I Gaming Trigger di OnePlus rivoluzionano il gaming mobile a un prezzo irrisorio... ma non per noi (foto)

I Gaming Trigger di OnePlus rivoluzionano il gaming mobile a un prezzo irrisorio... ma non per noi (foto)
Enrico Gargiulo
Enrico Gargiulo

Che una fetta di videogiocatori abbia cominciato ad apprezzare sempre di più il gaming da smartphone è un dato di fatto, sicuramente dovuto alla facilità di poter giocare ovunque, anche a casa dei nonni che hanno solo una TV a tubo catodico, e sebbene l'esperienza stia generalmente migliorando, il feedback restituito dai tasti su schermo non è sempre dei migliori: OnePlus ha deciso di arginare questo problema presentando i suoi Gaming Trigger, dei tasti dorsali fisici venduti in India a un prezzo davvero irrisorio.

Certamente non c'è una grande tecnologia ad alimentarli, anzi: non c'è alcuna tecnologia.

I Trigger di OnePlus sono dei tasti che, una volta premuti, esercitano una pressione sull'area di schermo alla quale sono collegati: programmando la posizione dei tasti nei vari giochi su smartphone, potremmo spostare in corrispondenza dei Trigger i comandi più utilizzati, come potrebbero essere mirare e far fuoco in Call of Duty: Mobile.

Non sarà la stessa cosa che giocare con un Rog Phone 5 o con un Lenovo Legion Phone Duel 2, ma poter aggiungere due tasti fisici al proprio smartphone, senza avere il pensiero di doverli ricaricare, o di avere costantemente un ingombro aggiuntivo potrebbe incuriosire quantomeno i giocatori sporadici: dopotutto questi Gaming Trigger hanno il costo di sole 1.099 rupie indiane, equivalenti appena a 12,20€.

Peccato solo che, almeno per ora, non sia possibile acquistarli in Italia e che il prezzo annunciato sulla pagina ufficiale di OnePlus sia di 99,00€.

Commenta