Nuova pellicola cinematografica significa nuovo tie-in videoludico mobile, ormai è una abitudine. Sulle nostre pagine abbiamo visto insieme le recensioni di Iron Man 3, After Earth, Cattivissimo Me, prodotti che hanno in comune, per l’appunto, un film. Ad aggiungersi a questi è L’Uomo d’Acciaio (Man of Steel), la nuova pellicola cinematografica di Zack Snyder dedicata al mitico supereroe DC,Superman. Il tie-in, prodotto da Warner Bros, è stato affidato a Phosphor Games, il team di Horn, World War Z e Dark Meadow e propone un sistema di combattimento molto simile a quello visto in Horn. Infatti, L’Uomo d’Acciaio è un picchiaduro stile Infinity Blade, che si basa solo ed esclusivamente sui combattimenti, senza fasi esplorative o simili.

Purtroppo l’universo videoludico di Superman è stato sempre minato da titoli mediocri o pessimi: Superman 64 ne è un esempio lampante, considerato uno dei giochi peggiori di sempre da moltissimi recensori internazionali, caratterizzato da un gameplay monotono, una trama del tutto assente, un sistema di controllo a dir poco macchinoso e da una grafica imbarazzante.

Vi anticipiamo che non siamo sui disastrosi livelli di Superman 64, ma non si tratta nemmeno di una rivoluzione. Pare che gli sviluppatori di tie-in non amino la sperimentazione, infatti preferiscono dedicarsi a generi e strutture di gioco già testate e apprezzate a dovere dal pubblico, poiché la maggior parte di questi prodotti sono endless running o cloni di Infinity Blade. Minestra riscaldata o esperienza solida e divertente? Scopriamolo insieme.

» L?Uomo d?Acciaio: non è una ?S?, nel mio mondo significa speranza [Recensione] » GiochiRecensioni Giochi - AndroidWorld.it

Buona lettura!