La traduzione delle app potrebbe diventare uno standard sui Pixel con Android 12 (foto)

Vincenzo Ronca

Abbiamo appena iniziato a conoscere Android 12 grazie alla prima beta pubblica che Google ha rilasciato qualche settimana fa. Ora possiamo dare un’occhiata a cosa potrebbe offrire la versione stabile della nuova versione del robottino verde.

La novità evidenziata da XDA fa seguito a quanto abbiamo visto un paio di mesi fa, quando Android 12 era ancora in Developer Preview. Stando a quanto emerso dalle API integrate nella prima beta di Android 12, Google potrebbe integrare la traduzione automatica delle app nel linguaggio nativo dell’utente sui suoi Pixel. Tale funzionalità dipenderebbe a doppio filo da un servizio di traduzione, per il quale non sono emersi particolari dettagli finora.

LEGGI ANCHE: Google Pixel Buds-A, la recensione

Il metodo che ha implementato Google in Android 12 per tale funzionalitĂ  si riferisce ai generici Pixel. Questo suggerisce che la novitĂ  sarĂ  riservata ai Pixel di Google, senza particolari distinzioni in termini di generazione di smartphone.

Al momento non è chiaro quanto tempo sarà necessario prima di vedere questa funzionalità pienamente operativa a livello pubblico. Potrebbe arrivare direttamente con il rilascio stabile di Android 12, in parallelo con il lancio dei nuovi Pixel 6.

Via: XDA