Roottare lo smartphone | Forum Android | AndroidWorld

ATTENZIONE:
L’Utente assume la totale responsabilità anche giuridica per ogni attività da lui svolta e per ogni contenuto pubblicato e/o scambiato. (leggi le condizioni d’uso).

Si invitano gli Utenti a non pubblicare o scambiare alcuna informazione che permetta di risalire, anche indirettamente, alla propria identità o all’identità di terzi (nome, cognome, residenza, email…) e divulgare alcun tipo di dato sensibile proprio o di terzi.

X
  1. #1
    Baby Android
    Registrato dal
    Jan 2014
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    Huawei Ascend P6
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7
    Grazie!
    1
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Roottare lo smartphone

    Salve a tutti,
    sono appena passato ad Android da WP8 (Lumia 920) e finora ho avuto esperienze solamente con JailBreak e WP Unlock, ma con il root non c'ho mai avuto a che fare... Eccomi quindi qui a chiedervi informazioni su quello che sto per fare.
    Innanzitutto premetto che ho esperienza con l'informatica e con il modding dopo aver modificato numerosi dispositivi, console etc. (essendo anche una passione). Vorrei quindi sapere di più sui rischi che corro (a parte l'invalidità della Garanzia) rootando il mio smartphone e naturalmente come uscirne (per esempio in caso di brick). Naturalmente mi riferisco ad un device in particolare, l'Ascend P6, ho visto la Guida sul forum e vorrei sapere se funziona anche per la build con cui arriva il cellulare (4.2.2). Ditemi tutto quello che sapete, tra rischi e tips, e sopratutto se mi conviene rootarlo anche non avendo un minimo di esperienza (capitemi è arrivato da poco più di un mese).
    Grazie mille

  2. #2
    L'avatar di crimescene Chief Moderator
    Registrato dal
    Dec 2010
    Residenza
    Nereto
    Dispositivo
    Samsung Galaxy Tab A6 10.1
    Operatore
    H3G
    Messaggi
    31,767
    Grazie!
    47
    Ringraziato 3,463 volte in 2,867 post
    innanzitutto devi capire che il root NON sblocca nulla nè è nulla di strano, non è un jailbreack, ma la naturale condizione di "utente amministratore" sulla partizione di sistema.

    I telefoni android nell'uso non hanno alcuna limitazione o blocco rispetto ad altri sistemi operativi, e si è amministratori su tutti i file posseduti, tranne appunto la partizione di sistema che per ovvie ragioni è protetta.

    Se non hai intenzione quindi di cambiare o modificare questa partizione il root di per se non serve a nulla.

    Come ho detto sopra, il root NON è un jailbreack, NON SBLOCCA assolutamente nulla, ma ti consente appunto semplicemente di poter montare, leggere, scrivere nella partizione /system protetta.

    A cosa serve quindi?

    E' molto semplice, per molti dispositivi, ma non per tutti, ottenere i permessi di root è solo il primo passo per sbloccare il telefono attraverso lo sblocco del bootloader (a volte se possibile) o attraverso l'installazione di una recovery modificata, che ti permette di compiere più funzioni rispetto alla recovery stock, funzioni come appunto il flash di un firmaware e molto altro o la formattazione di intere partizioni del telefono.

    Se si usa e si intende usare il firmaware stock, il root non è necessario e fare solo il root SENZA eventualmente installare almeno una recovery custom (di solito la clockworkmod) o ancor meglio ottenere lo sblocco del bootloader (non sempre necessario ma alcune volte sì), è molto rischioso, in quanto appunto il root ti da il permesso di modoficare file di sistema su un telefono ancora bloccato.

    Come si evita il brick?

    E' molto semplice, per evitare il brick devi sbloccare il telefono, molto meglio se con recovery modificata e bootloader sbloccato.

    Anche in caso di disastro totale, e la cancellazione dell'intera partizione di sistema e addirittura della recovery stessa, se si ha il bootloader sbloccato si può con le opportune conoscenze recuperare i file e reinstallarli sul telefono. ti basta un pc un cavo usb e una connessione ad internet.

    La via più semplice per trovarsi in situazioni "critiche", a volte con difficile soluzione è ottenere i permessi di root e modificare o lasciar modificare il firmaware ad applicazioni che lo richiedono SENZA avere effettuato lo sblocco.

    Cosa è la recovery?

    La recovery è la partizione di ripristino, una funzione appunto con cui attraverso una combinazione di tasti si può entrare e dare determinati comandi.
    Con quella stock si possono fare solo poche cose, tra cui appunto il ripristino dei dati di fabbrica che effettua la cancellazione di tutte le applicazioni e dati scaricati, lasciando solo i dati nella partizione di sistema.

    Quella "custom" ti consente anche di effettuare molte altre cose, come il flash di un firmaware e la formattazione di tutte le partizioni e altro.


    Che cosa è il bootloader?

    Non sembre può essere sbloccato, su alcuni telefoni è obbligatorio se si vuole fare modding, su alri modelli non è possibile e su alcuni la cosa è facoltativa (ma consigliabile)

    Il bootloader è la sezione di "avvio" una sorta di zona franca che parte prima di ogni altra cosa.
    Avere il bootloader sbloccato significa quindi poter agire completamente sulle partizioni presenti sul telefono, anche sulla recovery e su quelle partizioni dove la recovery non arriva.
    Possiamo quindi cancellare e riscrivere tutto a nostro piacimento o modificare, riformattare, ecc.

    Si tratta di una funzione molto importante soprattutto se si effettua spesso flash di kernel e firmaware diversi e fondamentale se si sviluppa sui firmaware, o si vogliono effetuuare esperimenti di qualsiasi tipo.

    Per poter "comandare" il bootloader c'è bisogno di una discreta conoscenza del sistema, si tratta di funzioni "avanzate" a cui è meglio accostarsi non prima di aver letto delle guide specifiche.

    I comandi vengono dati attraverso la shell di windows o linux attraverso la funzione di "fastboot" appositamente creata da google per comandare appunto il bootloader.

    Alcune delle funzioni che svolge la recovery possono essere svolte anche dal bootloader, come il flash di una rom, o la cancellazione di intere partizioni o il backup del sistema.

    Ovviamente per praticità e facilità d'uso (oltre in alcuni casi l'impossibilità di usarlo) si usa molto più spesso la recovery che ha un interfaccia grafica molto più user frendly per quello che riguarda il flash delle rom ecc, ma in alcuni rari casi avere il bootloader sbloccato può salvarti dal brick, in quanto è un ancora di salvezza che non ti abbandona mai.

    Anche in caso di eventuale corruzione della partizione di ripristino e dell'intero sistema attraverso di esso saremo in gradoi di ricreare le partizioni ed eventualmente riflashare i dati, cosa impossibile altrimenti.
    Ultima modifica di crimescene; 03-01-2014 a 00: 59

  3. I seguenti utenti hanno ringraziato crimescene per aver trovato utile questo post:

    HDzBLaZe (03-01-2014)

  4. #3
    Baby Android
    Registrato dal
    Jan 2014
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    Huawei Ascend P6
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7
    Grazie!
    1
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Quote Originariamente inviato da crimescene Visualizza il messaggio
    innanzitutto devi capire che il root NON sblocca nulla nè è nulla di strano, non è un jailbreack, ma la naturale condizione di "utente amministratore" sulla partizione di sistema.

    I telefoni android nell'uso non hanno alcuna limitazione o blocco rispetto ad altri sistemi operativi, e si è amministratori su tutti i file posseduti, tranne appunto la partizione di sistema che per ovvie ragioni è protetta.

    Se non hai intenzione quindi di cambiare o modificare questa partizione il root di per se non serve a nulla.

    Come ho detto sopra, il root NON è un jailbreack, NON SBLOCCA assolutamente nulla, ma ti consente appunto semplicemente di poter montare, leggere, scrivere nella partizione /system protetta.

    A cosa serve quindi?

    E' molto semplice, per molti dispositivi, ma non per tutti, ottenere i permessi di root è solo il primo passo per sbloccare il telefono attraverso lo sblocco del bootloader (a volte se possibile) o attraverso l'installazione di una recovery modificata, che ti permette di compiere più funzioni rispetto alla recovery stock, funzioni come appunto il flash di un firmaware e molto altro o la formattazione di intere partizioni del telefono.

    Se si usa e si intende usare il firmaware stock, il root non è necessario e fare solo il root SENZA eventualmente installare almeno una recovery custom (di solito la clockworkmod) o ancor meglio ottenere lo sblocco del bootloader (non sempre necessario ma alcune volte sì), è molto rischioso, in quanto appunto il root ti da il permesso di modoficare file di sistema su un telefono ancora bloccato.

    Come si evita il brick?

    E' molto semplice, per evitare il brick devi sbloccare il telefono, molto meglio se con recovery modificata e bootloader sbloccato.

    Anche in caso di disastro totale, e la cancellazione dell'intera partizione di sistema e addirittura della recovery stessa, se si ha il bootloader sbloccato si può con le opportune conoscenze recuperare i file e reinstallarli sul telefono. ti basta un pc un cavo usb e una connessione ad internet.

    La via più semplice per trovarsi in situazioni "critiche", a volte con difficile soluzione è ottenere i permessi di root e modificare o lasciar modificare il firmaware ad applicazioni che lo richiedono SENZA avere effettuato lo sblocco.

    Cosa è la recovery?

    La recovery è la partizione di ripristino, una funzione appunto con cui attraverso una combinazione di tasti si può entrare e dare determinati comandi.
    Con quella stock si possono fare solo poche cose, tra cui appunto il ripristino dei dati di fabbrica che effettua la cancellazione di tutte le applicazioni e dati scaricati, lasciando solo i dati nella partizione di sistema.

    Quella "custom" ti consente anche di effettuare molte altre cose, come il flash di un firmaware e la formattazione di tutte le partizioni e altro.


    Che cosa è il bootloader?

    Non sembre può essere sbloccato, su alcuni telefoni è obbligatorio se si vuole fare modding, su alri modelli non è possibile e su alcuni la cosa è facoltativa (ma consigliabile)

    Il bootloader è la sezione di "avvio" una sorta di zona franca che parte prima di ogni altra cosa.
    Avere il bootloader sbloccato significa quindi poter agire completamente sulle partizioni presenti sul telefono, anche sulla recovery e su quelle partizioni dove la recovery non arriva.
    Possiamo quindi cancellare e riscrivere tutto a nostro piacimento o modificare, riformattare, ecc.

    Si tratta di una funzione molto importante soprattutto se si effettua spesso flash di kernel e firmaware diversi e fondamentale se si sviluppa sui firmaware, o si vogliono effetuuare esperimenti di qualsiasi tipo.

    Per poter "comandare" il bootloader c'è bisogno di una discreta conoscenza del sistema, si tratta di funzioni "avanzate" a cui è meglio accostarsi non prima di aver letto delle guide specifiche.

    I comandi vengono dati attraverso la shell di windows o linux attraverso la funzione di "fastboot" appositamente creata da google per comandare appunto il bootloader.

    Alcune delle funzioni che svolge la recovery possono essere svolte anche dal bootloader, come il flash di una rom, o la cancellazione di intere partizioni o il backup del sistema.

    Ovviamente per praticità e facilità d'uso (oltre in alcuni casi l'impossibilità di usarlo) si usa molto più spesso la recovery che ha un interfaccia grafica molto più user frendly per quello che riguarda il flash delle rom ecc, ma in alcuni rari casi avere il bootloader sbloccato può salvarti dal brick, in quanto è un ancora di salvezza che non ti abbandona mai.

    Anche in caso di eventuale corruzione della partizione di ripristino e dell'intero sistema attraverso di esso saremo in gradoi di ricreare le partizioni ed eventualmente riflashare i dati, cosa impossibile altrimenti.
    Innanzitutto ti ringrazio per la risposta
    Il motivo per cui rootteri il mio smartphone è solo ed unicamente per installare apk esterne e che richiedo appunto i permessi di root. La mia domanda principale era: ho visto la Guida su come roottare l'Ascend P6 con RootGenius, e vorrei sapere quante sono le probabilità che durante il processo di rooting il mio smartphone si bricki.

  5. #4
    Android Guru
    Registrato dal
    Apr 2012
    Residenza
    Roma
    Dispositivo
    LG Optimus One - Sony Tablet S, Samsung Galaxy Nexus, Samsung Galaxy Note 3, LG Nexus 5, LG g2
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7,699
    Grazie!
    128
    Ringraziato 1,165 volte in 1,020 post
    A parte il fatto che installare apk non richiede il root. Comunque sia occhio che parlare di pirateria è vietato su questo forum. Infine se è solo quello il motivo, lascia stare.

    Inviato dal mio Galaxy Nexus utilizzando Tapatalk

  6. #5
    Baby Android
    Registrato dal
    Jan 2014
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    Huawei Ascend P6
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7
    Grazie!
    1
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Quote Originariamente inviato da Brunello Visualizza il messaggio
    A parte il fatto che installare apk non richiede il root. Comunque sia occhio che parlare di pirateria è vietato su questo forum. Infine se è solo quello il motivo, lascia stare.

    Inviato dal mio Galaxy Nexus utilizzando Tapatalk
    Il mio intento non è parlare di pirateria, ma semplicemente di modding (che pur può essere ritenuta una branchia). Comunque la mia domanda era davvero stupida, volevo solamente sapere cosa rischiavo roottando il mio smartphone, nulla di più. Naturalmente se qualcuno poteva darmi altre informazioni, come ha fatto il primo utente che ha risposto, le avrei accettate con piacere. Inoltre il motivo principale e quello di permettere l'avvio di app che necessitano dei permessi di root.

  7. #6
    Android VIP
    Registrato dal
    May 2012
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    -
    Operatore
    TIM
    Messaggi
    5,025
    Grazie!
    169
    Ringraziato 586 volte in 489 post
    Rischi enormi non ne corri, problemi irreparabili non credo tu possa farne. Per sicurezza quando metti il root, fai un backup del sistema, così se fai casini hai un modo per riparare.

    Sent from LG G2

  8. #7
    Baby Android
    Registrato dal
    Jan 2014
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    Huawei Ascend P6
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7
    Grazie!
    1
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Quote Originariamente inviato da NateRiver Visualizza il messaggio
    Rischi enormi non ne corri, problemi irreparabili non credo tu possa farne. Per sicurezza quando metti il root, fai un backup del sistema, così se fai casini hai un modo per riparare.

    Sent from LG G2
    Grazie per la risposta,
    volevo chiederti se durante il processo di rooting poteva brickarsi il telefono e magari non accendersi più. Grazie ancora

  9. #8
    Android Guru
    Registrato dal
    Sep 2012
    Residenza
    Palermo
    Dispositivo
    LG G4
    Operatore
    H3G
    Messaggi
    5,059
    Grazie!
    12
    Ringraziato 681 volte in 621 post
    Bloccare le app su android è controproducente..va conto i principi di android..che si bricki il dispositivo è quasi impossibile se segui alla lettera le guide

    Sent from LG G2

  10. #9
    Android VIP
    Registrato dal
    May 2012
    Residenza
    Napoli
    Dispositivo
    -
    Operatore
    TIM
    Messaggi
    5,025
    Grazie!
    169
    Ringraziato 586 volte in 489 post
    Se segui guide che hanno già testimoni e sai che chi l'ha seguita ci è riuscito, non dovresti avere problemi. Per essere sicuro di non brickare, io installerei una recovery ed installerei il root tramite il pacchetto superuser.

    Sent from LG G2

  11. #10
    Android Guru
    Registrato dal
    Apr 2012
    Residenza
    Roma
    Dispositivo
    LG Optimus One - Sony Tablet S, Samsung Galaxy Nexus, Samsung Galaxy Note 3, LG Nexus 5, LG g2
    Operatore
    Vodafone
    Messaggi
    7,699
    Grazie!
    128
    Ringraziato 1,165 volte in 1,020 post
    Tutte le procedure di questo tipo hanno rischio di brick. Questo teoricamente. Poi quanto si rischi quello dipende dall'utente. Moltissime guide sono letteralmente a prova di idiota, quindi seguendole alla lettera è molto difficile fare danni irreparabili. Comunque sia il solo root serve a poco, ma soprattutto è controproducente non prendere precauzioni e non sbloccare il terminale. Infatti il root è una cosa normale su sistemi unix, non è che sblocca lo smartphone. Per farlo devi mettere su una recovery alternativa. Cosa che ti permetterebbe anche di fare un backup di tutto il sistema da ripristinare in caso di casini. Tuttavia non ti eri spiegato bene prima. Avevi parlato di installare apk esterne e io avevo capito che esterne si riferisse a "al di fuori del play storie" quindi ho pensato di avvertire nel caso in cui si stesse entrando in un campo minato. Rimane comunque secondo me una cosa da chiarire: perché faresti il root? A cosa ti serve? Quali sono queste applicazioni che lo sfruttano di cui necessiti? Perché secondo me a prescindere dall'informarsi come ben fai e dallo studiare le guide, comunque bisogna chiedersi il vantaggio che si avrebbe ad assumersi un rischio (piccolo che sia) e se effettivamente ne vale la pena.

    Inviato dal mio Galaxy Nexus utilizzando Tapatalk

12 »

Discussioni simili

  1. 30-04-2013
    63Risposte
  2. Smartphone a 250-300€
    Da Kynzo nel forum Quale smartphone / tablet Android comprare?
    04-03-2013
    17Risposte
  3. Acquisto Smartphone di fascia alta + smartphone di fascia medio/bassa
    Da v@ness@ nel forum Quale smartphone / tablet Android comprare?
    28-12-2012
    15Risposte
  4. roottare lg optimus black android 2.3.4
    Da marcomg nel forum LG Optimus Black
    24-06-2012
    1Risposte
  5. Roottare xperia x8
    Da paskynim nel forum Sony Ericsson Xperia X8
    06-05-2011
    9Risposte

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.6.1