Nuova vita per LG Wing: da doppio smartphone a mezzo smartphone

Nuova vita per LG Wing: da doppio smartphone a mezzo smartphone
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

LG Wing è stato uno degli esperimenti più assurdi e al tempo stesso interessanti che si siano visti nel mondo degli smartphone. È stato il primo smartphone della serie Explorer di LG, diventando poi disgraziatamente anche l'ultimo.

Proprio pochi mesi dopo il lancio di Wing LG ha infatti annunciato di aver chiuso la sua divisione mobile per concentrarsi su altri business più proficui. Una scelta coraggiosa ma probabilmente anche giusta.

LG Wing era estremamente particolare perché non solo aveva una fotocamera pop-up, ma soprattutto perché aveva un doppio display con quello principale frontale ruotante di 90 gradi per svelarne uno più piccolo in formato quadrato.

Per qualche ragione qualcuno in Cina si è dilettato a realizzare un "mezzo smartphone" da quello che in origine era uno smartphone doppio.

Sì è partiti ovviamente da smontare lo smartphone, scollegare tutta la parte frontale ruotante e dissezionare quello che rimaneva. La scheda madre e quasi tutti i componenti vitali sono "fortunatamente" contenuti nella parte superiore, andando così a salvaguardare anche le fotocamere e il funzionamento della pop-up camera centrale.

La batteria dalla parte inferiore è stata spostata invece dietro a questi componenti principali, andando quindi ovviamente ad aumentare lo spessore finale dello smartphone. Anche lo schermo quadrato è stato ovviamente spostato in questa "metà".

E così il Frankenstein degli smartphone di cui nessuno sentiva il bisogno è nato. Un progetto così assurdo quanto inutile, ma che dimostra come di talenti creativi nel mondo ce ne siano veramente in quantità.

Commenta