La modalità Risparmio Batteria integrata può essere personalizzata: ecco come

Vito Laminafra -

Sono ormai molti anni che nel sistema operativo Android è inclusa una modalità di risparmio energetico: stando a quanto riporta la pagina del supporto Google, questa disattiva servizi di localizzazione, disabilita l’aggiornamento automatico delle app e l’assistente vocale per garantire un consumo ridotto della batteria. In realtà questa modalità può essere pesantemente modificata e personalizzata in moltissimi aspetti, anche se dalle impostazioni del dispositivo non è possibile cambiare alcuna opzione.

LEGGI ANCHE: Zenfone 8 è il top di gamma col miglior prezzo dell’anno

Metodo 1 – ADB e riga di comando

Il primo metodo per personalizzare il risparmio energetico include l’utilizzo della suite di comandi ADB e conseguentemente della riga di comando. Questa può risultare complicata da utilizzare per gli utenti meno esperti, ma allo stesso tempo consente di modificare davvero ogni aspetto di questa modalità.

Dopo aver configurato la suite ADB (potete seguire questa guida):

  1. Eseguire il seguente comando:
    settings put global battery_saver_constants
    “advertise_is_enabled=BOOLEAN,datasaver_disabled=BOOLEAN,
    enable_night_mode=BOOLEAN,launch_boost_disabled=BOOLEAN,
    vibration_disabled=BOOLEAN,animation_disabled=BOOLEAN,
    soundtrigger_disabled=BOOLEAN,fullbackup_deferred=BOOLEAN,
    keyvaluebackup_deferred=BOOLEAN,firewall_disabled=BOOLEAN,
    gps_mode=INTEGER,adjust_brightness_disabled=BOOLEAN,
    adjust_brightness_factor=FLOAT,force_all_apps_standby=BOOLEAN,
    force_background_check=BOOLEAN,
    optional_sensors_disabled=BOOLEAN,aod_disabled=BOOLEAN,
    quick_doze_enabled=BOOLEAN

    Questi sono tutti gli aspetti modificabili: bisogna sostituire BOOLEAN con true o false, INTEGER con un numero intero e FLOAT con un numero decimale secondo le proprie preferenze.
  2. Per vedere quali impostazioni sono attive, è possibile lanciare il seguente comando: dumpsys power | grep -A 128 “Battery saver policy”
  3. Per ritornare alle impostazioni di default, è possibile eseguire questo comando:
    settings put global battery_saver_constants
    “advertise_is_enabled=true,datasaver_disabled=true,
    enable_night_mode=true,launch_boost_disabled=true,
    vibration_disabled=true,animation_disabled=false,
    soundtrigger_disabled=true,fullbackup_deferred=true,
    keyvaluebackup_deferred=true,firewall_disabled=true,
    gps_mode=2,adjust_brightness_disabled=true,
    adjust_brightness_factor=0.5,force_all_apps_standby=true,
    force_background_check=true,optional_sensors_disabled=true,
    aod_disabled=true,quick_doze_enabled=true”

Metodo 2 – Applicazione Buoy

Secondo metodo, decisamente alla portata di tutti, consiste nell’installare l’app Buoy — Pimp Your Battery Saver, creata dallo sviluppatore XDA tytydraco. Questa consente di modificare praticamente tutti i parametri della modalità risparmio energetico, utilizzando però un’interfaccia grafica molto più intuitiva della riga di comando.

Per utilizzare Buoy, è comunque necessario passare per ADB per abilitare il permesso WRITE_SECURE_SETTINGS: le istruzioni su come farlo sono descritte all’interno dell’applicazione, che è scaricabile da Play Store al costo di 0,99€.

Fonte: XDA Developers