Sony Lythia: nel calderone una nuova tecnologia per fotocamere per smartphone? (foto)

Sony Lythia: nel calderone una nuova tecnologia per fotocamere per smartphone? (foto)
Federica Papagni
Federica Papagni

La poliedrica azienda giapponese Sony tra i suoi tanti interessi ha il mondo delle fotocamere, non solo come dispositivi a sé stanti, come la gamma Alpha, ma anche come sensori da installare sui suoi smartphone Xperia, i quali dotati di una tecnologia presente anche nella linea Alpha.

Solcando l'onda di questo tema, la società ha depositato lo scorso 30 luglio 2021 un marchio presso l'Ufficio dell'Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) per il nome Lytia. La domanda è stata presentata dall'intermediario Müller Fottner Steinecke Rechtsanwälte, che in precedenza aveva richiesto i marchi Sony, incluso CinemaWide. Quello di cui parliamo appartiene alla classe 9 con le seguenti descrizioni: semiconduttori; Telefono cellulare; smartphone; assistenti digitali personali.

Questa breve descrizione fa pensare che Sony abbia intenzione di realizzare un proprio chip per smartphone, visto che già nel  2015 si vociferava proprio del lavoro su un SoC per gli smartphone Xperia. Tuttavia, i semiconduttori non sono collegabili ai soli processori, ma anche ai sensori di immagine, il che rende collegabile il marchio alle fotocamere che Sony produce, considerando inoltre il suo essere leader nel mercato e l'utilizzo da parte di molti produttori di telefoni dei suoi sensori.

Lythia è probabilmente una nuova tecnologia che può essere utilizzata per i sensori di immagine, proprio come l'azienda utilizza la tecnologia "Pregius" e "SenSVIR" per i suoi sensori CMOS. È anche plausibile che il nome "Lythia" sia quello commerciale dal momento che è stato richiesto da Sony Group Corporation.

Questa domanda di brevetto potrebbe anche avere a che fare con una partnership annunciata lo scorso anno tra Sony e Microsoft, grazie alla quale starebbero collaborando a nuove soluzioni per le tecnologie di smart camera e analisi video con tecnologia artificiale.

Immagini

Commenta