Miglior smartphone batteria – Luglio 2018

Qui troverete la lista dei migliori smartphone per durata della batteria di luglio 2018.

Sono molte le caratteristiche tecniche di uno smartphone che è facile valutare e per cui è relativamente facile stilare una classifica, come per esempio quali sono i migliori smartphone in rapporto qualità prezzo o per la loro fotocamera. Non è altrettanto facile però valutare la durata della batteria e trovare quindi gli smartphone con una batteria dalla lunga durata da inserire in questa lista. La nostra (chiamiamola così) classifica della miglior batteria smartphone è stata stilata dopo aver provato a fondo questi smartphone e aver visto sul campo quali sono i migliori in termini di autonomia. Non si tratta quindi di calcoli empirici o di prove basate su una scheda tecnica. Le nostre prove sulla batteria sono reali.

Ovviamente ci sono molti fattori che possono influenzare la batteria e che permetteranno ad uno smartphone di entrare in questa classifica. Ci sono dispositivi che puntano solo alla lunga durata, quelli che invece ci tengono alla loro “linea” e quelli che cercano di trovare un compromesso. Troverete varie soluzioni e starà a voi capire fra questi migliori smartphone per batteria quale sia quello adatto a voi. La lista e tutti i dispositivi a confronto è aggiornata a luglio 2018 e verrà continuamente aggiornata mese per mese per fornirvi sempre le proposte più adeguate a quello che il mercato offre in questo momento.

Come scegliamo gli smartphone?

Troverete a seguire tutti i migliori smartphone per durata della batteria e per capire meglio come li abbiamo scelti ecco una lista di fattori chiave:

  • Capacità della batteria: ovviamente il fattore più importante è quello relativo a quanto è grande la batteria all’interno dello smartphone. Solitamente valori “importanti” sono quelli superiori ai 4000 mAh.
  • Design, peso e dimensioni: anche il peso e le dimensioni dello smartphone sono importanti. Magari non siete disposti a portarvi dietro un telefono con una batteria da 10.000 mAh ma grande come un mattone.
  • Processore e hardware: anche la scelta di un processore che consumi poco è un ottimo spunto per avere smartphone con una buona autonomia.
  • Prezzo: infine è importante capire anche il rapporto fra quello che il dispositivo può offrire e il suo prezzo. Ovvero il famoso rapporto qualità/prezzo.

Quali sono i migliori smartphone per batteria?

Gli smartphone sono ordinati per il prezzo crescente

Nokia 2

Costa poco, ha un hardware molto ridotto, ma la sua batteria da 4.100 mAh riesce a garantirgli senza troppi sforzi due giorni pieni di autonomia e con un po’ di attenzione anche qualcosa in più. Il profilo è in metallo e il software, per quanto un po’, lento fa tutto quello che dovrebbe. O quasi.

Xiaomi Redmi 4X

 

La quasi totalità degli smartphone Xiaomi della famiglia Redmi ha una autonomia stellare. Abbiamo scelto di far rappresentare questa selezione a Redmi 4X, ma tenete conto che anche smartphone come Redmi 3 Pro, Redmi Note 4, Redmi Note 4X o Redmi 4, sono tutte valide alternative.

Motorola Moto G6 Play

L’edizione 2018 del Moto G di Motorola è una sorpresa e la sua batteria è proprio quello che ci saremmo aspettati. Ci sono un po’ di rinunce rispetto alla versione Plus ovviamente, ma si viene ricompensati con un’autonomia che supera sempre l’intensa giornata lavorativa. E se siete in questa pagina potrebbe non essere una cosa da poco. In più l’interfaccia stock potrebbe conquistare molti di voi.

Xiaomi Redmi Note 5

 

Anche questo prodotto della famiglia Xiaomi rientra nella nostra lista per i migliori smartphone per quanto riguarda l’autonomia (andando quindi a dominare questa lista). Si tratta di un prodotto di inizio 2018 (che segna l’arrivo di Xiaomi in Italia) con una batteria da 4000 mAh vi potrà far arrivare anche a due giorni pieni di autonomia.

Xiaomi Mi Max 2

In questo caso l’autonomia è dovuta principalmente alla batteria enorme che si trova sotto il display di questo Mi Max 2, che però, avendo uno schermo dalle dimensioni quasi da tablet, si tratta comunque di uno smartphone sottile e semplice da utilizzare nel quotidiano, anche se non è certo un prodotto tascabile.

Motorola Moto Z2 Play

 

Moto Z2 Play è il primo smartphone del brand Lenovo a portare nuovamente il marchio Motorola in Italia. Viene mantenuto il supporto ai moduli della precedente generazione e adesso abbiamo però un corpo leggermente più sottile che migliora sicuramente l’ergonomia. Nonostante tutto l’autonomia rimane molto buona e può essere espansa con grande semplicità utilizzando il modulo della batteria.

ASUS Zenfone Zoom S

 

Lo smartphone dell’azienda taiwanese nasce principalmente come dispositivo per fare foto visto che è dotato di due fotocamere ed uno zoom ottico 2,3x per riprendere oggetti lontani senza doversi avvicinare. Riesce però forse a stupire ancora di più per la sua autonomia, grazie ad una batteria da ben 5000 mAh che in praticamente ogni condizione offre una giornata e più di autonomia. Molto ridotti poi i consumi in standby.

Xiaomi Mi Note 3

Xiaomi Mi Note 3

Per il 2017 Mi Note 3 non è stata la “versione grande” del top di gamma Xiaomi, quanto piuttosto un’alternativa molto allettante, non troppo grande in termini di dimensioni (per quello c’è Mi Max 2) e con un hardware che è un mix fra il top di gamma e il medio di gamma. Ma non fatevi confondere, questo Mi Note 3 ha tutte le carte in regola come un vero top di gamma. Autonomia inclusa.

BlackBerry Motion

Motion è probabilmente uno degli smartphone più sottovalutati della storia recente nel campo Android. È un telefono per businessmen e come tali questi uomini di affari hanno bisogno di una autonomia che non li lasci mai a piedi e così è con questo BlackBerry Motion che anche con un utilizzo intenso riesce ad arrivare fino a due giorni di autonomia.

Sony Xperia XZ2

 

Sony Xperia XZ2 ha qualche difetto in termini di ergonomia e questo da solo lo rende un po’ “imperfetto”. Ma se ci sono due cose su cui non rinuncia sono performance e autonomia. Grazie al nuovo processore Snapdragon 845 Sony è riuscita ad ottenere questo doppio risultato. Con un utilizzo medio non sarà difficile arrivare a due giorni di autonomia.

 

Se cercate prodotti differenti dagli smartphone dual SIM, eccovi una selezione di altri ottimi dispositivi: