Il nuovo concept phone di Xiaomi ha un display che non avete mai visto (e anche il resto non scherza)

Nicola Ligas Com'è uno smartphone con un display spiovente su 4 lati?

Xiaomi ha presentato oggi a sorpresa il suo nuovo concept smartphone, ed anche questa volta l’azienda stupisce, sebbene non siamo del tutto convinti della sua reale praticità. Immaginate infatti uno smartphone con display spiovente su tutti e 4 i lati (esclusi gli angoli, per ovvie ragioni): questo vuol dire niente pulsanti, niente porte, niente speaker, niente carrellino della SIM, laddove di solito li avreste trovati. Inoltre, sul retro, si vede chiaramente che c’è una sola fotocamera, sotto la quale pare trovarsi anche un lettore di impronte.

Com’è possibile tutto ciò? Con una valanga di soluzioni uniche (o quasi) nel loro genere: da una tecnologia di trasmissione audio attraverso la pellicola del display, alla terza generazione di fotocamere sotto al display, e poi ovviamente con wireless charging, eSIM, sensori che rilevano la pressione (per sopperire all’assenza di tasti fisici) e tanto altro che adesso non ci verrà in mente. Probabilmente l’hardware di questo smartphone è così complesso da non aver lasciato spazio che ad una sola fotocamera sul retro, della quale per altro non sappiamo nulla.

Uno smartphone del genere è il risultato di “innumerevoli svolte nella piegatura del vetro e nelle tecnologie di laminazione” (stiamo parlando di almeno 46 brevetti), ed indubbiamente è diverso da qualsiasi cosa abbiamo mai visto prima, anche dallo stesso concept phone Mi MIX Alpha, che poi non ha avuto troppo seguito. E sia chiaro che Xiaomi ha confermato che esiste e che è usabile, ma ovviamente non si parla ancora nemmeno lontanamente di una possibile vendita.

Resta il fatto che, al dispetto di tutta l’innovazione che racchiude, questo nuovo concept phone sembra destinato a restare tale proprio per il suo form factor, che presenta più scomodità che pregi. Qualche tempo fa, quando ci furono i primi smartphone con display “waterfall”, cioè a cascata su due lati, in molti dicevano che sarebbero stati la nuova moda, ma in realtà non hanno mai preso piede, perché l’assenza di pulsanti, la fragilità, la difficoltà nel realizzare accessori, i costi e mille altre ragioni che possono venirvi in mente hanno preso il sopravvento. La stessa Samsung ha quasi del tutto rimosso anche i lati edge dai suoi top di gamma, e qui Xiaomi invece va nella direzione opposta, ed anzi osa ancora di più.

È un po’ un peccato che i concept phone di Xiaomi abbiano preso una deriva così “concept” per l’appunto, perché il primo Mi MIX su anche lui lanciato come tale, ma poi divenne molto concerto ed anzi fu il precursore di quegli smartphone “tutto display”, che oggi sono ormai la regola.

Lo ripetiamo a scanso di equivoci: questo nuovo concept phone è bellissimo e senz’altro difficilissimo da realizzare, ma non sarà questo lo smartphone del futuro. Lieti (ma nemmeno troppo) di essere smentiti dai fatti. 

Fonte: Xiaomi