Il blocco degli annunci personalizzati su Android sarà più chiaro ed efficace

Filippo Morgante

Assieme ad Android 12 arriverà un rinnovato centro di controllo di tutte quelle opzioni riguardanti la privacy che comprendono anche la possibilità di disabilitare l’accesso delle app a fotocamera e microfono. Un ulteriore aggiornamento previsto per quest’anno mirerà invece a portare una maggiore efficacia per gli utenti che decideranno di rinunciare agli annunci personalizzati nelle applicazioni Android.

LEGGI ANCHE: Huawei presenta il design ufficiale del P50, confermati i due “oblò” posteriori

I Google Play Services hanno da tempo reso disponibile un ID pubblicitario che gli sviluppatori di terze parti possono utilizzare per monetizzare con le loro applicazioni in modo standard. Gli utenti possono resettare e generare un nuovo identificativo in qualsiasi momento e hanno anche la possibilità di disattivare la personalizzazione degli annunci. Questo dice alle app di “non usare il vostro ID pubblicitario per costruire profili o mostrarvi annunci personalizzati”.

In un nuovo documento di Google per gli sviluppatori, si dice che l’azienda di Moutain View farà in modo che gli utenti Android con questa preferenza di privacy abilitata avranno un blocco più efficace e rigoroso sugli annunci personalizzati. In questi casi, l’identificativo non sarà più disponibile a terzi e le app non riceveranno più dati. Gli sviluppatori saranno inoltre informati quando un utente finale deciderà di rinunciare, in modo che i dati già esistenti possano essere rimossi.

Per aiutare gli sviluppatori e i fornitori di servizi di ad/analytics con gli sforzi di conformità e rispettare la scelta dell’utente, saranno in grado di ricevere notifiche per le preferenze di opt-out. Inoltre, le applicazioni rivolte ad Android 12 dovranno dichiarare un permesso normale per i servizi di Google Play nel file manifest.

Google

Via: 9to5google