AutoZen: l’alternativa ad Android Auto sullo smartphone

Gabriele Rizzo -

L’addio di Android Auto sugli schermi degli smartphone è sempre più imminente, e anche noi residenti in Italia abbiamo potuto, nelle ultime settimane, provare la nuova modalità di guida di Google Assistant, annunciata nel 2019 come sostituta di Android Auto sul telefono.

Ma per chi è rimasto orfano dell’esperienza d’uso mobile di Android Auto viene in soccorso AutoZen. L’app, frutto di un progetto tedesco, si pone come un’app “dashboard” da usare alla guida del veicolo e ottimizzata per l’uso veloce di funzionalità come la navigazione con le mappe, il telefono, le notifiche del telefono, i comandi vocali ecc.

Al primo contatto l’app sembra una replica, molto fedele, dell’interfaccia di Android Auto sullo schermo della macchina. La navigazione ad alto livello è affidata ad una barra inferiore che ospita il pulsante per raggiungere il launcher, il pulsante per aprire l’app telefono, un widget che può contenere musica o indicazioni del navigatore, un pulsante per i comandi vocali e un pulsante per il centro delle notifiche.

Il navigatore incluso nell’app è supportato dalle cartografie di Mapbox e OpenStreetMap, ma l’effettiva navigazione deve essere poi avviata con una delle app presenti sul proprio dispositivo. Una nota positiva per la ricerca che, oltre che ad avere un design molto simile a Google Maps su Android Auto, permette la navigazione verso i contatti e per categorie (anche se sono quantitativamente limitate).

I comandi vocali hanno un’interfaccia praticamente identica a quella dell’app di Google, e ad un primo impatto sembra proprio di dare comandi all’Assistente di Big G, ma il sistema di comandi vocali è una soluzione proprietaria, pertanto non si possono sfruttare tutte le possibilità del più celebre assistente vocale.

La maggior parte delle app, una volta avviate da AutoZen, si avviano in modalità classica e senza nessuna interfaccia ottimizzata per l’uso alla guida e, proprio per questo motivo, la riproduzione di contenuti multimediali sulle app che si interfacciano ad AutoZen deve essere eseguita dall’app stessa. Quando si è scelto il contenuto da riprodurre, tuttavia, è disponibile un’interfaccia molto semplice direttamente sull’app AutoZen.

Un aspetto decisamente positivo dell’applicazione è la velocità d’uso: sinceramente non abbiamo mai notato una reattività come quella offerta da AutoZen nell’applicazione Android Auto, sia essa in interfaccia telefono o sullo schermo dell’automobile. AutoZen risulta sempre scattante e la navigazione nei menù è sempre pronta e veloce.

Nota di demerito per il pannello notifiche: abbiamo provato l’app a lungo e, anche a fronte del permesso concesso, non abbiamo ricevuto nessuna notifica nel pannello dedicato e non possiamo darvi nessun riscontro riguardo la lettura delle stesse e le possibilità di interazione.

AutoZen è disponibile in maniera gratuita sul Google Play Store e offre una versione premium con delle possibilità aggiuntive, tra le quali la navigazione passo passo direttamente all’interno dell’app, la possibilità di impostare AutoZen come launcher e altre possibilità di personalizzazione più avanzate. Il costo della licenza perpetua è di 23.99€, ma ci sono anche altre possibilità come un abbonamento annuale da 10.99€ o semestrale da 7.49€.