Che sorpresa Qualcomm! In arrivo una console Android simile a Nintendo Switch

Che sorpresa Qualcomm! In arrivo una console Android simile a Nintendo Switch
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Nel panorama dei dispositivi Android irrompe un'interessantissima novità che riguarda la sfera gaming da dispositivi mobili e che coinvolge da vicino Qualcomm, uno dei principali attori nel settore dei processori per smartphone.

Stando a quanto riferito da Android Police, Qualcomm starebbe progettando una sua console di gioco Android molto simile a Nintendo Switch. Al suo interno chiaramente ci sarà un chipset di Qualcomm, il quale sarà comprensibilmente progettato su misura rispetto al dispositivo.

Android Police ha anche visto alcune immagini del dispositivo e afferma che il design sarà molto simile a quello della console Nintendo, con i controller staccabili posizionati lateralmente in modo simmetrico.

Il display centrale dovrebbe avere una diagonale da 6,65" mentre la batteria dovrebbe avere una capacità pari a 6.000 mAh, con l'ovvio supporto alla tecnologia di ricarica rapida Quick Charge. La console dovrebbe supportare la visualizzazione attraverso un monitor esterno, anche se non è chiaro se sarà presente un'uscita HDMI oppure una porta USB Type-C.

Ci sarà anche il supporto alle microSD, mentre la base software sarà Android 12 e pertanto ci sarà il pieno supporto ai servizi Google e al Play Store. Oltre a questo potrebbe esserci anche una piattaforma di contenuti sviluppata da Qualcomm.

Non è escluso che Qualcomm collaborerà anche con StadiaGeForce Now di NVIDIA per offrire ulteriori contenuti personalizzati. Non mancherà nemmeno la connettività 5G, grazie alla probabile integrazione del modulo di casa X55. Il lancio di questa console potrebbe arrivare sui mercati internazionali per il primo trimestre 2022, e dunque potrebbe presentarsi sul mercato con il prossimo processore top di gamma dell'azienda.

Il prezzo potrebbe essere interessante, perché Android Police riferisce che potrebbe attestarsi attorno ai 300 dollari. Sicuramente è troppo presto per dare tutto questo per assodato, Qualcomm non ha né confermato né smentito queste voci, dunque fino al prossimo anno tante delle carte in tavola potrebbero cambiare. Vi terremo aggiornati su tutti i prossimi sviluppi.

Commenta