Samsung ha brevettato uno smartphone capace di piegarsi in due punti e con supporto a S-Pen (foto)

Samsung ha brevettato uno smartphone capace di piegarsi in due punti e con supporto a S-Pen (foto)
Enrico Gargiulo
Enrico Gargiulo

Mentre continua il "totoSamsung" e ancora cerchiamo d'immaginare come potrebbero essere i prossimi cellulari pieghevoli che l'azienda presenterà quest'anno, tra l'ultimo concept di Galaxy Z Flip 3 e di Galaxy Z Fold 3, Samsung continua a macinare idee: proprio ieri l'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (WIPO) ha approvato e rilasciato il brevetto richiesto dal produttore circa un dispositivo elettronico pieghevole con penna elettronica inclusa.

Stando alle immagini, Samsung sarebbe al lavoro su un foldable con due cerniere, partendo da una forma quadrata, capace di schiudersi in un rettangolo.

Il brevetto mostra due dispositivi: il primo capace di chiudersi lasciando lo schermo all'esterno, un po' come il primo prototipo di Xiaomi (che ad oggi non ha visto evoluzioni concrete), e il secondo verso l'interno, preservando maggiormente il grande display flessibile.

Altra nota interessantissima è la presenza della S-Pen: dopo averla vista in uso su Galaxy S21 Ultra e aver scoperto che probabilmente anche su Galaxy Z Fold 3 mancherà un vano apposito per contenerla, assistiamo a una soluzione interessante: entrambi i bordi laterali del nuovo smartphone presentano una piccola rientranza, capace di far agganciare magneticamente la S-Pen, garantendo la ricarica magnetica, che diventa rapida se la penna sarà posta tra le due "ante" chiuse del pieghevole.

Questo permetterebbe a Samsung di vendere lo smartphone senza S-Pen a un prezzo più basso senza lasciare uno spazio cavo inutilizzato, ma al contempo di avere come e dove agganciare la penna, qualora i clienti volessero acquistarla separatamente.

Questo, s'intende, se la società dovesse davvero produrre e mettere in vendita questo dispositivo.

Commenta