Infastiditi dalle notifiche sulla sincronizzazione di Google Foto? Ecco come provare a risolvere (foto)

Roberto Artigiani - Android 11 sta rendendo la vita più difficile agli utenti di Google Foto, ma un comando ADB può eliminare le fastidiose notifiche (su alcuni smartphone)

L’arrivo di Android 11 ha segnato anche l’avvento di alcune novità a livello di sicurezza, tra tutte forse spiccano le nuove regole legate al cosiddetto Scoped Storage. Si tratti di una limitazione che impedisce alle app di accedere ai file nella memoria del telefono evitando quindi comportamenti maliziosi o abusi. Questo paletto sta però rendendo la vita difficile ad alcune categorie di applicazioni come i file manager, il cui compito essenziale è proprio gestire i contenuti del dispositivo.

A sorpresa però lo Scoped Storage impatta anche l’operatività di Google Foto. Chi ha effettuato l’upgrade ad Android 11 probabilmente se ne è già accorto: nel momento in cui si va ad eliminare un’immagine il sistema chiede all’utente di autorizzare l’app ad eseguire l’accesso alla memoria. Fino a qui non sarebbe un gran problema, ma le cose si complicano di molto se uno accede a Google Foto da altri dispositivi o da browser. Questo infatti genera una notifica che riguarda i cambiamenti non sincronizzati ogni volta che viene apportata una modifica altrove.

LEGGI ANCHE: Privacy e libertà online, il nostro podcast quotidiano

Tutto ciò non si verifica se l’app che gestisce le foto è identificata come quella predefinita per l’operazione, purtroppo però Android non consente di scegliere qual è l’applicazione di default per le fotografie. Mentre i Pixel sono immuni, tutti gli altri devono fare i conti con questa limitazione, almeno finché Google non deciderà di modificare in qualche modo le attuali opzioni. Fino ad allora però gli utenti con un minimo di esperienza con ADB possono provare ad usare il seguente comando nella shell:

adb shell cmd role add-role-holder android.app.role.SYSTEM_GALLERY com.google.android.apps.photos

Questo workaround potrebbe essere risolutivo, anche se solo per alcuni modelli. Lo stratagemma infatti sembra funzionare solo per quegli smartphone in cui Google Foto è stata installata come app di sistema e non come app a livello di utente. Tutti gli OnePlus e diversi Asus si trovano in questa condizione, ma vale la pena provare anche con altri marchi visto che al massimo si ottiene un messaggio di errore. Se invece tutto va come deve, non riceverete nessun messaggio e il sistema finalmente smetterà di inviarvi notifiche per la sincronizzazione.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: Android Police