I Pixel sono sicuri: primi smartphone con Android 11 a ricevere la certificazione MDF

Vito Laminafra

La sicurezza degli smartphone e dei dati in essi contenuti è argomento di discussione dell’ultimo periodo. I Google Pixel, già equipaggiati con il chip Titan M proprio per ragioni di sicurezza, compiono un passo avanti in questo senso, ricevendo la certificazione MDF di Common Criteria.

LEGGI ANCHE: OnePlus svela la data di lancio del suo primo smartwatch

Per far si che un dispositivo ottenga la certificazione MDF, nome completo Mobile Device Fundamentals Protection Profile, è necessario che siano superati un certo numero di test molto stringenti, eseguiti da laboratori autonomi e non legati in alcun modo all’azienda che produce il dispositivo. Nello specifico, i Pixel di Google aggiornati ad Android 11, per cui da Pixel 3 in poi, hanno tutti ottenuto la MDF.

I test che sono stati effettuati riguardano diversi ambiti della sicurezza: vengono testati gli algoritmi di crittografia, l’affidabilità dei sistemi di sblocco biometrici, l’integrità dei dati e la capacità di salvare log di sistema per riconoscere eventuali minacce, ma anche i sistemi di protezione che enti esterni possono applicare al sistema operativo, come avviene ad esempio per gli smartphone aziendali.

Via: 9to5Google