Con Android 12 sarà finalmente possibile aggiornare tramite store di terze parti

Vincenzo Ronca

Soltanto da pochi giorni tutti, più o meno, abbiamo modo di provare con mano le novità di Android 12, grazie alla prima beta pubblica rilasciata da Google. Tra queste troviamo una svolta per gli app store di terze parti.

Sembra proprio che con la versione finale di Android 12 anche gli store di terze parti saranno in grado di fornire e completare aggiornamenti per le app installate sui dispositivi Android. Questo finora non è stato possibile, o meglio lo era fornendo a Chrome, o all’app corrispondente allo store di terze parti, i permessi necessari per avviare l’installazione.

LEGGI ANCHE: tutte le novità di Android 12 Beta 1

In Android 12 infatti Google ha aggiornato la classe denominata PackageInstaller.SessionParams, aggiornando il metodo che richiede all’utente il permesso per procedere all’installazione di un’app. Questo in precedenza era forzato sul valore true, ma con Android 12 gli sviluppatori di terze parti potranno bypassarlo a patto che l’app in questione soddisfi le seguenti condizioni:

  • L’algoritmo d’installazione è implementato secondo il nuovo metodo aggiornato da Google.
  • L’app che si andrà a installare è coerente con le API 29 o successive.
  • L’installer dichiara il permesso UPDATE_PACKAGES_WITHOUT_USER_ACTION.

Soddisfacendo i seguenti requisiti il programma di installazione dell’aggiornamento dovrebbe procedere senza dover richiedere alcuna conferma all’utente, esattamente come avviene da sempre con gli aggiornamenti installati dal Play Store.

Fonte: XDA