App

Con la nuova app dell'ESA potete aiutare a migliorare le previsioni meteo

La nuova app Camaliot usa il GPS dei telefoni per determinare quanto le condizioni meteo impattano sulla qualità del segnale
Con la nuova app dell'ESA potete aiutare a migliorare le previsioni meteo
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Se siete appassionati di Citizen Science, o anche solo curiosi, c'è un progetto scientifico veramente interessante aperto a tutti gli utenti Android. L'ESA, l'ente spaziale europeo, ha infatti finanziato un'app che consentirà a chiunque di contribuire a migliorare la previsioni meteo.

L'app, chiamata Camaliot, usa i dati ottenuti dal GPS del telefono per monitorare la potenza del segnale e la distanza dal satellite in modo da determinare come la quantità di vapore acqueo contenuta nell'atmosfera possa influenzare il segnale satellitare stesso. Questo servirà per allenare i modelli di previsione meteorologica con l'apprendimento automatico.

Il progetto non raccoglie dati solo dal GPS, ma da tutti i sistemi globali di navigazione satellitare (GNSS), come il GLONASS russo, il Beidou cinese e il Galileo dell'UE. Ovviamente, più dati i raccolgono, meglio si allenano i modelli, più precisa sarà la previsione

Per partecipare,potete scaricare l'app Camaliot (funzionante con Android 7.0 e oltre), 

  • Selezionate "inizia la registrazione" e posizionate il telefono in un punto da cui si vede il cielo (senza nubi) per iniziare a registrare i dati
  • Dopo aver misurato per un certo tempo a piacere, selezionate "Interrompi registrazione"
  • Caricate la sessione sul server e ripetete il processo per raccogliere più dati. 

L'app prevede anche una serie di iniziative per coinvolgere i partecipanti, come una classifica che mostra gli utenti più attivi e una campagna, attiva fino al 30 giugno, che consentirà di vincere premi come un telefono Android a doppia frequenza e buoni Amazon. Qui sotto un video che presenta il progetto.

Scarica da Play Store

Via: The Verge
Fonte: Camaliot
Mostra i commenti