6.8

Archos 79 Xenon, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Archos 79 Xenon

 

7.0

Confezione

All’interno della confezione realizzata da Archos troviamo un alimentatore da parete con le prese sia italiana che inglese e filo incorporato (ma comunque microUSB). Abbiamo poi un cavetto USB-microUSB e della manualistica.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Archos 79 Xenon 5

Archos ha sempre puntato molto sulla qualità costruttiva e questo 79 Xenon non fa eccezione. Il retro è quasi interamente in metallo, con la sola eccezione della banda superiore in plastica, affinché non venga schermata l’antenna UMTS di cui è dotato. Sempre sotto la plastica è presente anche uno slot microSD per espandere la memoria. Frontalmente poi il vetro copre tutta la superfice rendendolo un prodotto molto elegante, quasi al pari dei prodotti Apple, a cui l’azienda si ispira in modo abbastanza palese. Il rapporto dello schermo è in 4:3 e questo lo fa sembrare più “quadrato”, ma nel complesso più comodo da impugnare. Benché le differenze non siano poi così tante con gli altri modelli di Archos ci sentiamo di scegliere questo come il migliore dal punto di vista costruttivo.

7.0

Hardware

Il processore che “spinge” Archos 79 Xenon è un non meglio precisato Mediatek quad core da 1,3 GHz ed è supportato da 1 GB di RAM. La memoria interna è da 8 GB ed è ripartita in circa 2 GB di sistema e 6 per i dati. Oltre a questo è possibile espandere la memoria con una microSD. È presente il GPS (anche se non ci è parso particolarmente sensibile) e il bluetooth 4.0. È cosa buona specificare questo punto in quanto entrambi i componenti non sempre erano presenti nei precedenti modelli Archos. Manca NFC, ma è presente invece la connettività dati HSUPA fino a 42.2 Mbps. È anche possibile poi effettuare telefonate classiche, anche portando (per i più coraggiosi) il tablet all’orecchio.

5.0

Fotocamera

La fotocamera è da 2 megapixel e il suo funzionamento non ci ha affatto convinto. L’anteprima di scatto infatti è tutt’altro che fluida e la qualità delle foto è al limite della sufficienza. Accettabile solo per foto di emergenza. Presente anche una webcam VGA.

7.0

Display

Archos 79 Xenon 1

Lo schermo è da 7,85 pollici in 4:3 (ovvero più squadrato rispetto al classifoc rapporto di 16:9). È in tecnologia IPS e questo garantisce un’ottima fedeltà dei colori e anche una buona visibilità alla luce del sole. Anche la regolazione automatica della luminosità ci è sembrata buona. Punti meno convincenti sono la risoluzione di 1024 x 768 pixel, giustificabile dal prezzo, e della grande quantità di impronte che rimangono impresse sul vetro esterno.

6.0

Software

Screenshot_2014-03-26-12-31-06

Come sempre Archos cerca di ridurre al minimo il suo impatto sul sistema operativo, non applicando quasi alcuna personalizzazione e così è stato anche per 79 Xenon. Android è alla versione 4.2 e troviamo giusto qualche aggiunta nei toggle di sistema o nelle app preinstallate, fra qui si segnalano le solite (ottime) per il lato multimediale. Escludendo quelle troviamo dei software per navigare fra le cartelle e qualche piccola app preinstallata, come Angry Birds e un antivirus. Certo è che per l’utente alle prime armi, che probabilmente sceglie questo prodotto anche per il prezzo, la “dotazione” può risultare un po’ minimalista. Il dealer telefonico è poi lo stesso che troviamo su di uno smartphone, rendendo scomodo comporre i numeri con una mano sola. Nel complesso il sistema gira in modo accettabile, ma non nascondiamo di aver riscontrato qualche piccolo micro-lag che su di un sistema così “scarno” non dovrebbero presentarsi.

Software: Browser

Il browser, come quasi sempre nei dispositivi con processori MediaTek scorre fluido e senza rallentamento di sorta, se non quelli intrisechi ad Android, presenti anche su smartphone al top di gamma.

Software: Multimedia

Archos è solita dedicare molta attenzione al comparto multimediale dei suoi prodotti e così è stato anche per 79 Xenon. Abbiamo per esempio un software dedicato al DLNA, integrato anche nelle due app di video e musica, molto belle esteticamente e che ci permettono di riprodurre qualsiasi tipo di formato. Nello specifico siamo rimasti però perplessi dai cali di framerate dei filmati in formato divx, cosa che non accade però sui video in HD in formato mp4.

6.0

Autonomia

Dal punto di vista dell’autonomia questo 79 Xenon non ci ha stupito particolarmente, nonostante i 4000 mAh di batteria. Anche senza la SIM inserita (e quindi navigando solo in Wi-Fi), con un uso medio-intenso si è riusciti a coprire poco più di una giornata lavorativa. Anche la ricarica non è così veloce come altri prodotti concorrenti.

7.0

Prezzo

Archos 79 Xenon è in vendita a 199€, un prezzo che lo mette in diretta competizione, visto il tipo di prodotto, con il Fonepad 7 di casa ASUS. Il prezzo è il linea con il mercato, anche se non particolarmente agguerrito.

Benchmark

benchmark archos 79 xenon

Foto

Giudizio Finale

Archos 79 Xenon

6.8

Archos 79 Xenon

Archos 79 Xenon è un prodotto che ha dei punti di forza abbastanza netti (uno su tutti la bontà costruttiva), ma che ha ancora qualche ombra. Rispetto ai suoi "simili", sempre dell'azienda francese, in più offre la possibilità di effettuare chiamate standard, che però sono egevoli solo "una tantum" e non come primo telefono. Se non siete interessati alla fotocamera e siete disposti a passare sopra agli altri piccoli difetti, siamo sicuri che 79 Xenon sarà un buon compagno di lettura ed intrattenimento.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima qualità costruttiva
  • Esteticamente molto bello
  • Formato 4:3 comodo per molte funzioni
  • Connettività HSUPA fino a 42.2 Mbps
Contro
  • Fotocamera scarsa
  • Risoluzione non particolarmente alta
  • Autonomia sottotono
  • Software "vuoto"
Archos 79 Xenon

Archos 79 Xenon

confronta modello

Ultime dal forum: