App

Stadia 4.6 si prepara a sfruttare davvero i sensori di Android

Stadia 4.6 si prepara a sfruttare davvero i sensori di Android
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Stadia per Android potrebbe prevedere l'utilizzo dei sensori dello smartphone per tradurre i movimenti fisici in input specifici del controller.

Il nuovo schema di controllo, denominato "Device Motion", è stato scovato dai ragazzi di 9to5Google decompilando l'ultima versione di Stadia per Android, la 4.6, ma non è finita qui. I controlli saranno poi specifici per i singoli giochi, come evidenziato da un'altra linea di codice, e permetteranno anche ai giocatori di usare lo smartphone come controller mentre giocano su un altro schermo. Gli usi possibili ovviamente sono i più disparati, come per accelerare o frenare nei giochi di corse, o anche per premere un grilletto. 

La versione 4.6 di Stadia ha in serbo molte altre sorprese. Per quanto riguarda i controlli gamepad touch, infatti, c'è un riferimento alla versione 2, che mostra nuove grafiche con diverse dimensioni dei caratteri e forme leggermente diverse dei controlli stessi, e c'è persino una linea di codice che anticipa la possibilità da parte degli sviluppatori di personalizzare i controlli touch del loro gioco.

Ci sono poi novità riguardanti lo streaming, già possibile su YouTube, che suggeriscono la possibilità di permettere la condivisione del gameplay direttamente con gli amici, ma su questo punto ci sono poche informazioni. Infine il ricco aggiornamento di Stadia contiene anche accenni a funzionalità "enterprise", inclusi "ID di gioco enterprise", che però potrebbero essere solo riferimenti destinati ad un uso interno.

Insomma, funzionalità molto interessanti che ricordiamo sono state dedotte analizzando le linee di codice dell'ultimo aggiornamento 4.6 di Stadia per Android, quindi potranno non essere mai implementate, ma che sicuramente aprono una finestra sui futuri sviluppi della piattaforma. 

Via: 9to5Google
Mostra i commenti