Google estende l'assistenza per alcuni problemi legati al Pixel 4 XL, ma solo in alcuni paesi

Google estende l'assistenza per alcuni problemi legati al Pixel 4 XL, ma solo in alcuni paesi
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Gli ultimi modelli di Pixel lanciati da Google non hanno ottenuto il successo che l'azienda si aspettava, ma ora l'azienda sta cercando di limitare il malcontento tra i clienti grazie all'assistenza post vendita. L'azienda di Mountain View, a distanza di quasi un anno dallo stop alle vendite di Pixel 4 e il Pixel 4 XL sul proprio store ufficiale (ma resta disponibile tramite rivenditori terzi), ha infatti comunicato che riparerà gratuitamente il solo modello XL fino ad un anno dopo la scadenza della garanzia, ma solamente negli Stati Uniti, Singapore, Canada, Giappone e Taiwan.

Google ha lanciato questo programma di riparazione esteso per la versione più grande del suo dispositivo di punta del 2019, ma coprirà solamente specifici problemi legati all'alimentazione. In particolare, i problemi dovranno essere legati all'impossibilità di accendere il telefono oppure alla ricarica con un adattatore o un caricatore wireless. Qualche speranza ci sarà anche per i dispositivi che continuano a riavviarsi o a spegnersi senza motivo e per le batterie che si scaricano molto più velocemente di prima.

Come già detto, tutto questo sarà purtroppo possibile solamente nei seguenti paesi: Stati Uniti, Singapore, Canada, Giappone e Taiwan.

Per maggiori informazioni, i clienti dovranno recarsi sulla pagina dedicata di Google che spiega come approfittare del programma in base alla propria località. Negli Stati Uniti, per esempio, si dovrà portare il dispositivo in una sede uBreakiFix oppure accedere al sito web del centro riparazioni di Google per iniziare il processo.

Via: Engadget

Commenta