Wear OS è l’unica alternativa credibile a watchOS, nella quale però nessuno crede (opinione)

Nicola Ligas

Con la sola esclusione del Mobvoi TicWatch Pro 3, ad oggi il miglior smartwatch Android di sempre, nessun altro modello con lo Snapdragon Wear 4100+ è ancora uscito sul mercato, e tra poco sarà passato un anno dall’annuncio dell’ultimo SoC Qualcomm. Tradotta in termini più brutali: Wear OS non interessa più nemmeno ai produttori di smartwatch, che qualche nuovo modello l’hanno anche annunciato nel frattempo (come questo, o questo) ma senza preoccuparsi di usare l’hardware più recente a disposizione.

E chiariamo un punto importante: l’hardware in questo caso fa la differenza; non è come sugli smartphone, dove il SoC dell’anno passato è per lo più indistinguibile dal successivo. Per anni abbiamo lamentato l’assenza di un chip adatto davvero agli smartwatch, capace di non far laggare l’interfaccia di Wear OS e al contempo di non far scaricare l’orologio a metà giornata. Qualcomm, con notevole ritardo, ce l’ha dato, ma nessuno lo usa.

LEGGI ANCHE: Trova la migliore offerta per il tuo smartphone

Quindi, alla fine della fiera, non possiamo nemmeno incolpare più di tanto Qualcomm, che a quanto pare “conosceva i suoi polli“, sapeva che non c’era grande aspettativa. O forse sì: magari se lo Snapdragion Wear 4100+ fosse arrivato prima, qualcosa sarebbe cambiato. Ma è nato prima l’uovo o la gallina? Anche in questo caso, non lo sapremo mai.

Ma soprattutto: perché Google ancora non ha mai realizzato un suo smartwatch? Con gli smartphone il cappello ce l’ha sempre messo, che si chiamassero Nexus o Pixel, ma dagli smartwatch si è sempre tenuto alla larga, ed anche se qualcosa bolliva in pentola, non si è mai concretizzata. E sì, pare che forse le cose stiano per cambiare, ma dobbiamo ribadirlo noi che ormai è troppo tardi?

Attenzione, non stiamo dicendo che Wear OS sia spacciato, ma solo che, nel 2021, l’avvento di un Pixel Watch difficilmente potrà rimescolare le carte in tavola, visto anche quanto poco lo ha fatto nel mondo smartphone. L’unica che forse potrebbe davvero dare una scossa al mercato è Samsung, per quanto anche lei fuori tempo massimo. Ad oggi, Wear OS è semplicemente l’unica alternativa credibile a watchOS, nella quale però non crede nessuno. Lo vedete il paradosso, sì?

qualcomm