Google spiega il perché del lancio limitato di Pixel 5A

Google spiega il perché del lancio limitato di Pixel 5A
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Con un lancio largamente anticipato da un gran numero di rumor Google ha ieri infine svelato al mondo il suo nuovo smartphone di fascia media, ovvero Pixel 5A, smartphone molto attento alla fotografia e che introduce una batteria più capiente e l'impermeabilità secondo lo standard IP67.

Quello che ha deluso molti (almeno nel nostro continente) è sicuramente il lancio estremamente limitato di Pixel 5A. Lo smartphone sarà infatti disponibile da fine mese solo negli USA e in Giappone, con pochissime speranze che possa arrivare altrove (come già successo per tanti altri prodotti dell'azienda). A CNET è Brian Rakowski, vice president of product management per i Pixel, a chiarire la motivazione. Come già successo in molti altri ambiti della tecnologia di consumo è la carenza di microprocessori ad aver spinto Google a fare un lancio così ridotto su scala globale. La carenza di componenti e la lentezza della catena è anche il motivo per cui l'azienda ha scelto di venderlo in un solo colore.

Per quanto questa motivazione sia sicuramente legittima e corroborata da scelte simili da parte di altre aziende, fa comunque storcere il naso che per quanto riguarda gli smartphone Google sia comunque l'unica azienda fino ad oggi ad aver scelto di limitare il lancio in base ad aree geografiche. Sembra che la stessa sorte toccherà a Pixel 6 e 6 Pro, almeno per l'Italia, visto che comunque dovrebbero essere disponibili in molti altri paesi europei.

Google Pixel 5a 5G

Google Pixel 5a 5G

  • Display 6,3" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 12,2 MPX ƒ/1.7
  • Frontale 8 MPX ƒ/2.0
  • CPU octa 2.4 GHz
  • RAM 6 GB
  • Memoria Interna 128 GB Espandibile
  • Batteria 4680 mAh
  • Android 11

Commenta