7.2

Archos Diamond Plus, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Archos Diamond Plus

Archos è un’azienda francese che ha iniziato con Android la sua storia nel mondo dei tablet e negli smartphone. Uno dei suoi punti di forza è sempre stato un software semplice e con qualche arricchimento, ma sopratutto il prezzo contenuto. Scopriamo oggi Archos Diamond Plus.

7.0

Confezione

Archos Diamond Plus - 2

La grande confezione di questo smartphone contiene una pellicola da applicare al display, un alimentatore 5V/1.5A, un cavo USB-microUSB e un paio di cuffie stereo di media qualità.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Archos Diamond Plus - 9

Diamond Plus è un prodotto importante per dimensioni, ma è comunque abbastanza commisurato alla diagonale (ampia) del suo display. Nel complesso i suoi 8,4 millimetri di spessore rendono lo smartphone abbastanza contenuto nelle dimensioni per l’utilizzo quotidiano. Il retro è realizzato per buona parte in metallo, ad esclusione delle due bande plastiche, forse leggermente più grandi del dovuto e non perfettamente allineate alla parte metallica. Un difetto di poco, ma che avrebbe reso la qualità costruttiva dello smartphone ancora migliore.

7.0

Hardware

Archos Diamond Plus - 7

Il processore scelto per questo smartphone è un modesto Mediatek MT6753 octa core da 1,3 GHz che comunque offre prestazioni molto più che onorevoli. La GPU è una Mali T720 MP3, abbiamo poi 2 GB di RAM e 16 GB memoria interna che è possibile espandere tramite microSD. Comoda l’opzione per “fondere” la microSD con la memoria interna, funzionalità altrimenti presente solo da Android Marshmallow (che non è invece presente su questo smartphone). La connettività è LTE fino a 150 Mbps con pieno supporto anche alla frequenza da 800 MHz in 4G (solitamente invece assente sugli smartphone dual SIM asiatici). Due sono le SIM (in formato micro) che è possibile inserire nello smartphone, rinunciando però alla possibilità di espandere la memoria.

Il Wi-Fi è b/g/n, il Bluetooth 4.0 e c’è il led di notifica, mentre manca invece il chip NFC. Lo speaker è posizionato sul retro e ha un volume nella media e una qualità invece solo sufficiente. Peccato che il volume si attenui facilmente poggiando lo smartphone e che la cassa vibri leggermente al massimo volume. Comodo il tasto fisico sul lato sinistra programmabile in tre funzioni: pressione, pressione prolungata e doppia pressione.

7.0

Fotocamera

2016-02-15 15.30.40

La fotocamera principale è da ben 16 megapixel ed ha un’apertura f/2.0. La qualità degli scatti è sufficiente ma non del tutto soddisfacente, sopratutto in condizioni di scarsa luce. Il software, rivisto rispetto a quello Mediatek che troviamo solitamente, sembra non riuscire poi a stare al passo nella condizioni più difficili, impiegando anche un paio di secondi prima di scattare (e a volte posizionando il tasto di scatto a sinistra). Le funzionalità sono comunque quelle del software MTK, proponendo la foto nella foto, l’HDR, i video al rallentatore o il tracking dell’oggetto.

I video classici soffrono più o meno delle stesse problematiche, mentre la fotocamera frontale è da 8 megapixel. Nel complesso le foto rimangono comunque più che sufficienti con una buona luce.

SAMPLE: Foto – Video

7.5

Display

Archos Diamond Plus - 5

Il display di Diamond Plus di Archos è da 5,5 pollici ed è realizzato in tecnologia IPS. La luminosità e gli angoli di visione sono abbastanza buoni e sopratutto la risoluzione di ben 1920 x 1080 pixel (Full HD) offre allo schermo una buona visibilità. Lo schermo tende leggermente all’azzurro, anche se è possibile leggermente contrastare questo fenomeno grazie alla correzione del colore Miravision. Disponibili poi un gran numero di gesture a schermo spento.

7.0

Software

2016-02-15 15.30.062016-02-15 15.28.24

Android è alla versione 5.1 ed è solo leggermente personalizzato da Archos, mentre le più grandi “modifiche” sono invece opera di Mediatek. Abbiamo per esempio i profili audio, il risparmio energetico e HotKnot per la condivisione di contenuti multimediali. Manca invece l’accensione e lo spegnimento programmato. Il sistema è abbastanza fluido e offre un’esperienza d’uso abbastanza standard e semplice. Archos include della sua suite di app solo il file manager e il player video, che supporta moltissimi formati, ma fatica a riprodurre filmati più grandi del 1080p. Ci sono anche 3 giochi Gameloft preinstallati, ma è possibile scegliere al primo avvio di non installarle.

Il browser predefinito è Chrome e questo offre prestazioni di navigazioni in linea con il prodotto. Anche per la musica bisogna fare affidamento alla suite Google, scegliendo Play Musica. Tra le app di terze parti segnaliamo anche News Repulic e OfficeSuite.

7.5

Autonomia

La batteria è da 2850 mAh e vi permetterà di arrivare senza grossi problemi alla fine della vostra giornata anche con un utilizzo abbastanza intenso. È un peccato che Archos non sia riuscita a fare meglio con un terminale comunque non certo compatto in cui forse si poteva riuscire a far “entrare” qualche altro centinaio di mAh di capacità.

7.0

Prezzo

Archos Diamond Plus viene commercializzato a 249€ e lo potete trovare sul sito ufficiale di Archos. Il prezzo è in linea con il tipo di prodotto e il suo hardware.

Foto

Giudizio Finale

Archos Diamond Plus

7.2

Archos Diamond Plus

Archos Diamond Plus ci è piaciuto perché mescola vari ingredienti che faranno la felicità di vari utenti: schermo ampio, scocca metallica, supporto LTE (con gli 800 MHz) e dual SIM. È più carente sulla fotocamera e un po' sul software, ma è comunque uno dei migliori Archos degli ultimi tempi.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Scocca in metallo
  • Supporto dual SIM
  • Ampio display
  • Tasto programmabile
Contro
  • Fotocamere solo "ok"
  • Schermo leggermente azzurro
  • Si deve scegliere fra dual SIM o microSD
  • L'hardware non è brillante