli smartphone premium del 2020, ma decisamente meglio da quello che ci saremmo aspettati da un gaming phone top di gamma. Le immagini sono nitide e ben dettagliate e di sera la modalità notturna, che si attiva anche in automatico e scatta per 4 secondi, fa veramente la differenza, con un guadagno in termini di qualità veramente impressionante. In condizioni di luce scarsa a volte il bilanciamento del bianco tende un po’ al giallo e all’aperto con molta luce abbiamo notato invece un po’ di nitidezza o contrasto eccessivo in certi scatti, ma niente di veramente compromettente. Sono però queste le differenze che si notano con i vari cameraphone. Solo discreta la fotocamera da 24 megapixel f/2.0, ancora leggermente decentrata probabilmente per favorire i gamer che la utilizzano nei giochi a distanza ravvicinata. I video si registrano ora in 8K o in 4K fino a 60fps. La stabilizzazione elettronica rimane in gioco anche con questa qualità, garantendo filmati assolutamente godibili a praticamente qualsiasi risoluzione. Presente anche una nuova modalità HyperSteady. La stabilizzazione migliora, ma cala molto la qualità. Per la maggior parte degli utilizzi non c’è bisogno di ricorrere a questa funzionalità.

9.5

Display

Molte delle specifiche dell’ottimo display del 2019 non sono cambiate. È sempre un pannello da 6,59″ con risoluzione FullHD+ (2340 x 1080 pixel) in tecnologia AMOLED. Abbiamo ancora il pieno supporto ad HDR10+ e allo spazio colore DCI-P3, ma la novità del 2020 è il supporto a frequenze di aggiornamento a 144 Hz, superando il già altissimo valore di 120 Hz dello scorso anno. Rispetto alla concorrenza è l’unico smartphone che vi permette dalle impostazioni di selezionare anche frequenze di aggiornamento intermedie, come 120 o 90 Hz. La fluidità percepita è ovviamente eccelsa, anche se nel gaming non sono ancora molti i giochi che arrivano a 120 o 144 Hz, anche se la lista aumenta rapidamente (e li si trovano elencati nell’app ASUS). Gli amanti del gaming apprezzeranno il tempo di risposta inferiore al millisecondo, ma sopratutto la nuova latenza al tocco di 25 millisecondi e il touch sampling a 270 Hz. Tutti record nel mondo mobile. Il display non ha poi notch o interruzioni, per offrire un’esperienza multimediale al top. Peccato per l’assenza di segnalatori delle notifiche nell’always-on display. È però presente un led di notifica.

9.0

Software

ASUS ROG Phone 3 arriva sul mercato con Android 10 aggiornato con le patch di maggio 2020. Il software è molto simile a quello del precedente modello e abbiano ancora la possibilità di navigare con le gesture e di poter attivare la modalità X che massimizza le performance dello smartphone, quando ne doveste aver bisogno. Possiamo poi configurare i trigger laterali per attivare dei comandi a piacimento stringendo lo smartphone (per esempio l’assistente vocale). Non mancano le twin apps per sdoppiare gli account di alcuni software o la possibilità di mettere un tema semi stock, o di cercarne uno di vostro gradimento nello store dei temi.

Se parliamo di ottimizzazioni di gioco abbiamo sempre la Armory Crate che raccoglie tutti i vostri giochi installati e vi permette di configurare nel dettaglio il comportamento dello smartphone e la potenza erogata, anche singolarmente per ogni gioco. All’interno dei giochi avrete poi un pannello che vi riporterà le informazioni di CPU, temperatura e fps, oltre che garantirvi accesso rapido a tantissime opzioni, come la configurazione degli Air Trigger, la configurazione delle macro o la possibilità di registrare video, fare brevi clip o fare live streaming su YouTube. È in arrivo anche una parte social che vi permetterà di caricare e scaricare profili di gioco e per gli airtrigger, oltre che confrontarsi con altri utenti e magari conoscere nuovi giocatori “ROG Phone” per unirsi in team. Ovviamente non manca il software per decidere colore e ed effetti di luce del logo ROG sul retro dello smartphone.

9.0

Autonomia

La batteria è ancora una volta una corposa 6.000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 30W. Quest’anno sono state apportate molte migliorie per garantire una durata maggiore della batteria nel tempo. Sarà possibile limitare la carica massima della batteria all’80 o al 90%. Solo questa modifica dopo 500 cicli di ricarica porta la riduzione di capacità della batteria dal 15% al 7%. È tutto da testare, ma le premesse sono ottime. Abbiamo poi la possibilità di abbassare la ricarica ai 10W della ricarica lenta e la possibilità di sincronizzare la ricarica notturna con il completamento al suono della vostra sveglia. Non è presente la ricarica wireless.

L’autonomia è poi risultata nel complesso eccellente, anche con l’aumento della frequenza di aggiornamento. Anche a 144 Hz fisso con un utilizzo medio si riescono a compiere due giorni di pieni di autonomia, che diventano quasi garantiti a 60 Hz con utilizzo anche decisamente più intenso. I valori intermedi vi permetteranno di adattare lo smartphone alle vostre esigenze.

7.5

Prezzo

Il prezzo di ROG Phone 3 è aumentato, arrivando a 999€ per la versione 12/512. Si sale fino a 1099€ per la variante 16/512, più economica del modello da 12 GB di RAM (ma con 1 TB di memoria) dello scorso anno. A sorpresa l’azienda ha però deciso di lanciare da subito la versione Strix Edition sul mercato, disponibile da subito a 799€. Il prezzo è molto interessante perché di 100€ più basso, pur portando in dote tutte le migliorie che ASUS ha apportato a software e hardware, al netto ovviamente della variante Plus della CPU e delle memorie.

Strix Edition è disponibile da subito su eSHOP, Gold Store e Unieuro.it. Sulle stesse piattaforme arriverà anche la variante 12/512 da inizio agosto e solo su eSHOP ASUS la variante 16/512 a fine agosto. In più tutte le varianti di ROG Phone 3 daranno diritto a 3 mesi di Stadia Pro gratuiti.

Foto

Giudizio Finale

ROG Phone 3

8.8

ROG Phone 3

ASUS ROG Phone 3 una versione corretta, migliorata e aggiornata del modello dello scorso anno. Nessuna novità drastica, ma comunque hardware aggiornato, connettività 5G, nuovi miglioramenti nei componenti dedicati al gaming e un audio da urlo. Anche per il 2020 ROG Phone 3 non è solo il miglior smartphone gaming (battendo ROG Phone II ancora valido) ma è anche uno dei migliori smartphone Android in circolazione. Con quel design, ovviamente, non è per tutti.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Potentissimo
  • Tante soluzioni uniche
  • Batteria strepitosa
  • Refresh rate di 144 Hz
Contro
  • Jack audio solo con l'accessorio
  • Memoria non espandibile
  • Manca la ricarica wireless
  • Il design non è per tutti

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.