I problemi di fornitura colpiscono anche Samsung, Galaxy S21 FE è in bilico (aggiornato)

Filippo Morgante -

Dopo il lancio sul mercato della serie Galaxy S21Samsung ha deciso di dedicarsi allo sviluppo di un nuovo membro di questa famiglia molto atteso dagli utenti, ovvero Samsung Galaxy S21 FE (Fan Edition). Tutto sembrava procedere normalmente, con il lancio ufficiale atteso per il mese di agosto, ma dalle notizie circolanti nelle ultime ore emerge che il dispositivo potrebbe essere stato sospeso da Samsung stessa per alcuni problemi nella catena di fornitura dei componenti.

LEGGI ANCHE: Xiaomi e la ricarica rapida a 200W: il degrado della batteria non è poi così male

Tutte le fonti sembrano convenire sul fatto che la produzione di Samsung Galaxy S21 FE sia stata sospesa, ma non c’è ancora accordo sul motivo che avrebbe portato a questa decisione. Alcuni sostengono che la brusca interruzione sia dovuta alla carenza globale di semiconduttori (e quindi di chip), e che Samsung avrebbe avvisato l’11 giugno i suoi partner della sospensione della produzione di parti per l’S21 FE e la cancellazione degli ordini di sottomateriali. Tutti le scorte e i componenti già in fase di produzione, sarebbero stati riassegnati ai nuovi foldable dell’azienda sudcoreana.

L’altra corrente di pensiero sostiene invece che il problema scatenante di questa reazione sia relativo alla batteria e non ai chip. A differenza dei chip, la produzione delle batterie a livello globale sta procedendo in maniera regolare, ma alcuni particolari componenti che le nuove tecnologie di S21 FE prevedono, starebbero dando dei problemi a Samsung in quanto non all’altezza.

Aggiornamento13/06/2021 ore 20:15

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Samsung non avrebbe ancora deciso se sospendere o meno la produzione del Galaxy S21 FE a causa della carenza di chip. L’azienda sudcoreana avrebbe così commentato la vicenda “Mentre non possiamo discutere i dettagli del prodotto non rilasciato, nulla è stato determinato riguardo alla presunta sospensione della produzione”.