Google non vuole che altri smartphone si aggiornino prima dei Pixel

Google non vuole che altri smartphone si aggiornino prima dei Pixel
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

In ambito di aggiornamenti Android, Google deve sempre mantenere alto un certo livello di aspettative visto che è una parte dell'azienda a sviluppare e distribuire gli update. Per questo i Pixel sono sempre tra i primi a ricevere aggiornamenti software.

Quanto appena detto vale per gli aggiornamenti software e per quelli di sicurezza, ma non sempre. In alcune occasioni abbiamo visto dispositivi di altri produttori, come Essential e Samsung ricevere le patch di sicurezza in anticipo rispetto a quanto fatto da Google per i suoi Pixel. Questa celerità da parte degli altri produttori non è piaciuta a Google, la quale si sarebbe apertamente lamentata con alcuni vertici di Essential.

Quanto appena detto è emerso dalla recente chiacchierata che Android Police ha avuto con OSOM, l'azienda nata dallo sforzo di alcuni ex dipendenti di Essential e che sta per lanciare il suo primo smartphone.

La questione è ancora aperta, con Samsung che mensilmente distribuisce le nuove patch di sicurezza in concomitanza o in anticipo rispetto a quanto fa Google con i suoi Pixel. Si tratta di gap temporali minimi, dell'ordine dei giorni in molti casi. Ci sono anche casi particolari come quello recentemente verificatosi per i Pixel 6, protagonisti di un aggiornamento probabilmente infelice. In ogni caso, tale competizione, se di competizione si tratta, non può che andare a vantaggio di noi utenti.

Via: Smartdroid

Commenta