MIUI 14 ufficiale: maggiore efficienza, privacy e... gatti!

MIUI 14 ufficiale: maggiore efficienza, privacy e... gatti!
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Insieme ai Xiaomi 13 e a una serie di dispositivi tra cui il Watch S2, ieri Xiaomi ha ufficializzato anche la nuova MIUI 14, che promette interessanti miglioramenti, soprattutto dal punto di vista dell'efficienza e della privacy.

Già a luglio abbiamo avuto mondo di assaporarne alcuni screenshot, mentre appena una settimana fa era trapelato il primo changelog, ma ora con l'annuncio abbiamo modo di osservare più da vicino le funzionalità della nuova interfaccia proprietaria del gigante cinese. Andiamo a scoprirle.

OFFERTE MEDIAWORLD  

OFFERTE UNIEURO

MIUI 14: le novità

Dal punto di vista dell'aspetto, la MIUI 14 non offre un'esperienza molto diversa, e gli utenti si sentiranno subito a casa, ma i cambiamenti principali sono sotto al cofano.

La novità più importante riguarda l'ottimizzazione dello spazio occupato dal sistema operativo, grazie principalmente al fatto di aver ridotto le app di sistema (non rimovibili) a otto. Questo ha permesso di ridimensionare la MIUI e risparmiare ben 1,5 GB.

Ma Xiaomi non si è fermata qui e ha portato anche una serie di ritocchi al suo software, il che ha consentito da un lato di ridurre il consumo di memoria, e dall'altro di introdurre ottimizzazioni per le app di terze parti che le rendono più veloci e fluide.

Come abbiamo notato la scorsa settimana, la nuova MIUI porta anche importanti novità dal punto di vista della privacy. La società afferma infatti che una serie di scenari di sistema (oltre 30), tra cui

  • il riconoscimento delle immagini
  • l'estrazione del testo dalle foto
  • i sottotitoli per le videochiamate
  • la registrazione
  • la traduzione 
  • e altro ancora

verranno elaborati localmente (sul telefono), quindi senza inviare dati ai server di Xiaomi. L'intento è di mantenere private le attività degli utenti, il che sembra un notevole passo avanti per un'azienda cinese. 

Di carattere opposto, almeno dal punto di vista concettuale, è l'altra novità della MIUI 14, che riceve la versione 6.0 di XiaoAI Assistant.

Orientato principalmente al mercato cinese, l'assistente proprietario ora apprende le abitudini degli utenti e propone una serie di raccomandazioni, fornendo scorciatoie ai codici di pagamento e di trasporto in anticipo, oltre a offrire promemoria multifunzionali per la pianificazione, la casa intelligente, i viaggi e altro ancora.

E i gatti che c'entrano? Come abbiamo detto, le novità estetiche della MIUI 14 non sono molte, ma Xiaomi ha introdotto le "Cute things" (cose carine) interattive, degli avatar di gatti e altro che possono essere aggiunti alla schermata per abbellirla e renderla più originale. Più concretamente, gli utenti possono anche scegliere tra quattro diverse dimensioni di icone, oltre a nuovi widget, cartelle personalizzabili e altro.

I primi dispositivi che riceveranno la MIUI 14

Oltre a presentare le caratteristiche della nuova interfaccia, Xiaomi ha anche pubblicato il programma di rilascio ufficiale per i dispositivi in Cina, che partirà da gennaio 2023.

Per primi ovviamente verranno aggiornati i dispositivi più recenti:

  • Xiaomi 12S Ultra
  • Xiaomi 12S Pro
  • Xiaomi 12S
  • Xiaomi 12
  • Xiaomi 12 Pro
  • Xiaomi 12
  • Xiaomi MIX Fold 2 
  • Redmi K50 Pro
  • Redmi K50
  • Redmi K50 Supreme Edition
  • Redmi K50 Gaming Edition

Per quanto riguarda il rilascio a livello globale, dovrebbe seguire un programma simile rispetto a quello cinese, e consideriamo che alcuni dispositivi sono arrivati da noi con il marchio Poco (per esempio Redmi K50 Gaming come Poco F4 GT).

Mostra i commenti