Samsung saluta Tizen: i prossimi smartwatch attesi per il 2021 potrebbero avere Wear OS

Samsung saluta Tizen: i prossimi smartwatch attesi per il 2021 potrebbero avere Wear OS
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Per smartwatch e dispositivi indossabili, Samsung ha sempre preferito non utilizzare Wear OS, messo a disposizione da Google, ma sviluppare il suo sistema operativo proprietario, Tizen. Sembrerebbe però che l'azienda coreana non continuerà per questa strada per i prossimi dispositivi.

La notizia era in giro da parecchio tempo, ma ultimamente i rumor legati alla scelta di Samsung di passare a Wear OS si sono fatti più insistenti. Anche Ice Universe, che già in passato aveva rilasciato parecchi dettagli su Galaxy S21 prima della presentazione ufficiale, ha dichiarato che l'azienda è davvero intenzionata ad abbandonare Tizen in favore di Android per i prossimi smartwatch.

[embed

I motivi di questa scelta riguarderebbero soprattutto le app disponibili per Tizen: sono infatti davvero pochi gli sviluppatori che decidono di rilasciare il proprio software per questa piattaforma, essendo legata solo all'ecosistema Samsung e quindi meno popolare rispetto a Wear OS, che invece può contare su un parco applicazioni davvero vasto e in continuo aggiornamento.

Staremo quindi a vedere se i rumor si riveleranno corretti e per il momento non si conoscono i piani ufficiali di Samsung sul rilascio di smartwatch. In realtà, in rete si è molto parlato del prossimo Galaxy Watch, atteso per il 2021: questo sarà disponibile in due versioni distinte, contrassegnate dai seriali SM-R86x e SM-R87x e nomi in codice Wise e Fresh, che molto probabilmente differiranno solo nella dimensione dello schermo e che avranno sia Wi-Fi che Bluetooth. È lecito aspettarsi che i due nuovi smartwatch montino sistemi operativi differenti: uno Wear OS e l'altro ancora Tizen, ma non ci sono conferme.

Commenta