Cosa c'è di vero nel cambio di direzione di Xiaomi sui sensori di prossimità?

Spoiler: praticamente niente.
Cosa c'è di vero nel cambio di direzione di Xiaomi sui sensori di prossimità?
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Nelle scorse ore su tantissimi siti web che trattano di tecnologia e di smartphone è rimbalzata una news che riguardava il cambio di direzione di Xiaomi per quanto riguarda i sensori di prossimità sui suoi smartphone. Ma facciamo una premessa: perché parliamo di sensori di prossimità sugli smartphone Xiaomi? Se vi state facendo questa domanda è perché probabilmente non siete al corrente che molti degli ultimi smartphone Xiaomi utilizzano al posto del classico sensore di prossimità un sensore di prossimità ultrasonico.

Questo sensore dovrebbe rilevare la vicinanza dell'orecchio allo schermo e far sì che quest'ultimo si spenga durante le telefonate, ma sembra che la scelta di Xiaomi (confermato anche dai nostri test) sia stata a più riprese infelice.

Questi sensori sono prodotti dall'azienda Elliptic Labs, che produce sensori di questo tipo anche per altre aziende. La novità che ha fatto animare il web in questi giorni è partita da XiaomiToday che ha riportato come Xiaomi abbia intrapreso un investimento in Minghao Sensing una piccola azienda che produce componenti di elettronica di vario tipo, facendo appunto accendere la speranza che Xiaomi possa andare a sostituire i sensori di Elliptic Labs con dei nuovi più precisi.

Peccato che la notizia sia probabilmente priva di fondamento, visto che Minghao Sensing non produce sensori di prossimità. La notizia, che inizialmente avevamo scelto di ignorare, ha però fatto ormai il giro del web, accendendo forse qualche falsa speranza di troppo. Alcuni siti hanno anche parlato di una interruzione della partnership fra Elliptic Labs e Xiaomi, notizia che non trova riscontro da nessuna parte.

Se quindi la notizia che Xiaomi abbia acquisito Minghao Sensing non sembra collegata in alcun modo al problema dei sensori di prossimità degli smartphone dell'azienda, è comunque indubbio che Xiaomi non potrà rimanere immobile davanti ai fatti e alle lamentele degli utenti. Un sondaggio sul forum cinese di Xiaomi di qualche mese fa (ora rimosso) sembra confermare che l'azienda abbia preso in carico seriamente la questione.

Via: GizChina

Commenta