Finalmente Google Foto non caricherà più gli screenshot in automatico e non chiederà ulteriori conferme per cancellare foto

Enrico gargiulo

Continuiamo a parlare delle novità che saranno introdotte da Android 12, questa volta prendendo in esame due problemi che hanno attanagliato gli smartphone di diversi produttori fino ad oggi: il caricamento automatico degli screenshot e l’inevitabile passaggio in più necessario a Google Foto per cancellare foto archiviate in memoria locale.

Per quanto riguarda il primo, sono diversi i produttori che hanno personalizzato la galleria di modo che gli screenshot finissero nella stessa cartella DCIM di foto e video realizzati col telefonino. Essendo Google Foto settata per effettuare il backup proprio di quella cartella, non è stato possibile, ad oggi, evitare di veder caricati anche i propri screenshot. Un aggiornamento porterebbe Android 12, a prescindere dalla personalizzazione delle singole aziende, a salvare le immagini delle schermate in un’apposita nuova cartella, che sarà inizialmente esclusa dal backup, ma potremo in qualsiasi momento includerla nuovamente.

LEGGI ANCHE: In Android 12 c’è anche un po’ di iOS 14

Salvo foste possessori di telefonini Pixel, d’altra parte, Google Foto ha sempre chiesto, ad oggi, una conferma ulteriore prima di procedere con la cancellazione di una foto conservata nella memoria locale del telefono. Questo perché non è l’app non è impostata (né è selezionabile) come app predefinita di galleria. Anche in questa caso Android 12 porta con sé la soluzione al problema: una volta concessi i permessi di accesso e modifica ai file locali, all’interno di una nuova sezione presente nelle impostazioni, sarà possibile richiedere a Google Foto di cancellare le foto, senza dover, ogni volta, confermare di star concedendo all’app la possibilità di operare sui file presenti sulla memoria fisica dei dispositivi.

Via: XDA-Developers(1), (2)