Vivo punta sempre più sulla fotografia: ecco le novità in collaborazione con Zeiss

Vivo punta sempre più sulla fotografia: ecco le novità in collaborazione con Zeiss
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Nel panorama degli smartphone l'aspetto della fotografia è sempre più al centro dell'attenzione, con i vari top di gamma che offrono performance fotografiche sempre più all'avanguardia. Questo Vivo lo sa bene e l'azienda cinese ha appena annunciato importanti novità in questo ambito.

Offerte Amazon

Video Imaging Technology Matrix

Vivo ha annunciato delle importanti novità per il comparto fotografico dei suoi smartphone. Queste riguarderanno essenzialmente i futuri flagship dell'azienda cinese. La prima novità di rilievo si chiama Video Imaging Technology Matrix. Si tratta di una matrice che stabilisce un nuovo standard per le funzionalità di imaging con i suoi moduli Optical Sensing System, Colour Restoration Engine e Accelerated Computing Engine.

Questi moduli consentono agli smartphone di registrare ed elaborare in modo efficiente le informazioni relative al colore, al tono e alla qualità dell'immagine.

Inoltre, troviamo l'integrazione della tecnologia VCS Bionic Spectrum, la quale garantisce un migliore controllo del rumore dell'immagine e della resa cromatica.

A bordo dei nuovi Vivo top di gamma ci sarà un sensore di nuova generazione, il quale migliora il rapporto segnale-rumore del 20% e la resa cromatica del 15%.

Nuovo chipset per l'imaging

Il nuovo imaging chipset personalizzato utilizzerà l'architettura AI-ISP, portando la bassa latenza e l'elevata efficienza dell'ISP tradizionale nell'architettura AI di elaborazione in tempo reale. Questo è basato sul circuito MAC a 10-bit ed è personalizzato per eseguire in modo efficiente operazioni a 10-bit, riducendo la latenza di inferenza fino al 96% rispetto alle NPU tradizionali e migliorando l'efficienza energetica fino al 200%.

Vivo anche anche aggiornato l'unità di memoria on-chip che consente di raggiungere una velocità di trasmissione dei dati di 1,3 trilioni di bit al secondo e garantisce una potenza di calcolo straordinaria. L'aggiornamento dell'unità di calcolo AI permette invece di raggiungere un rapporto di efficienza energetica migliore e la nuova versione dell'unità di elaborazione delle immagini è stata aggiornata per migliorare gli effetti degli algoritmi sulla riduzione del rumore AI-NR, la fusione dei toni HDR e l'interpolazione dei fotogrammi MEMC.

Miglioramento dell'elaborazione software

Vivo ha sottolineato come ha lavorato duramente anche sull'elaborazione software, concentrandosi particolarmente sugli scenari di utilizzo che statisticamente sono più popolari tra i suoi utenti: paesaggi, ritratti e video. Per i primi due sono state apportate delle migliorie per la gestione automatica dei vari parametri fotografici, come luminosità, saturazione e HDR.

Per la registrazione video è stata semplificata la modalità LOG e il complesso processo di miscelazione dei colori in post-produzione.

Rinnovata collaborazione con Zeiss

Vivo sottolinea anche la rinnovata collaborazione con Zeiss per la realizzazione del comparto fotografico dei suoi smartphone, la quale ormai va avanti da diversi anni. Zeiss ha ovviamente collaborato alla realizzazione del nuovo chipset per l'imaging appena presentato e in futuro i due partner svilupperanno ulteriormente gli standard di qualità ottica per l'imaging mobile ed esploreranno la miniaturizzazione del modulo della fotocamera.

Mostra i commenti