Un malware si è travestito da app Netflix e diffuso attraverso le chat WhatsApp (foto)

Vincenzo Ronca

Nel panorama delle app mobili, e in particolare di quelle Android, non vi è mai fine alle insidie che possono apportare i malware sui nostri dispositivi, anche grazie alla varietà di app e contenuti. L’ultimo scovato da Check Point Research è particolarmente interessante.

I ricercatori di Check Point Research hanno infatti rilevato un malware particolarmente diffuso sui dispositivi Android, il quale aveva preso le sembianze di un’app Netflix per destare meno sospetti sulle sue potenziali vittime. Inoltre, il malware è stato progettato per diffondersi attraverso le chat di WhatsApp, sfruttando le opzioni che Android dedica alle azioni predefinite associate alle notifiche, come quelle per rispondere rapidamente o per segnare come letta la notifica stessa.

LEGGI ANCHE: Sonos Roam, la recensione

In questo modo il malware è riuscito a sopravvivere anche ai filtri di sicurezza implementati nel Play Store da Google. Gli screenshot presenti in galleria mostrano alcuni esempi di come appariva l’app e dei permessi richiesti una volta installata.

I ricercatori di Check Point Research hanno prontamente segnalato la pericolosità dell’app a Google, che ha provveduto alla rimozione della stessa dal Play Store. Chiaramente lo schema di azione di tali malware difficilmente verrà archiviato, pertanto risulta molto importante prestare attenzione ai contenuti ai quali si accede non solo sul Play Store ma anche su app di messaggistica come WhatsApp.