Android Auto sulle Tesla è ora realtà, passando dal browser

Android Auto sulle Tesla è ora realtà, passando dal browser
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Vi avevamo parlato di questo progetto lo scorso giugno, ed i lavori sono andati avanti al punto che adesso è realtà: lo sviluppatore di AA Wireless ha trovato il modo di far funzionare Android Auto sui veicoli Tesla, sebbene non qualche compromesso.

Anzitutto dovrete comprare l'app "TeslAA - Android Auto over Tesla Browser", dal costo di 4,99€ (ma del resto, se avete una Tesla...), il cui nome dice già tutto. Dopo averla installata dovrete collegarvi all'auto via Bluetooth, e connettere il Wi-Fi della Tesla all'hotspot del vostro telefono. A questo punto prendete il browser dell'auto e recatevi su androidwheels.com et voilà: Android Auto è servito.

L'applicazione è ancora in beta, ma l'esperienza sembra già essere buona, soprattutto sulle Tesla più recenti, ma ci sono comunque dei problemi noti:

  • Quando / dopo il passaggio al reverse il video può diventare non reattivo. Un aggiornamento della pagina risolverà questo problema.
  • L'applicazione utilizza i binari nativi di FFMPEG sul telefono, che in alcune occasioni possono essere killati in background. Questo non accadrà durante la guida, più che altro durante la configurazione o se si chiude il browser di Tesla molte volte e poi ci si ritorna. Purtroppo in questo caso c'è bisogno che il servizio TeslAA sia fermato e riavviato.
  • Come già accennato, le prestazioni dipendono sia dal telefono che dal browser Tesla. I telefoni poco potenti potrebbero non essere in grado di trasmettere correttamente in streaming a 720p, ed allo stesso modo le Tesla con processore migliore performeranno meglio.
  • La ricarica wireless può portare al surriscaldamento del telefono (succede sul OnePlus 8 Pro dell'autore). Potete evitarlo usando un caricatore cablato.
  • Se si perde il segnale del telefono cellulare per un lungo periodo, Telsa potrebbe decidere di disconnettersi dal Wi-Fi, e non sarà in grado di riconnettersi fino a quando non si è di nuovo in una zona con copertura mobile.

Nel complesso comunque non sembrano problemi insormontabili o che rovinino del tutto l'esperienza d'uso, quindi se per qualche motivo il sistema di infotainment Tesla non vi piacesse e voleste provare Android Auto, con soli 5 euro avete la soluzione. Ogni commento in merito alla vostra esperienza sarà gradito da noi e dagli altri utenti.

Via: Electrek

Commenta