iFixit fa a pezzi OnePlus 9 Pro: sulla riparabilità ancora non ci siamo (video)

Enrico gargiulo

Ci risiamo: dopo aver superato egregiamente il test di resistenza, il nuovissimo OnePlus 9 Pro è finito sotto le mani dei colleghi di iFixit ed è stato ridotto ai “minimi termini”. Ciò che hanno evinto da questo disassemblaggio, o teardown, resta in linea con i precedenti modelli dello stesso produttore.

La batteria, su tutti gli elementi, risulta la più semplice da rimuovere anche e soprattutto in paragone con altri smartphone, nei quali viene fissata sempre più spesso con adesivi particolarmente forti. È generalmente apprezzabile la modularità delle varie componenti che ne facilitano l’eventuale sostituzione, pur essendo vincolate a un’architettura particolarmente articolata, che rende necessario rimuovere la batteria qualora si voglia sbloccare il comparto fotografico posteriore realizzato in collaborazione con Hasselblad.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 11 viene fatto a pezzi da iFixit

Ciononostante smontare OnePlus 9 Pro non si rivela per niente facile, totalizzando un voto di riparabilità di 4 su 10, questo principalmente a causa della grande quantità di colla impiegata per ancorare il pannello posteriore al dispositivo, e dalla difficoltà di rimozione dello schermo che darà del filo da torcere anche ai più competenti, richiedendo lo smontaggio di tutti gli elementi interni al dispositivo.

 

iFixit