Android 13 nel 2023: un assaggio di desktop mode, nuove gesture e altre novità

Android 13 nel 2023: un assaggio di desktop mode, nuove gesture e altre novità
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Nelle scorse ore Google ha rilasciato per i Pixel compatibili la versione beta di Android 13 QPR2, ovvero il secondo aggiornamento trimestrale di Android 13. Oltre alle novità già note, ce ne sono altre contenute nel pacchetto: si va dalla "Modalità Desktop" alle nuove gesture fino all'avvio rapido delle applicazioni.

Modalità desktop

Nella QPR2 Beta 1 è presente una modalità desktop nascosta. Si tratta di una modalità ancora incompleta e necessitante di numerosi accorgimenti. Tuttavia, si possono già registrare molti miglioramenti e sicuramente si tratta del miglior lavoro di Google in tal senso.

Nello specifico, in questa modalità tutte le app vengono trattate come se fossero inserire in finestre a mano libera e possono essere trascinate sullo schermo (ad ogni finestra viene assegnata una barra di controllo). La parte principale di questa batta è una semplice linea che può essere utilizzata per trascinare la finestra, mentre a lato si trovano i pulsanti per tornare indietro oppure per chiudere la finestra.

Nuove gesture

Google ha ridisegnato totalmente l'animazione della gesture "Indietro". In particolare, la freccia viene inclusa in un cerchio che si allunga seguendo il movimento delle dita sullo schermo. Se invece si sceglie di annullare la gesture, il cerchio si appiattisce attaccandosi al bordo dello schermo. Infine, la freccia non si appiattisce più ma si ripiega su sé stessa.

Avvio rapido delle app

Nel Pixel Launcher ora è inclusa la nuova funzionalità "Avvio rapido". In pratica, basterà iniziare a digitare il nome di un'app, premere invio e l'applicazione si avvierà direttamente. Probabilmente, si tratta di una funzione soprattutto utile per il nuovo Pixel Tablet, magari quando è collegato ad una tastiera fisica.

Per abilitare la funzione, comunque, va inserito questo comando adb shell device_config put launcher ENABLE_QUICK_LAUNCH_V2 true; per abilitare anche il tasto Invio, il comando è il seguente adb shell device_config put launcher GBOARD_UPDATE_ENTER_KEY true.

Volumi separati per suoneria e notifiche

Android 13 QPR2 include la possibilità di separare i livelli della suoneria da quelli delle notifiche. L'opzione va abilitata manualmente con il comando adb shell device_config put systemui volume_separate_notification true.

La nuova barra delle applicazioni

Uno dei più grandi cambiamenti per tablet e dispositivi pieghevoli è stata l'introduzione di una nuova barra delle applicazioni che si comporta come già visto sui dispositivi ChromeOS. Questa barra, in particolare, non è sempre presente ma scompare quando non è in uso. Si può richiamare, quindi, effettuando uno swipe verso l'alto.

Questa nuova versione, inoltre, include scorciatoie per le app, mentre a destra si trova il pulsante per aprire l'intero cassetto delle app. Infine, il tutto aderisce allo stile Material You.

Rinnovo dell'organizzazione della homescreen

La revisione della homescreen, denominata "Home Gardening", consiste nel nuovo posizionamento dei pulsanti per rimuovere o disinstallare un'app, ora spostati in basso così da essere più raggiungibili nell'uso ad una mano.

Inoltre, l'effetto di riduzione della homescreen non è più presente: questo potrebbe semplificare il posizionamento di un'app o di un widget visto che si potrà trascinare esattamente dove si vuole. In ogni caso, il lavoro di Google a riguardo è ancora in fase di progresso.

Nuovo tema dinamico

Il team di "9to5Google" ha individuato l'introduzione di una nuova palette di colori in scala di grigi. Il tema sarebbe costituito da due colori: #666666 e #333333, rispettivamente una tonalità di grigio chiaro e scuro. Ciò dovrebbe comportare un'esperienza visivamente meno impegnativa su Android 13.

Dispositivi supportati

Ecco l'elenco dei dispositivi e i link per scaricare i file da installare manualmente l'aggiornamento. Vi ricordiamo le nostre guide per installare gli aggiornamenti sui Pixel tramite OTA e factory image.

Mostra i commenti