[GUIDA] Root – ClockWorkRecovery – Installazione Custom ROM senza sblocco del Bootloader

Lo scopo di questa guida è quello di riunire tutti i passaggi necessari per ottenere una ClockWorkRecovery ed installare una Custom Rom seguendo alcuni passi semplici e rapidi, senza dover sbloccare il bootloader ed invalidare la garanzia.

N.B. Nonostante siano procedure testate dal sottoscritto non mi assumo nessuna responsabilità per eventuali danni derivati dall'uso di questa guida, ovvero fate tutto a vostro rischio ...


1. Per prima cosa ottenete i permessi di Root seguendo la guida contenuta in questo thread:
http://www.androidworld.it/forum/nex...nexus-s-31023/
Una volta ottenuti i permessi di Root installate dal market i programmi Rom Manager e Root Explorer (o un programma analogo come Astro)

Aprite Rom manager e selezionate Installa ClockworkMod Recovery
snap20110104_221839-300x500.png
A questo punto il programma scaricherà ed installerà la ClockworkMod Recovery.
Ora, se voi doveste avviare in Recovery e poi fare Reboot, perderete la Recovery modificata.
Questo perché nella rom stock di google, c’è uno script che viene eseguito ad ogni boot e controlla la firma della recovery che se non è quella stock provvede a riflashare quella originale.

Quindi, una volta installata la ClockworkMod Recovery aprite RootExplorer (o equivalente), entrate nella cartella /etc dove troverete il file install-recovery.sh
ora dovrete fare mount R/W e rinominare il file install-recovery.sh in install-recovery-old.sh
Questo vi permetterà di manterene la ClockworkMod Recovery anche su rom stock senza dover sbloccare il bootloader.
A questo punto vi consiglio di fare da ClockWorkRecovery un nandroid backup prima di fare qualunque altra cosa, in modo che abbiate un backup pulito del vostro firmware originale e che potrete ripristinare in ogni momento da recovery.


ClockWorkRecovery



wipe : Qui avete tutte le voci che permettono una comoda pulizia delle partizioni interessate, in dettaglio c’è:

wipe data/factory reset: non fa altro che formattare \data, \cache e cancellare il contenuto della cartella “.android_secure” nella sd.

Il resto della sd non viene toccato. Non viene toccata manco la partizione \system e \boot.
Questo è il classico reset di fabbrica, e riporta la rom corrente allo stato vergine (kernel postumo e modifiche di sistema a parte).
Si usa questo comando prima di installare un'altra rom perché \boot e \system verranno sovrascritte al nuovo flash (non dovrebbe essere necessario formattarle quindi, anche se io lo faccio lo stesso).

wipe cache e wipe dalvik-cache : cancellano le rispettive cache (si usano prima di flashare un kernel; se vi scordate va bene anche subito dopo).

wipe batterystats: cancella il file batterystats obbligando il sistema a ricrearlo. Il file batterystats contiene le informazioni della batteria come ciclo di carica/scarica e viene cancellato per ricalibrare la batteria. E’ la stessa cosa che fan le varie magiche app per ricalibrare la batteria…

Install zip from sdcard: Qui potete flashare un qualsiasi zip contenuto nella sd ( radio , rom, kernel, impostazioni strane, tweak utili, qualche app di sistema: di tutto e di più insomma).

Mounts and storage: Qui potete formattare singolarmente le partizioni che vi interessano e montare la sd del cellulare come chiavetta usando “mount USB storage” (comunemente usato quando si vuole cambiare rom ma ci si è scordati di mettere lo zip nel cellulare prima di riavviare).

Advanced: Se qualcosa va storto fate un giro di “fix permissions” prima di procedere coi vari wipe o reflash.


Ricordo che esistono 6 partizioni importanti nel nexus s:

\boot: contiene il kernel , formattatela senza rimetterci nulla e non credo andrete oltre il logo google
\recovery: contiene la omonima
\system: contiene la rom (e alcune modifiche che un kernel può aver apportato), formattatela senza rimetterci nulla e non credo andrete oltre il logo google

\data: contiene le impostazioni della rom, delle app installate, degli account google associati; insomma tutto ciò che è stato creato postumo alla rom. Se la formattate tuttavia non tornerete a uno stato di rom vergine, per il fatto che android tende a mettere molte app (gli apk perlomeno) nella cartella “.android_secure” che sta nella sd.

\cache: lo dice il nome, è una partizione che contiene dati temporanei per un veloce accesso, è cancellabile/formattabile sempre senza danni.

\ dalvik-cache : è la cache della macchina virtuale dalvik su cui android gira, è cancellabile/formattabile senza danni come sopra.

Le 2 partizioni cache (soprattutto la dalvik) è consigliabile formattarle dopo aver cambiato kernel, per non avere dati sporchi del kernel precedente in giro.

Visto che da quanto ho letto sembrerebbe che il nandroid backup non backuppa la cartella \efs (che contiene imei, macadress, indirizzo bluetooth ecc), sempre utilizzando Root explorer conviene creare un Tar della cartella \efs (no compression) che automaticamente verrà copiata in \sdcard\speedsoftware\zip, i permessi dentro al .tar vengon preservati e per ripristinare tutto dovrebbe bastare fare un copia e incolla, ma qui sul forum di android italiano [IMPORTANTE LEGGERE TUTTI] Cartella efs - Pagina 10 - Forum Android Italiano vengono elencati una serie di metodi più o meno validi.

Ora che avete creato un backup di tutte le cose importanti, potete installare una rom nuova:
1. Andare in Recovery
2. mounts and storage. -> Format /system, /cache, /data, /boot.
3. Install zip from SD card -> Choose zip from SD card - > nome della Rom
4. wipe data/factory reset e wipe cache e wipe dalvik-cache
5. Reboot.