App

Proprio quando gli APK stanno per sparire, Amazon si ricorda di avere un Appstore

Proprio quando gli APK stanno per sparire, Amazon si ricorda di avere un Appstore
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

A partire dal prossimo mese, gli sviluppatori che vogliono pubblicare la propria app su Play Store dovranno adottare il nuovo metodo di distribuzione voluto da Google: non più gli APK, ma gli Android App Bundle, un nuovo sistema di pacchettizzazione che, tra le altre cose, porterà a ridurre lo spazio occupato dalle app.

Non si tratta di una novità assoluta: di Android App Bundle si parla dal lontano 2018, ma a breve diventerà il sistema obbligatorio su App Store. E proprio mentre tutti gli sviluppatori si preparano ad adottare questo nuovo strumento di pacchettizzazione, Amazon si ricorda di avere un Appstore da aggiornare.

Con un post pubblicato lo scorso venerdì, Amazon ha annunciato che il suo Appstore supporterà gli Android App Bundles, ma non specifica quando. Ovviamente, gli sviluppatori potranno continuare a pubblicare normalmente gli APK.

Non è un dramma, insomma, ma considerando che l'Amazon Appstore è il negozio di riferimento sui dispositivi Kindle Fire (che l'azienda spinge abbastanza), sarebbe bene semplificare la vita ai developer per far sì che le ap vengano pubblicate senza troppi sforzi anche su Appstore.

Commenta