I gruppi chat RCS diventano più sicuri: possiamo dire addio agli SMS?

I gruppi chat RCS diventano più sicuri: possiamo dire addio agli SMS?
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

L'SMS è stato il mezzo con il quale tantissimi di noi, soprattutto i più navigati, hanno iniziato a comunicare virtualmente senza ricorrere alle classiche chiamate vocali. Sono appena passati 30 anni dal primo SMS, quando ormai siamo all'alba di nuovi standard.

Offerte Amazon

Stiamo parlando chiaramente della messaggistica RCS, il protocollo di comunicazione che ormai è diventato uno standard a livello globale. L'ultima novità che lo riguarda consiste nell'introduzione di maggiore sicurezza, soprattutto per i gruppi chat, con l'introduzione della crittografia end-to-end proprio per i gruppi RCS.

La crittografia end-to-end, della quale abbiamo parlato nel dettaglio in questo articolo, rappresenta lo standard di sicurezza e privacy più stabile e affidabile nel contesto tech. La sua implementazione anche per gruppi chat in messaggistica RCS è un grande passo avanti per questo standard.

La novità appena introdotta da Google arriva in beta per coloro che hanno aderito al programma beta dell'app Messaggi, la stessa che implementa il pieno supporto alla messaggistica RCS.

Con l'annunncio della novità Google ha colto l'occasione per sottolineare alcune peculiarità della messaggistica RCS, come la versatilità, la possibilità di usare tante tipologie di contenuti multimediali e di prescindere dalla disponibilità di rete cellulare per essere usata. Se volete saperne di più sulla messaggistica RCS vi suggeriamo di leggere il nostro approfondimento completo.

Google ha concluso l'annuncio con l'ennesima stoccata a Apple sul tema RCS, sottolineando che sono ormai diversi i big tech che si affidano alla messaggistica RCS ad eccezione di Apple. La casa di Cupertino, come riferito da Google, si rifiuta di evolversi con gli RCS continuando a fare affidamento sugli SMS. Questo, a detta di Google, significa tenere i suoi utenti, che ricevono messaggi anche da dispositivi Android, fermi agli anni '90.

Mostra i commenti