6.8

Archos 50 Oxygen+, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Archos 50 Oxygen+

Archos piano piano ruba qualche piccola quota di mercato insinuandosi negli espositori di tutte le varie catene di elettronica. Per questo 2015 il primo modello di punta è un dual SIM con un design già visto. Vediamo però se riesce a convincerci.

7.5

Confezione

Dentro la confezione troviamo l’alimentatore da 1A, delle cuffie stereo in-ear, il cavo USB-microUSB e una seconda pellicola da applicare sul display.

6.5

Costruzione ed Ergonomia

Archos 50 Oxygen Plus 07

Lo smartphone è interamente costruito di plastiche di discreta qualità, anche se un po’ lisce e che quindi potrebbero farvi scivolare lo smartphone di mano in certe circostanze. Il design è sicuramente interessante e risulta essere decisamente più ricercato dei precedenti modelli Archos. È però abbastanza evidente come le linee siano ispirate a quella del mela-fonino. Segnaliamo poi come i tasti laterali (volume e accensione) ci siano sembrati un po’ troppo morbidi e come quindi potrebbero usurarsi più velocemente di altri smartphone nel tempo.

7.0

Hardware

Archos 50 Oxygen Plus 04

All’interno di questo smartphone troviamo il “rodatissimo” Mediatek MT6592 octa core da 1,4 GHz (core Cortex A7). In accoppiata troviamo poi 1 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, espandibili tramite l’utilizzo di una microSD. Lo slot della scheda di espansione è però condiviso con quello di una seconda SIM e che quindi si dovrà necessariamente scegliere fra una delle due possibilità.

La connettività non è LTE, ma arriva in HSPA+ a 21 Mbps, una velocità tutto sommato accettabile, ma che non lo fa certo spiccare nella ressa degli smartphone low cost. Nella parte inferiore è posto lo speaker mono che garantisce un buon volume, ma la cui qualità è solo sufficiente e al massimo volume tende a distorcere il suono.

6.0

Fotocamera

La fotocamera principale dovrebbe essere da 8 megapixel e quella frontale da 5. Il condizionale è d’obbligo, perché il nostro esemplare ha la fotocamera principale da 13 megapixel e da 8 megapixel quella frontale. Abbiamo chiesto spiegazioni ad Archos e ci è stato confermato che le fotocamere sono da 8 e 5 megapixel e che quello in prova è solo un modello di pre-produzione. In ogni caso il risultato degli scatti che abbiamo fatto da questo 50 Oxygen+ è solo poco più che sufficiente. Se la luce non è perfetta gli scatti perdono rapidamente di dettagli e abbiamo anche visto come la modalità HDR sia un po’ lenta e come gli scatti spesso vengano mossi.

I video vengono registrati a 1080p ma la fluidità è tutt’altro che buona (sperando sia un problema della fotocamera provvisoria).

SAMPLE: Foto – Video

7.5

Display

Archos 50 Oxygen Plus 06

Lo schermo è un 5 pollici da 1280 x 720 pixel, realizzato con tecnologia IPS. Viene preapplicata una pellicola protettiva, che però abbiamo rimosso perché trattiene molto le impronte e si graffia facilmente. Lo schermo è probabilmente il punto migliore di questo smartphone. I colori sono vividi, fedeli e la luminosità si regola bene in automatico. Ribadiamo il nostro consiglio: rimuovete la pellicola pre-applicata.

6.5

Software

2015-03-09 09.56.172015-03-09 09.56.28

La versione di Android che troviamo, in versione quasi stock, su questo Archos 50 Oxygen+ è la 4.4 KitKat. Non vi sono quasi novità rispetto ad una versione stock di Mediatek del sistema operativo. Per chi non lo sapesse questo significa che abbiamo il supporto alle due SIM, la possibilità di impostare dei profili audio e alcune voci aggiuntive nei toggle della tendina delle notifiche. Non vi è purtroppo la possibilità di accendere lo smartphone ad orari programmati ed è presente il bug che impedisce ai tasti virtuali (non retroilluminati) di vibrare quando il telefono è in modalità silenziosa.

Archos aggiunge di suo un comodo file manager, un’app per lo streaming di file via Wi-Fi Direct con altri telefoni e WPS Office. Il sistema è nel complesso fluido, anche se un po’ spoglio e scarno di funzionalità.

Software: Browser

L’unico browser web presente all’interno dello smartphone è Chrome di Google, che si comporta bene anche con i siti più pesanti.

Software: Multimedia

Archos ha sempre puntato molto sul lato multimediale, ma su questo smartphone troviamo solo Archos Video e non Archos Musica (l’ascolto di musica è delegato a Google Play Music). Il lettore di filmati è sempre di ottima fattura e molto comodo, anche se purtroppo non supporta filmati superiori al Full HD (non che fosse necessario, ma vista l’indole multimediale di Archos sarebbe stata una chicca gradita).

7.5

Autonomia

La batteria da 2000 mAh di Archos 50 Oxygen+ non è removibile e garantisce un’autonomia più che discreta, permettendoci di arrivare (con l’uso a singola SIM) sempre alla fine della giornata (ma non ad andare oltre).

6.5

Prezzo

Archos 50 Oxygen+ viene venduto a 199€, un prezzo interessante, ma forse ancora troppo alto per quello che ha da offrire.

Acquisto

Lo smartphone sarà disponibile a breve sul sito Archos.

Foto

Giudizio Finale

Archos 50 Oxygen+

6.8

Archos 50 Oxygen+

50 Oxygen+ di Archos è uno smartphone interessante. Il design è ben riuscito, ma sicuramente troppo ispirato. Il prezzo purtroppo lo posizione in una fascia in cui altri competitor offrono hardware sicuramente più interessante. La fotocamera poi è un po' una incognita.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Design interessante per un low cost
  • Supporto dual SIM
  • Bello schermo
  • 16 GB di memoria interna
Contro
  • Design troppo ispirato
  • O la seconda SIM o la microSD
  • Speaker non convincente
  • Fotocamera sottotono