La ColorOS 12 si fa vedere dal vivo: ecco cosa cambia e quando arriverà sugli smartphone Oppo

La ColorOS 12 si fa vedere dal vivo: ecco cosa cambia e quando arriverà sugli smartphone Oppo
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Come da programma, Oppo ha svelato finalmente nuovi dettagli circa la ColorOS 12, l'ultima versione della sua personalizzazione basata su Android 12, che arriverà su smartphone dell'azienda, oltre che su alcuni dispositivi OnePlus e Realme (ma non in Europa).

La prima grande novità è ovviamente il nuovo design: la ColorOS porta infatti un rinnovamento generale della UI che salta subito all'occhio. Le nuove icone delle app, di forma più squadrata, utilizzano colori più tenui e troviamo nuove animazioni un po' ovunque all'interno del sistema operativo.

Cambia anche lo "spazio tra gli elementi", che come potete vedere dalle foto in basso risultano più distanti tra di loro e questo si nota soprattutto in schermate molto affollate.

Per quanto riguarda invece le funzionalità incluse in questo aggiornamento, troviamo ovviamente tutte quelle relative ad Android 12. Oltre a queste, troviamo FlexDrop, simile ad AirDrop di Apple, che consente di inviare facilmente immagini e documenti verso dispositivi supportati (anche PC), e la Smart Sidebar 2.0, che include sei nuovi widget.

Inoltre, arriva Cross-Screen Interconnection, che permette di gestire il proprio smartphone da un PC Windows senza l'utilizzo del cavo.

La ColorOS 12 introduce anche le Omoji, ovvero delle "emoji" che vengono animate in 3D tramite un algoritmo di cattura del volto (per intenderci, si tratta dell'ennesimo clone delle Memoji di iOS).

Per quanto riguarda il rilascio del firmware, sarà Find X3 Pro Photographer Edition a ricevere per primo l'update, mentre gli altri smartphone della serie Find X3 riceveranno la prima beta ad ottobre. Seguiranno le serie Find X2 e Reno 6, con la beta che arriverà a novembre, e poi la serie Reno 5, OPPO K9, A95, A93 e la serie Ace 2, che invece vedranno la prima beta a dicembre.

Commenta